sabato 11 ottobre 2008

Il blog 'Italiani Imbecilli' riverisce

Sono passati solo due mesi e mezzo da quando ITALIANI IMBECILLI ha cominciato a percorrere le traiettorie orbitali della blogosfera, ma, nonostante la sua giovane età, questo blog può già vantare qualche primato. Anzitutto il numero sempre crescente di visite e l'acquisizione di lettori sempre più fedeli. Non si tratta, ovviamente, del conteggio dei commenti lasciati nei post, ma delle effettive visite. Particolarmente attiva risulta essere l'area del Nord Italia (come potete vedere dall'immagine sotto il titolo di questo post), ma anche l'area centrale non è da meno. Complimenti a tutti, a voi giunge il mio grazie più sincero.
E vorrei dire grazie anche ai gruppi di lettura, alle redazioni giornalistiche che qui fanno capolino, a 'MicroMega', a 'il Cannocchiale', a 'Grillonews.com' e ai motori di ricerca che hanno spontaneamente acquisito il feed di 'Italiani Imbecilli', come 'liquida.it', ritenendo il blog interessante.
Un ringraziamento particolare, concedetemelo, lo serbo alle comunità italiane all'estero, in Europa e oltre oceano. Un caro saluto a voi.
Quando era venuto il momento di dare un nome al blog, avevo avuto un po' di esitazione... avevo pensato che 'Italiani Imbecilli' fosse un nome un po' troppo forte, ma poi mi sono convinto che è proprio questo che serve al nostro Paese: uno scossone! Una forte presa di coscienza! Una provocazione! Mi sono avvalso anche della mia formazione artistica per convincermi, ancora di più, che la provocazione, se non fine a se stessa, serve moltissimo a far PARTECIPARE (come diceva Giorgio Gaber, 'Libertà è partecipazione') e i movimenti artistici di Avanguardia, come il Dada, il Surrealismo, l'Astrattismo, si sono avvalsi proprio della provocazione per trasmettere il loro messaggio. Perciò mi compiaccio di quanti hanno saputo resistere ai miei colpi o di quanti hanno saputo reagire con coscienza e critica costruttiva.
Grazie a tutti, continuiamo così!

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti