sabato 15 novembre 2008

'Italiani Imbecilli' e la recessione tecnica: ma cos'è?

Accendo la tv e in tutti i notiziari sento ripetere che l'Italia è in 'recessione tecnica'. Come quando si suole dire 'tale squadra di calcio è tecnicamente retrocessa'. Significa che non c'è scampo e che la matematica non è un'opinione, siamo fuori! Ma gli italiani è già da un bel po' che se ne sono accorti, almeno da quando l'euro ha sostituito la lira. Ma il vero problema non è di forma, bensì di sostanza. Infatti, con 'recessione tecnica' si vuol nascondere in maniera soft un vero dramma nazionale. Sembra quasi che la 'recessione tecnica' sia un argomento riservato agli economisti, più che all'italiano medio. Sbagliato. Nella sostanza, dietro la 'recessione tecnica' si nascondono valanghe, tonnellate di lettere di licenziamento. Le aziende stanno già attuando il loro piano di salvataggio, quello tristemente famoso, storico, cronico e cinico: IL LICENZIAMENTO. Mors tua, vita mea. E' sempre stato così. Cosa importa se Maria, impiegata, divorziata, con due figli a carico, domani non andrà più al lavoro. E Gianni, operaio di 49 anni, con il mutuo da pagare, un figlio all'Università e i debiti contratti per comprare una casa all'altra figlia che si sposa l'anno prossimo. Cosa importa? Siamo carne da macello ed è una tragedia greca, altro che 'recessione tecnica'. Alcune cifre?
BASIGLIO - MILANO: Astrazeneca, multinazionale farmaceutica, annunciato taglio di 315 dipendenti.
ASSAGO - MILANO: già a casa 55 lavoratori (236 in tutta Italia) della Engineering, azienda settore informatico.
ALBINO - BERGAMO: cotonificio Honegger ha annunciato 240 esuberi
PROVINCIA DI BRESCIA: 180 dipendenti della Franzoni filati di ESINE, 132 della Feltri di MARONE, 260 della Niggeler & Kupfer di CETO, 36 alla Henriette di CASTENEDOLO per un totale di 606 lavoratori dell'area bresciana per i quali sono appena stati annunciati tagli e cassa integrazione.
SAN GIULIANO MILANESE - MILANO. La San Carlo licenzia 19 lavoratori.
SUZZARA - MANTOVA: 160 precari IVECO non riconfermati.
MILANO: la Gabetti ha annunciato il licenziamento di 110 addetti (500 in tutta Italia).
CERIANO LAGHETTO - COMO: mobilità per 230 dipendenti della Rhodia.
JERAGO - VARESE: 90 cassintegrati alla Meccanica Finnord.
Se non sbaglio a fare i conti, sono 3004 persone, probabilmente corrispondenti ad altrettante famiglie, a cui è meglio non parlare di recessione tecnica!

4 commenti:

Riverinflood ha detto...

La recessione tecnica è tendenziale... no, è congiunturale... ma anche tecnica... sostanzialmente è un aumento di povertà dei già poveri ma anche un immane aumento dei ricchi, già straricchi! Buona domenica!

Riverinflood ha detto...

Mi cogli di sorpresa. Non ho mai riscontrato il problema cui fai accenno con il feedjit. Nessun altri mi ha mai posto questo quesito. Del resto lo uso praticamente da sempre. Gli ultimi due widget in ordine di tempo che ho installato sono il too new dell'ansa e il widget di http://www.wowzio.com/?r=s
Nel tuo blog non riscontro lo stesso problema.
Fammi sapere.

novalis ha detto...

OT
Salve, ti volevo chiedere come mai non mi funzionano (cliccandoci sopra) le tue etichette/tag nella sidebar?
...e già che ci sono, potresti indicarmi dove trovare il widget per inserirle?
Ti ringrazio, ciao.

coscienza critica ha detto...

@ novalis
Credo che non si tratti di un widget (sai che non ricordo più?). Mi pare compaia come nuovo modulo, dopo aver rimaneggiato il codice html del template. Forse ho fatto appello a 'creare blog', trovi il link sottoforma di antipixel, sotto ClustrMap. Prova lì, ma, ti ripeto, non ricordo bene.
PS Con me funzionano tutti i collegamenti.
Ciao

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti