martedì 9 dicembre 2008

'Italiani Imbecilli' sul caso De Magistris: una nebbia davanti allo schermo tv

Gli italiani guardano troppa tv, si sa, ma questa non dice mai le cose come dovrebbero essere dette. Avete fatto caso, nei telegiornali, come le notizie vengano tutte sfarinate, sbriciolate, intorbidite, annacquate? Sembra che i giornalisti televisivi vogliano mettercela tutta per non far capire bene le notizie fino in fondo (quando non ne dànno, addirittura, un'interpretazione distorta). Facciamo un esempio. Qualcuno ha davvero ben chiaro quello che sta succedendo intorno al caso De Magistris? Qualche giornalista televisivo ci ha ben riferito sull'indagine 'Why Not'? E poi... La Procura di Catanzaro, quella di Salerno, il trasferimento di Luigi De Magistris a Napoli, il CSM, le azioni del Presidente Napolitano... Quando la tv parla di questo caso, lo fa dando per scontate molte cose, come se gli italiani conoscessero davvero tutti gli avvenimenti e la loro cronologia. A noi pare che sul caso De Magistris ci sia una nebbiolina molto fastidiosa che offusca la vera visione delle cose. Oggi la tv ci dice anche che, tra Salerno e Catanzaro, esiste una 'guerra tra Procure'. Falsissimo.
Quali sono i fatti, allora? Provo a sintetizzarli e spero di farlo in maniera chiara, utilizzando materiale e linguaggio essenziali, come in un bignami, sì da non sfarinare nulla.
Inizialmente, De Magistris era a Catanzaro e stava indagando su loschi avvenimenti (in pratica, stava semplicemente facendo il proprio lavoro) come il 'Caso Poseidone' o 'Toghe Lucane' o 'Why Not'. Queste indagini, però, disturbavano troppe persone, tra cui politici, mafiosi, piduisti, GdF, giornalisti poco onesti... Per facilità chiameremo queste persone 'team di farabutti'. Questo team, disturbato dalle indagini, a un certo punto denuncia De Magistris alla Procura di Salerno (che è competente su Catanzaro; ogni Procura ne ha un'altra che la sorveglia). Ma anche De Magistris, a sua volta, denuncia i suoi superiori che lo intralciano nelle indagini. In questo modo Salerno -che è competente- si trova a indagare su due fronti e alla fine scopre che De Magistris ha ragione e le sue indagini sono ineccepibili, anche se non concluse, poiché Mastella -che era Ministro della Giustizia, indagato- fa trasferire De Magistris 20 giorni prima delle richieste di rinvio a giudizio. L'altro giorno c'è stato un bliz a Catanzaro, da parte della Procura di Salerno, per prelevare tutto ciò che è utile alla Procura di Salerno per lo svolgimento delle indagini relative a 'Why Not', ma che Catanzaro gli aveva rifiutato per ben sette volte. Nessuna guerra di Procure, quindi, ma un atto dovuto da parte della Procura di Salerno, avviato con un decreto di 1700 pagine di motivazioni legittime. La tv sembra invece accusare la Procura di Salerno, colpevole di aver fatto 'denudare' una persona per perquisirla (se questa persona aveva nascosto un documento nelle mutande, come volete che lo si scovi?). A questo punto avviene un paradosso: il Procuratore Generale di Catanzaro, colpevole di aver rifiutato la consegna degli atti, accusa la Procura di Salerno di aver compiuto un atto eversivo (il bliz), ignorando però che egli stesso è un indagato. Incredibile!
Un altro fatto straordinario ci arriva dal Presidente Napolitano che, anziché chiedere gli atti a Catanzaro, li chiede a Salerno! E il CSM, come se non bastasse, propone il trasferimento dei due Procuratori in altra sede, come se anche la Procura di Salerno fosse colpevole di qualche cosa. Perché non si lascia tranquilla la Procura di Salerno nello svolgimento delle indagini? Perché la si accusa ingiustamente? Perchè si propone l'allontanamento del suo procuratore? Forse perché il CSM ha capito da che parte sta la ragione ed ha paura?

Parla De Magistris (video)
L'analisi di Travaglio (video)

5 commenti:

dhp ha detto...

Infatti, sembrava anche a me palese che nei Tg si stesse occultando l'essenziale dei fatti che bene ricostruite in questo post! Perchè non ci parlano in maniera corretta e chiara dei CONTENUTI dell'affare sporco scoperto da De Magistris? Della cosiddetta Nuova P2, che arriva fino in Vaticano??? Informazione??!!!???

coscienza critica ha detto...

PER dhp
Grazie, dhp... avevamo timore di non essere stati abbastanza chiari e, d'altr'onde, il pericolo di non-chiarezza c'è sempre, quando si vuol sintetizzare troppo. Il tuo commento ci conforta. Noi abbiamo fatto un riassunto del contenuto del video di Travaglio, omettendo volutamente anche nomi e cognomi per stringare il più possibile. Certo bisognerebbe vedere anche quel video per avere una visione più ampia e puntuale. Le tue domande sono legittime e occorre far chiarezza nel sistema dell'informazione televisiva, una chiarezza in tutti i sensi. Ma forse sai bene che la vera informazione gira in rete (insieme a tante cose futili) e non in tv.
Ciao

Anonimo ha detto...

Il mio commento è una domanda.
Chi ha il potere di azzerare il CSM??
l'AZZERAMENTO DEL CSM POTREBBE RIDARE FIDUCIA E GARANZIE??
GRAZIE

cogitoergosum ha detto...

Mi chiedo perchè oltre a fare chiarezza sulla RETE, attraverso gli articoli postati sui vari BLOG (ottima iniziativa), non si promuove, invitando tutti i frequentatori, una RIVOLTA MEDIATICA? Intendo un invio massiccio di messaggi a tutti i parlamentari, direttori di giornali, figure istituzionali come governatori di regioni e di provincie ecc. denunciando il nostro disprezzo per tutte le violazioni dei nostri DIRITTI. E' lecito, democratico, non costa nulla e Credo che faremmo molto più rumore di un commento; credo che la provocazione di una tale massa di cittadini, indurrebbe i nostri governanti a meditare, forse farebbe sentir loro il TUONO di ATENE e della THAILANDIA che si avvicina.

coscienza critica ha detto...

PER cogitoergosum
Già, ma l'Italia è fatta da cittadini che non hanno una spina dorsale e che hanno votato a destra perché da quella parte hanno promesso loro un lavoro. La tua idea è buona, certamente e, come dicevi altrove, occorre un Beppe Grillo o un Travaglio per organizzare tutto. Tuttavia, hai visto che fine hanno fatto le firme raccolte da Grillo? Sono giacenti a Roma, quiete e tranquille.
Riguardo alla questione della coscienza critica di chi oggi sta nei palazzi del potere (e che aveva vissuto gli anni '70), sono certo che queste persone, se sono lì, è perché alcuni di essi si sono venduti, altri erano già di destra, altri ancora erano e sono rimasti qualunquisti. Vedi chi abbiamo in Parlamento? Ci sono corrotti e farabutti che hanno rinnegato la propria dignità e tappato la bocca alla propria coscienza critica. Mafiosi e amici di mafiosi, piduisti... questi negli anni '70 frequentavano il fronte della gioventù, quando non stavano già lucidando le scarpe a Licio Gelli.
Saluti e buona giornata a te

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti