venerdì 27 marzo 2009

Congresso fondativo Pdl: il festival dell'ipocrisia

Un eccellente venditore di fumo. Un mistificatore. Berlusconi, al congresso fondativo del Pdl, non ha smentito la sua chiara fama di costruttore di menzogne.
Fare un'analisi del suo discorso, significherebbe ripercorrere i triti argomenti che l'episcopello di Arcore ha sempre fatto da leader di Forza Italia. Quale congresso? Quali prospettive proposte? Quale nuova identità? Niente di tutto questo, ma c'era da aspettarselo, dal momento che il Pdl non è altro che un grumo di partiti intorno a un dittatore e continuerà a essere così. Lo scioglimento di AN nel Pdl? Un'idiozia colossale! Infatti Berlusconi, al congresso, non ha fatto alcun cenno a una riqualificazione del suo partito, non ha dato segni di ricostituzione politica, ma ha soltanto riproposto uno dei suoi tanti comizi.
Ne è risultato un discorso improntato sulla demonizzazione della sinistra e sulle lodi personali (senza parlare, è ovvio, dei lodi personali). Il tutto, condito da una serie di ipocrisie che Berlusconi infila, una dietro l'altra, appropriandosi ingiustamente (com'è il suo solito) delle parole libertà e popolo, sulle quali ha posto continuamente l'accento, tanto per far dimenticare che queste parole appartengono all'ideologia di sinistra, da sempre.
Ipocrisie, quando ha dichiarato di rispettare i più deboli, quando ha detto di voler rispettare tutte le culture e tutte le religioni. Ipocrisia pura, quando ha dichiarato di voler compiere una rivoluzione moderata e interclassista (rivoluzione dittatoriale, questo sì), quando ha farneticato di cittadini serviti dallo Stato e non viceversa. Sembrava Togliatti (scusa, Palmiro), ma senza il suo spessore, ovviamente.
Tutta una messa in scena, una propaganda populista e demagogica, conclusa con l'angolo autocelebrativo (chi si loda s'imbroda), in cui venivano stemperate altre dosi di ipocrisia, come ad esempio: 'celebriamo la Resistenza e la Repubblica'.
Cose mai viste e sentite. O forse sì, nel 1922!

7 commenti:

pia ha detto...

Riesce sempre e comunque a risvegliarmi i sentimenti peggiori.
Il solito incantatore di serpenti che ha ricreato il partito fascista con un mucchio di ex socialisti dentro: come nel '22, appunto.
Che schifo.

Luigi Morsello ha detto...

E' un uomo pericoloso, che 80 anni fa sarebbe diventato come quell'altro.
Oggi non mi pare ci siano le condizioni.
Bisogna solo sperare che non porti il paese alla rovina.

Le Favà ha detto...

Io h evitato ogni notizia al riguardo. E lo farà fino a quando non finirà questo congresso. So come parlerà, come parleranno, che diranno. E vedere gente che esulta per queste cose palesemente false. Non so...mi fa rabbia.

pia ha detto...

@ Le Favà
Anch'io ho bisogno di evitare molti "passaggi" di ciò che fa e che dice questa gente: mi fanno stare male, mi istigano pensieri e sentimenti che preferisco evitare e spero solo, come dice Luigi Morsello, che non portino il paese alla rovina.
O forse solo in condizioni disastrose la gente si renderà conto, come nel '42.

holamotohd ha detto...

Anche a me è venuto un attacco di nervi nel sentire i discorsi di quei loschi figuri.
E poi, forse sono io che non capisco, si può dire, come ha detto Fini, "no al pensiero unico", quando stai sciogliendo il tuo partito in un unico calderone di malviventi comandati a bacchetta da un dittatore mafioso?
Veramente le parole non significano più nulla!

@ Luigi Morsello
Io credo invece che le condizioni siano mature per l'ascesa di un vero dittatore: si stanno riproponendo tutte le condizioni storiche perchè ciò accada, con il supporto importante dei media asserviti.
Per quanto riguarda il Paese, credo che purtroppo sia già alla rovina.
Un saluto.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Non è facile decifrare il futuro. Siamo certo in una fase storica decisiva, tra crisi economica mondiale, e menzogne utilizzate a sistema di governo. Non credo che berlusconi voglia eliminare il sistema parlamentare: perchè dovrebbe, ha già ottenuto tutto quello che gli serve. Piuttosto, la svolta autoritaria potrebbe essere la conseguenza di un'improvvisa presa d'atto della gente di chi sia che lo sta governando. Vigiliamo.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ TUTTI
Amici carissimi, comprendo bene i vostri sentimenti che, personalmente, condivido. Oggi non ho parole di conforto e il nuovo post dimostra chiaramente il mio stato emotivo. Basta leggere tra le righe.
Buona fine settimana a tutti voi.

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti