venerdì 6 marzo 2009

Orrendo caso di stupro, numerose le vittime, precisamente 60 milioni!

Tutti i media hanno dato addosso ai due rumeni, presunti colpevoli di stupro alla Caffarella di Roma, senza neanche aspettare la conclusione delle indagini e alimentando, così, il clima di razzismo. Il dna analizzato, però, non appartiene ai due rumeni. Come la mettiamo?
Sicuramente troveranno il modo per incolparli, comunque.
Prima di procedere con l'oggetto del post, volevamo azzardare un'ipotesi sul come questi due rumeni possano essere stati accusati. Perdonateci, fin da subito, questa nostra audace fantasia.
Poiché serviva una legge capace di legittimare le ronde (che servono per difendere le donne italiane soltanto dagli stupratori non italiani), il governo avrebbe imposto ai media di andare a cercare con il lanternino ogni tipo di stupro commesso da rumeni, albanesi, marocchini, zingari, al fine di infondere nella gente un sentimento di odio nei confronti di tali culture. Dopo aver trovato qualche caso di stupro, il governo avrebbe pensato che questi non fossero ancora sufficienti per poter plasmare le coscienze degli italiani. Così, il governo avrebbe deciso di creare il caso. Dal nulla. Come? Con il vile danaro. E' una vecchia strategia. Si trova una fanciulla (mai vista in tv, dopo il presunto stupro -avete notato?-, neppure a viso coperto o a voce camuffata. Neppure da Bruno Vespa, è tutto dire!) dicevamo, si trova una fanciulla, meglio se minorenne e le si offrono dei soldi per presentare una falsa denuncia per stupro. Poi si trovano due poveri rumeni (in questo caso due), di quelli che non hanno nulla da perdere, disoccupati, magari pregiudicati e con la faccia da delinquenti e si offre loro del danaro, diciamo 200 mila euro, per far loro confessare un fatto mai commesso e farsi un po' di galera. Un facile ricatto. Tra l'altro, uno dei due rumeni ha detto che in questura lo hanno costretto a confessare, messo sotto pressione (forse i soldi li hanno dati solo all'altro).
Ma questo, lo ripetiamo, è solo fantasia.
Veniamo a noi. Si fa un gran parlare di stupri e ronde e si va a caccia di casi di questo tipo. Ma le vittime di stupro, in realtà, sono tutti gli italiani, stuprati nella loro coscienza che adesso è modificata, plagiata, abbindolata, stordita. Noi siamo le vittime di questo stupratore che ha il volto di un governo abominevole e che ha messo le mani persino nella nostra indole di Paese accogliente e ne ha modificato il carattere e l'innata predisposizione alla tolleranza. Tutta l'Italia è ormai stuprata orrendamente, fin dentro l'anima, quell'anima fatta di proverbiale dignità, di Arte e Poesia, di sole e cordialità. Tutto questo ormai è morto, perduto, violentato selvaggiamente!
Questo governo è il colpevole e dovrebbe marcire in galera!
Italiani, creiamo una gigantesca ronda e consegnamo l'esecutivo alla giustizia del popolo. Nel nome del popolo italiano!

19 commenti:

Riverinflood ha detto...

E senza chiederne il permesso allo psycho!

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Io mi permetterei di suggerire di non fare ipotesi troppo fantasiose e in verità poco rispettose verso le vittime: è come fare proprio il modo di comportarsi degli avversari.
Bisogna secondo me stigmatizzare invece le cavolate sul DNA. Io non sono un genetista, ma ricordo che, facendo la sequenziazione dell'intero DNA, seguendo il progetto di Dulbecco, si vide che in Europa non esista alcuna differenza apprezzabile di DNA tra, diciamo i finlandesi e i portoghesi. L'unica eccezione sembrerebbe essere costituita, sorprendentemente, dai baschi, che avrebbero alcune specifiche caratteristiche nel loro DNA (non chiedetemi quali, non lo so!).
Allora, se questo è vero, tutte le notizie che i media blaterano sulla possibilità che l'analisi del DNA suggerisca una nazionalità, sono emerite cavolate, e chi le propina dovrebbe essere adeguatamente sputtanato.

Mariasol ha detto...

Agli sconfitti dalle urne e dal voto popolare, i giornalisti piacciono solo quando parlano male di Berlusconi...guai a parlar male dei rumeni...

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Riverinflood
Senza chiedere permesso!

@ Vincenzo
Perfettamente d'accordo. Tra l'altro, accostare al dna una etnia è pericolosissimo. Come scrivevamo in un vecchio post, ci potrebbe essere il rischio di far ritornare in auge le stupide teorie di Lombroso, tanto care ai razzisti fascisti.

@ Mariasol
I soldi e il potere non fanno le persone oneste.

catone ha detto...

La diversità di razza (io penso che esista solo la razza umana) non è una discriminante, perché tutti gli uomini hanno uguali diritti e doveri. Per quanto riguarda il comportamento della nostra classe dirigente, mi permetto di ricordare che si sta comportando come in tutte le forme di governo a carattere autoritario, dove per distogliere la massa dei sudditi dai problemi reali, si cerca un nemico fantastico, ed in genere esterno al paese, su cui concentrare l’attenzione e convogliare il dissenso. Un saluto

XPX ha detto...

Ha detto bene Santoro ieri: siamo garantisti con chi ci pare ...

Te-Pito-O-Te-Henua ha detto...

Questo sporco gioco è fatto ha un lungo tempo in Italia per parte dei media (quelle controllate da Berlusconi) o il governo per creare questa ondata contro gli stranieri.
Pure i pregiudizi e il razzismo.
Ciao.

Le Favà ha detto...

Mi hai creato uno scenario apocalittico. Fa venire i brividi...

Tranne il sogno di arrestare il governo. Quello mi piace, ma è di parte.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ catone
Il tuo commento è ineccepibile

# XPX
E' verissimo. Ciò è indice di grande ipocrisia.

@ Sill
Sono tutte strategie che dovrebbero essere insegnate a scuola ;-)

@ Le Favà
A volte la realtà può superare la fantasia

aleph ha detto...

Mah, sarò una voce fuori dal coro riguardo al post in questione, sarà anche tutto vero sull'impianto terroristico costruito ultimamente sull'emergenza stupri , ma come donna a me anche un solo stupro, di chissachi a chissachi mi fa tremare le gambe e gridare alla castrazione immediata! Saluti.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ aleph
Non sei affatto una voce fuori dal coro. Lo stupro è un abominio e va perseguito a norma di legge. Occorre però che le indagini siano concluse e che si accertino tutte le responsabilità, prima di condannare i delinquenti. Su questo caso i giornalisti si sono comportati come sciacalli ed hanno condannato due persone a priori. Questo è dovuto al nervoso clima instaurato nel nostro Paese dai media stessi, sotto dettatura del governo.

holamotohd ha detto...

Mi associo al grido di dolore : è vero, l'Italia è stata stuprata, ed è giusto,
si, sarebbe giusto consegnare l'esecutivo alla giustizia del popolo, ma la ronda no, vi prego, no...

Danx ha detto...

V.Cucinotta: non penso proprio che il DNA riveli la nazionalità, perchè in natura i confini NON esistono :)

Carlo S. ha detto...

Prendo 2 rumeni disoccupati: offro loro denaro, nuova identità, un trasferimento in altra località, un lavoro (di questi tempi vale come oro), li faccio confessare un reato mai commesso, subiscono un bel processo assistiti dal Ghedini di turno, qualche mese di galera (magari in ospedale o cella di rigore lontano dal resto dei carcerati) ed il gioco è fatto...si chiama STUPRO DI STATO, ora, sono cominciati i pestaggi di stato (il gommista di Padova, dove nei TG nazionali si dava solo la notizia del pestaggio, in quelli locali si parla anche di impegno politico e qualche problemino con vari amici), ma la colpa è di 2 extracomunitari!!!

Vale la regola che quello che dice la TV è legge, il resto, solo illazioni...ma, questo succede solo nella Repubblica delle Banane tricolore!!!

Carlo S. ha detto...

Dimenticavo la cosa forse che è sfuggita a tutti (me compreso): con le accuse infondate si giustificherà la legge sulle intercettazioni e fuga di notizie prima della certezza di colpevolezza di reato...altra trovata di tessera 1816 per far forza e dare più peso alla sua tesi "salva delinquenti" così tutti diranno che HA RAGIONE (devo ammetterlo, il P2ista va ammirato per la capacità di perseguire SOLO i suoi scopi o di qualche STRETTO amico con la "coppola" in testa!!!).

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ holamotohd
Tutti gli italiani dovrebbero costituirsi in una immensa ronda contro il governo!

@ Carlo S.
e' vero, caspita! Questa delle accuse infondate, potrebbe essere un pretesto per far avallare e accettare la legge sulle intercettazioni. Bravo :-)

holamotohd ha detto...

@ coscienza critica
Dovremmo insorgere, sicuro, ma è la parola ronda che mi rimane indigesta: che ne dici di sommovimento popolare? Tumulto? Agitazione? Insurrezione? Rivoluzione?

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ holamotohd
L'ultima è la più nobile. Approvo.

masterblasted ha detto...

Berlusconi è un grande statista.
Andate su questo indirizzo e scegliete, nei "VIDEO CORRELATI", a sinistra, quello che si chiama "FILMATO INEDITO BERLUSCONI".
http://video.google.com/videoplay?docid=-9003995234721807718
Se non è un sosia siamo proprio rappresentati a meraviglia da questo grande statista.

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti