lunedì 23 marzo 2009

Piano Casa, l’ultima sparata del Cavaliere

Di rado ci capita di trascrivere, pari pari, le notizie scovate in rete. Questo perché ci piace anche analizzarle e volgerle con il nostro solito stile narrativo.
Oggi è uno di quei casi in cui la notizia va data così com'è. Non può essere contemplata nessuna rivisitazione o analisi, anche perché è una notizia ben caratterizzata dal pensiero di Pancho Pardi:
Berlusconi afferma con aria giuliva che in Europa vogliono copiare il suo Piano Casa. Il tono è il solito: lui è il primo in tutto, gli altri copiano. L’affermazione è generica: hanno chiesto informazioni, sono interessati alla cosa, vogliono farla anche loro... Ma non rivela chi siano gli aspiranti copiatori: ministri dei lavori pubblici, capi di governo o chi altro? Tutto deve restare prudentemente nel vago. Vi immaginate a un vertice europeo i capi di governo, con tutto quello che hanno da fare, a capannello intorno a Berlusconi per avere la dritta giusta sul Piano Casa?
Come sempre in questi casi, abituali e frequenti, il pensiero corre al "Miles gloriosus" di Plauto. In una famosa messa in scena il titolo fu tradotto: “Il vantone”, quello che le spara grosse.
Il Piano Casa sarebbe dunque la trovata per far ripartire lo sviluppo: un po’ di cemento, tondino e mattoni, un po’di tubi e apparati igienici e... oplà: ecco a voi la ripresa economica. Diavolo d’un uomo! E noi che non c’avevamo pensato!
I quotidiani subito dietro a inseguire: sondaggi prontissimi rivelano che già il 50% degli italiani pensa che l’idea sia azzeccata. Non li sfiora il dubbio che l’aumento sia facile solo nelle case mono e bifamiliari mentre nei condomini chiusi negli isolati urbani l’aumento del 20%, ma perfino del 5, è pura chimera. Sopraelevare sarà complicato e soprattutto avrà costi altissimi. Provate a immaginare solo cosa vuol dire piazzare le gru in ambienti urbani già definiti. Il massimo sarà chiudere i balconi in infissi di alluminio anodizzato. Ma chi voleva l’ha già fatto.
C’è da restare secchi a vedere che cosa può pensare il 50% degli italiani. La consonanza tra chi le spara e chi le beve può far venire in mente che l’accostamento col "Miles gloriosus" è insufficiente perché copre solo il lato della sfacciata vanteria. Manca ancora qualcosa: che sia Berlusconi il personaggio mancante del "Bouvard e Pécuchet", il celebre stupidario di Flaubert?

Fonte MicroMega

6 commenti:

MDC ha detto...

Il SovraNano ha già il suo bel da fare per garantirsi l'impunità a vita. Vieni a fare un giro su MdC

Riverinflood ha detto...

Che bella faccia quella casa della foto. Gli manca solo una bandana per copertura.

Stregatto ha detto...

mi sento sempre più avvilito...credo di avere il voltastomaco...non resisterò l'intera legislatura...comincerò a fare le valige prima che pure gli argentini capiscano che stanno mejo a casa loro...

Pietro ha detto...

i primi a volercelo copiare sono i portoghesi, aggratis ovviamente :-)

Mr. Nessuno ha detto...

Berlusconi non può essere copiato, al limite imitato in malo modo!!!
...quando mai si è visto "Dio" copiato da un qualunque essere umano? ...perchè di un Dio che stranamente, e di colpo diventato povero, stiamo parlando!!!

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Mr. Nessuno
Siamo all'apoteosi dell'imbecillità

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti