domenica 12 aprile 2009

Bisogna tagliare la testa al mostro che sta cavalcando l'onda sussultoria del terremoto!

Serve a poco dire che si punirà col carcere qualche impresario edile. Il marcio non sta soltanto nel metodo di costruzione. E quand'anche saltassero fuori i nomi dei costruttori e venissero sbattuti in carcere, avremmo anche dato sfogo alla nostra rabbia, ma giustizia non sarà fatta, non completamente. Siamo sicuri che la colpa sia tutta dei costruttori?
Chi ha firmato le leggi sull'edilizia? Chi ha concesso ben tre condoni in 30 anni? Non c'è bisogno di cercarli, sono tutti in Parlamento e al governo (solo Del Turco è andato in galera, ma per meno di un mese). Sono loro i primi a dover rendere conto al popolo italiano, di questa e di altre stragi! Questa è una strage di Stato, tantopiù che il terremoto era stato previsto.
Ora Berlusconi sta cavalcando le onde sussultorie del terremoto e in mente ha solo una cosa: investire i propri soldi sulla ricostruzione; con new towns o con cittadelle... che importa? L'importante è fare quattrini con la mafia, utilizzando una tragedia nazionale... che ci sarebbe anche da pensare a un possibile complotto (perché non si è dato ascolto a Giuliani?)!
Intanto le new towns in Abruzzo non le vogliono, il comitato dei cittadini di Onna, creato da qualche giorno e che nessuno dei politici si è preso la briga di visitare (e men che meno i media), è perentorio: niente new town! Anche il sindaco dell'Aquila è contrario (vedremo in quanto tempo cambierà idea).
Dobbiamo tagliare la testa a questo mostro, altrimenti... possiamo anche incarcerare intere aziende edili, ma una ricostruzione con questi veri sciacalli al potere ve la immaginate? Quando Berlusconi afferma che saranno incarcerati gli impresari edili, sta solo ordinando alla procura di far posto alle sue aziende per la ricostruzione! 'Mi consenta, mi tolga dai piedi queste impresucole del cavolo che ci infilo le mie, intanto agli imbecilli faccio credere che ho il polso fermo... se la berranno, come sempre.
Spero che la Rivoluzione cominci dall'Aquila'!

5 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

sono d'accordo. è un pò come quando si arresta qualche spacciatore per strada o un boss della mafia. il traffico di droga e cosa nostra non si distruggono così..bisogna andare a monte, cercare i VERi responsabili che il più delle volte sono quelli che davanti le telecamere minacciano fuoco e fiamme contro i narcotrafficanti, contro la mafia e contro chi costruisce con sabbia marina...

controcorrente83 ha detto...

dai che oggi mister B ha regalato una dentiera nuova di zecca ad una persona anziana che l'aveva persa in mezzo alle macerie. Che gesto buono... Grazie per tutti i tg che hanno dato questa notizia che fa rallegrare il cuore di tutti gli italiani! Meno male che truffolo ceeee

Riverinflood ha detto...

Non succederà niente, proprio per le stesse cose che dici tu.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ silvio di giorgio
Esatto, bisogna andare a monte... a Montecitorio!

@ controcorrente83
Oggi abbiamo assistito a un vero pezzo di tv-propaganda. Esattamente come quella nazifascista fatta con i cinegiornali. Ma anche come quella di Saddam, quando accarezzava i bambini.

@ Riverinflood
Rimango un utopista... hai visto mai...

Scalpogrigio ha detto...

Che dire...speriamo bene. Sennò non ci rimane che l'esilio volontario.

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti