giovedì 9 aprile 2009

Il papa, le opere d'arte e le opere di carità. Taci, per carità!

E' incredibile vedere come i Beni Artistici, feriti dal terremoto, siano considerati un problema da demandare ad altri, come fossero roba di scarso valore, un'incombenza di troppo da gestire.
Berlusconi decide di ricorrere ai soldi degli USA per risanare le chiese Abruzzesi colpite dal sisma. Probabilmente Berlusconi, finita l'emergenza (tra qualche anno?), si recherà alla Casa Bianca con un bel pacco-dono: 'Mister Obamaaaaa, this is a Raffaello's painting for youuuu'?
Anche il signor Ratzinger ci mette del suo e fa un appello ai laboratori di restauro, affinchè si prendano cura, ognuno, di un'opera d'arte bisognosa di restauro.
Ora, va da sè che non c'era assolutamente bisogno che si scomodasse zio Giuseppe, dal momento che le opere d'arte danneggiate... dove le vuoi restaurare se non in un laboratorio di restauro?
Allora facciamo alcune considerazioni: Ratzinger, con questo appello, sta invitando (obbligando?) i laboratori a lavorare gratis. Ma l'opera di carità -ci dovrebbe insegnare proprio lui- è un'azione che ha senso soltanto se è spontanea. In tempi di crisi, ci può essere qualche laboratorio con grande necessità di introiti, perché dovrebbe accettare l'invito del papa e lavorare gratis?
Seconda considerazione: dovrebbe essere lo Stato a intervenire sulle opere d'arte, cioè le Soprintendenze e i laboratori di restauro ad esse associati, anche in virtù del fatto che parte dei soldi destinati al Ministero dei BB.CC, provengono dai 'gratta e vinci', dalle lotterie... Soldi nostri. Perché i laboratori dovrebbero lavorare gratis?
Terza considerazione: ci risulta che uno dei migliori laboratori di restauro in Italia, insieme all'Istituto Centrale per il Restauro di Roma e l'Opificio delle Pietre dure di Firenze, sia il Laboratorio di Conservazione e restauro del Vaticano.
Scusa, Giusè, tu quante opere abruzzesi pensi di restaurare gratis?

8 commenti:

Susanna ha detto...

Ciao, vuoi andare a leggere l'ultimo post dell'aquilana Miss Kappa?
http://miskappa.blogspot.com/
Auguri!

gatta susanna

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Susanna
Ciao Susanna. abbiamo già saputo di Anna (avevamo fatto un post) e stamani le abbiamo lasciato un altro commento. Tra l'altro, abbiamo preso contatti con una tv francese (France24) che è presente a L'Aquila e abbiamo invitato i cronisti a fare luce sulla questione dei mille morti dichiarati da Anna, nonché a dare voce alla rabbia dei cittadini come Anna.
Ciao

Anonimo ha detto...

d'accordissimo....e poi sinceramente le chiese aggiustarle con i soldi degli USA quelle se le deve aggiustare la chiesa altrimenti stannoi bene come stanno , bisogno aiutare quella povera gente altro che le chiese....il Papa invece di pregare, potrebbe mettere mani al portafogli una volta tanto.....!

amatamari ha detto...

Anna necessita di un pc e connessione con chiavetta. riusciamo ad organizzarci?

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ amatamari
Ci organizziamo

Crocco1830 ha detto...

Cosa gliene frega a Berlusconi dei monumenti? Lui ha da pensare alla new town. Sarà un città senza storia nè anima? Ma il profitto non ha bisogno.

sytry82 ha detto...

Non so se sta guardando Augias in questo momento, su rai tre ha aperto la trasmissione con una proposta: se tutti i parlamentari devolvessero un mese del loro stipendio, non ci sarebbe bisogno di ulteriori finanziamenti, sono i più pagati d'europa, possono permetterselo. Meno male che lo ha detto Augias ... se lo facciamo noi ci danno dei qualunquisti.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Crocco1830
Infatti ai governi di destra non importa niente della cultura. Vedi anche Gelmini e Bondi.

@ sytry82
Parole sante di Augias. Ora guardo rai3

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti