mercoledì 13 maggio 2009

Hic sunt leones

Hic sunt leones era la frase scritta sulle antichissime carte geografiche romane, in corrispondenza del territorio africano, per descrivere quella regione ancora inesplorata.
Letteralmente, la frase significa qui ci sono i leoni, ma fin da quando ero piccolo non mi ha mai convinto l'impiego di questa frase per segnalare che l'Africa fosse un territorio inesplorato. Qualcuno ci doveva pur essere andato -mi dicevo- per constatare la presenza dei leoni! Tante volte, l'ingenuità...
Poi, il tempo e gli studi mi hanno consegnato il motivo reale di quella frase. Gli antichi romani andavano in Africa non soltanto a prelevare le fiere per le lotte gladiatorie, ma ci andavano anche e soprattutto per colonizzare e per importare mano d'opera a buon prezzo, schiavi e letterati (ad esempio Terenzio, commediografo sopraffino).
E allora perché hic sunt leones? Avrebbero potuto scrivere qui ci sono i barbari oppure semplicemente Africa.
Il fatto è che il termine leoni non indicava soltanto quel genere di felino, piuttosto la grandezza di un popolo che ha saputo dimostrare il proprio valore e il proprio coraggio nelle aspre battaglie contro i romani e che ha saputo offrire profondi insegnamenti. Un segno di rispetto, dunque, verso il popolo africano.
Oggi, qualcuno vuole equiparare quel popolo all'immondizia. Hac sunt idiotes!

9 commenti:

Lucien ha detto...

La nostra Imbarcazione, soprattutto ai posti di comando, è stracolma di Idiotes. Speriamo prima o poi di buttarli a mare senza naufragare.
Una volta sulle navi vere c'eravamo noi....

Pietro ha detto...

Sottoscrivo hac sunt idiotes, la maggioranza

Te-Pito-O-Te-Henua ha detto...

Come io ... sottoscrivo: hac sunt idiotes.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ TUTTI
Al timone ci sono gli idiotes, ma la ciurma è composta da 'imbecilles' (neologismo latinistico o latinismo neologico)

Mr. Nessuno ha detto...

CC,
questa è l'Italia dell'odio razziale e della xenofobia...come il popolo teutonico capeggiato da un nanerottolo con i baffetti di settant'anni fa...la storia insegna, le persone non imparano perchè troppo difficile...meglio guardare il calcio o il grande fratello...

Ciao

Riverinflood ha detto...

Hai perfettamente ragione sugli idioti razzisti.

Le Favà ha detto...

Bellissimo ragionamento, dico davvero. E sottoscrivo.

Luigi Morsello ha detto...

VERISSIMO !

lydia ha detto...

sono abbastanza sicura che la versione originale sia " hinc sunt leones" e non "hic". Hinc è avverbio di moto da luogo e vuol dire da qui, da questo punto. La frase, quindi suonerebbe come un monito all'andare avanti, e cioè "fermati, e fai attenzione, perchè da questo punto in poi è terra di leoni". La versione "hic", cioè qui, significa invece che in quel punto preciso ci sono i leoni, il che sarebbe quanto meno un avvertimento tardivo. Lydia

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti