domenica 21 giugno 2009

L'Iran, la carneficina e l'ONU (Organizzazione Notoriamente Ultrafallimentare)

Noi di ITALIANI IMBECILLI non siamo molto informati su tutte le attività dell'ONU, non sappiamo quanti uffici ci siano in giro per il mondo e neppure la loro originaria funzione. Però oggi siamo qui a constatare che questa organizzazione sovrannazionale è totalmente assente proprio là dove sarebbe più necessaria, ad esempio in questa crisi iraniana che ha tutta l'aria di configurarsi come un vero e proprio golpe, con tanto di brogli elettorali e vittime civili.
Da tempo immemore, infatti, la diplomazia sembra aver ceduto il passo ad ogni tipo di guerra e le risoluzioni dell'ONU sono state quasi tutte disattese. Nel 2003, Bush figlio, diede inizio alla seconda guerra in Iraq infischiandosene serenamente dell'ONU che aveva dimostrato, già allora, di non contare nulla sul piano diplomatico internazionale. E che dire di tutte quelle risoluzioni che non sono state minimamente prese in considerazione dallo Stato di Israele, nel suo folle e criminale progetto di colonizzazione dei territori palestinesi?
Quando sentiamo parlare di Consiglio di Sicurezza dell'ONU, allora, che cosa si intende? Di cosa si occupano quei 15 Paesi che lo compongono? Da quel che sta accadendo in Iran, oggi, sembrerebbe che quel Consiglio sia stato messo a tacere. Da chi?
C'è di più: nel 2007, proprio nei confronti dell'Iran, l'ONU emanava delle sanzioni (quelle sì tutte rispettate) volte a mettere in ginocchio il Paese (impossibilità di interscambi commerciali con l'estero), a causa del suo progetto nucleare.
La Corte internazionale di giustizia dell'Aja che costituisce il braccio giudiziario dell'Onu, dovrebbe occuparsi, quanto mai adesso, di garantire la pace, anche se la questione sembra -solo apparentemente- riguardare l'Iran. Invece... tutto tace, fuorché le armi dell'esercito iraniano.
Iniziative di carattere associativo-umanitario, come l'istruzione, la sanità, il commercio internazionale, sono già tra gli interessi dell'Oms, della Fao, dell'Unicef, dell'Unesco... L'ONU ha dedicato il triennio 2007-2009 alla salvaguardia del nostro pianeta e ha già raccolto dati sulle condizioni igienico-sanitarie degli Stati del mondo nel 2008. Beh, non c'è che dire, come banca dati l'ONU è davvero efficiente. Ma che se ne fanno di questi dati, oggi, gli iraniani?

4 commenti:

Non ti curar dell'oro ha detto...

Chiediamoci: come può un popolo che desidera che i suoi diritti vengano rispettati ottenere ciò che vuole in un paese totalitario come l'Iran? La risposta più ovvia sarebbe la ribellione in quanto sarebbe democraticamente impossibile risolvere qualcosa. Però domandiamoci ora come può non un popolo, ma una minoranza di esso ottenere lo stesso risultato? La ribellione risulterebbe essere solamente uno sfogo temporaneo, un'esplosione destinata ad estinguersi se non riceve aiuto dall'esterno.

coscienza critica ha detto...

Ciò che dici è vero. Morale: l'ONU non farà mai niente per questo popolo. Spero di sbagliarmi.

Peppino ha detto...

Del resto anche la Società delle Nazioni è stata completamente inutile! Prima si chiamavano guerre... ora si chiamano lotta al terrorismo ed esportazione della democrazia... complimenti!

coscienza critica ha detto...

@ Peppino
e infatti l'ONU ha cambiato solo nome. E' sempre stata soggiogata, soprattutto dagli USA

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti