mercoledì 1 luglio 2009

Le scie chimiche: un problema da nascondere? (e tre!)

Ci risiamo. Questa è la seconda volta che 'qualcuno' entra nel nostro blog, arbitrariamente e in maniera occulta, per cancellare questo nostro vecchio post. Questa è infatti la nostra terza copia.
Avete capito bene: parlare di scie chimiche dà molto fastidio, a tal punto che misteriosi personaggi (i disinformatori) non esitano a violare la privacy e i siti, per cancellare i post su questo problema mondiale che si vuol tenere nascosto: le chemtrails.
Anche oggi, diciamo a questi disinformatori che continueremo a postare questo articolo. Vorremmo quasi ringraziarli, perché ripubblicando l'articolo la verità sarà ulteriormente divulgata, insieme alla criminale attività censorea dei suddetti mistificatori. Anche in questa occasione, avvisiamo che non risponderemo ad alcun commento di anonimi e/o disinformatori vari, giacché la loro attività occulta denuncia da sola tutta la loro colpevolezza. Ecco l'articolo sulle scie chimiche:
Questo post non ha carattere divulgativo sulla natura delle scie chimiche, non può esserlo, dal momento che ormai le chemtrails rappresentano un oggettivo ed evidente fenomeno quotidiano sulle nostre teste (meno evidente nei nostri polmoni, ma terribilmente concreto). Infatti, basta cercare in rete la parola chemtrails o l’espressione scie chimiche e ci si rende conto di come queste attività clandestine, di natura militare, siano ormai diffuse nei cieli di tutto il mondo.
Perciò non mi soffermo sul perché dell’esistenza di questi aeroplani né sugli effetti nefasti delle sostanze rilasciate dagli stessi [...] Invece vorrei porre alla vostra attenzione il fatto che esiste una sorta di ‘congrega’ di disinformatori assoldati ad hoc o spinti da motivazioni legate alla loro professione che, puntualmente, là dove si parla di scie chimiche, si intromettono per delegittimare, sviare, confutare e, a volte, persino insultare chi vuol far conscere il problema (che è grande, più grande di quel che si possa pensare).
Pare ci siano ormai prove certissime sul fatto che queste scie NON SONO NORMALI SCIE DI CONDENSAZIONE, eppure si vuol far credere che il veleno sparso sulle nostre teste sia legato ad un’attività innocente. Ebbene, non mi sorprende la censura della televisione (anche se ultimamente qualche parola è stata spesa anche in TV); non mi sorprendono le numerose interrogazioni parlamentari, alle quali non sono mai state date risposte convincenti (l’ultima è quella di Antonio Di Pietro, di qualche tempo fa); non mi sorprendono le banali ed ingenue risposte dei colonnelli, meteorologi in tv, che sminuiscono il problema; non mi sorprendono i commenti nervosi di qualche disinformatore, lasciati nei vari blog che si occupano di questo problema (nel mio vecchio post, un gentile anonimo si è limitato a inserire link di siti contrari alle chemtrails; probabilmente qualcuno si farà vivo anche in questo post, ma, purché educato, sarà il benvenuto); non mi sorprende neppure il fatto che nelle pubblicità, nei manifesti, negli spot televisivi, appaiano cieli solcati da chemtrails per abituare l’occhio ad una cosa apparentemente normale, ma che normale non è. No, non mi sorprendo: mi pare evidente che ad ogni azione debba poter corrispondere una reazione.
Ma qualche tempo fa, osservando il cielo striato, ho cominciato a chiedere alla gente se per loro fosse normale vedere questi incroci di scie bianche che poi si espandevano come nuvole… qualcuno mi ha risposto stupito: ‘Ma c’è un raduno delle ‘Frecce tricolori’? A me è bastata questa risposta e me ne sono andato, anche perché le ‘Frecce tricolori’ quel giorno si esibivano in un’altra regione d’Italia, mi pare in Liguria. A parte il fatto che le normali scie di condensazione sono rare e si formano ad oltre 8000 metri di quota, ma è davvero assurdo pensare ancora che si tratti di normali aerei di linea che, a decine, si incrociano a 2000 metri sui centri abitati, simultaneamente. No?

Per maggiori informazioni sulle scie chimiche, cliccate sul nostro banner (colonna a destra) 'Scie chimiche, basta'


.

31 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao non sapevo di questo argomento e mi ha fatto piacere scoprire una cosa di cui non avevo mai sentito parlare..grazie a questi disinformatori.. :)

coscienza critica ha detto...

Evidentemente questi disinformatori non hanno capito che internet, per definizione, è una rete. Come tale è impossibile nascondere le notizie. Questo post sta già correndo in rete, su altre vie elettroniche.

Crocco1830 ha detto...

Il fatto che si cerchi di impedire di parlarne ed il fatto che in altri ambienti di informazione si trascuri completamente questo argomento, evidenzia quanto questo argomento scotti.
Si dice molto sulle scie chimiche, ma una cosa è ormai accertata e cioè che considerarle ancora semplici scie di condensazione vuol dire chiudere gli occhi.

coscienza critica ha detto...

Sì, Crocco. Queste azioni portano la firma chiarissima della loro colpa e malafede e avvalorano ulteriormente la pericolosità delle irrorazioni chimiche, legate al progetto HAARP. Non è un caso che il nostro blog viene regolarmente spiato dall'US Army e dal quartier generale della NATO (anche Google...). Ma ci sono altri 'personaggi' già catalogati che vengono 'a farci visita'. Ora stiamo pensando a una denuncia. Ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

C'e' una cosa che non comprendo: ma questi disinformatori hacker, invece di cancellare un solo post, dato che hanno modo di aggirare la password e i sistemi di sicurezza di Google, non farebbero prima a cambiarvi sia la PW che l'email di riferimento (in modo da non farvi piu' accedere) oppure, in modo radicale, cancellarvi l'intero blog?

Le Favà ha detto...

Io mi sono letto numerose cose al riguardo. Se avessi la certezza del 100% direi che potrei impazzire....

silvio di giorgio ha detto...

chiara..non mi pare il caso di suggerire...:-)

coscienza critica ha detto...

@ Chiara di notte
A loro interessa far sparire le notizie riguardanti le chemtrails. Eliminare un blog intero li metterebbe a rischio (sicuro) di denuncia. Questi aspettano che il post non compaia più nella homepage e poi attaccano.

@ Le Favà
Allora è meglio che tu non approfondisca, se non vuoi impazzire.

@ silvio
Una cosa è certa: questo loro comportamento è il sintomo precisissimo della gravità del problema. Ci sono interessi enormi da salvaguardare (sulla pelle dei cittadini).

Anonimo ha detto...

ma davvero? Addirittura?! Ho sempre visto le classiche scie bianche, ma non ci ho mai dato peso...grazie per questo articolo, vedrò di informarmi ulteriormente al riguardo

Sill Scaroni ha detto...

Solo chiarmalli disinformatori?

Questa gente sta a defendere un vero e proprio peligro per tutta la humanità. Per me questo è un atto crimanale e genocida.
Ciao.

Sill Scaroni ha detto...

* ops: crimanale=criminale

Simone ha detto...

Ciao, molto interessante come articolo, ora cercherò di informarmi meglio e con occhio critico. Io sono un grande osservatore di aerei, perchè ne sono appassionato, aerei civili intendo, con il mio binocolo cerco sempre di inquadrarli perchè quello che mi interessa in quel momento è sapere che compagnia aerea è e immaginarmi da dove sono partiti e dove sono diretti. Bhe questo per dire che osservandoli spesso noto che comunque anche gli aerei di linea tradizionali lasciano le scie anche permanenti per lungo tempo e so che dipende da parametri barici e termici, di questo sono sicuro perchè è un fenomeno fisico, ciò però non toglie che in mezzo ci siano anche veleni provocati da aerei militari per tracciare il terreno e targhettizzarlo, comunque ora vado ad aprofondire meglio.

coscienza critica ha detto...

@ Anonimo
In tutta questa storia, l'unica cosa innocente è il colore bianco di quelle scie. Peccato che contengano veleni e metalli pesanti (bario, alluminio, polimeri, zolfo, quarzo, batteri...)

@ Sill
Questa gente è pagata. Questi ammazzerebbero anche loro madre, per i soldi.

coscienza critica ha detto...

@ Simone
Allora osserva bene. Questi 'tanker' non hanno segni di riconoscimento, le scie spesso vengono rilasciate da ugelli posti in coda, lontano dai motori. Oppure gli ugelli sono posizionati in prossimità dei motori per camuffare meglio...
La scie di condensa, quelle normali, si formano a -41°C, con umidità relativa del 70% e al di sopra degli 8000 metri (fonte NASA).
Ma è evidente anche l'anomalia del volo, incrociato, a decine, a volte in formazione. Certe volte i voli sono seguiti da un elicottero di ricognizione, crediamo per raccogliere i dati dell'irrorazione.

Simone ha detto...

Addirittura l'elicottero? Così tanto caos nel cielo, e dire che lo osservo spesso, comunque cerco di farci caso più spesso d'ora in poi.

coscienza critica ha detto...

Simone, la presenza dell'elicottero non è sempre garantita. Diciamo che è 'un optional'. Per il resto, fai bene ad osservare il cielo, questo aiuta a porci delle domande.

Simone ha detto...

Adesso che ci penso un attimo è vero il fatto che le scie non sono mai da sole ma sono sempre incrociate a X e con varie striature, o meglio quando sono molto evidenti sono sempre in gruppo, nonostante comunque anche gli aerei di linea si incrociano talvolta anche 4 o 5 e per parallasse sembrano quasi scontrarsi... comunque voglio proprio farci caso....

coscienza critica ha detto...

Se può interessare, lascio il link delle prove:
http://www.tankerenemy.com/2008/06/le-prove.html

unclepeter ha detto...

esatto coscienza critica,
innanzitutto guardare il cielo e i suoi strani cambiamenti, le nuvole, i colori.

Non ti curar dell'oro ha detto...

Mi hai fatto tornar la voglia di interessarmi nuovamente a questo argomento...

forse già lo conosci, ma voglio segnalarti questo documento, un riassunto generale su ciò che si sa sulle scie chimiche

coscienza critica ha detto...

@ unclepeter
L'osservazione del cielo è alla base.

@ Non ti curar dell'oro
Grazie. Non conoscevo questo documento. E' molto ben fatto, con immagini molto esplicative e documentazioni puntuali. L'hai realizzato tu? Lo conserviamo preziosamente.

Non ti curar dell'oro ha detto...

No no, non l'ho realizzato io...! Magari!

L'ho trovato su Luogocomune.net, nella sezione Scie Chimiche.

coscienza critica ha detto...

Beh, grazie comunque. Magari ci faremo un bannerino... ;-)

Valeh ha detto...

oh mamma!

Mr.Nessuno ha detto...

Ciao CC,
riposto una parte di commento che ho inserito nella seconda tua copia: alcuni mesi fa ero a Treviso, ad una rotatoria guardando il cielo ho notato 6-7 scie orizzontali ed altrettante verticali con una geometria quasi perfetta, sulle prime non ho prestato attenzione (anche perché non sono un sostenitore delle suddette), dopo 15-20 km pensando a quanto visto mi sono pentito di non aver fatto alcune foto con il cellulare!!!

PS: fai un salto nel mio blog, troverai l'ultimo articolo che ho pubblicato interessante (non amo elemosinare le visite, lo faccio solo perché sono sicuro che ti piacerà!!!).

Ciao CC

Andrew ha detto...

interessante

System Failure ha detto...

Ciao, approfitto per fare i complimenti per il blog che seguo sempre molto volentieri.

Vi segnalo, sull'argomento, anche questo link.

coscienza critica ha detto...

@ System Failure
Grazie, System. Ci è già capitato di passare dal blog che ci hai segnalato. Hai fatto bene a linkarlo qui :-)

Simone ha detto...

Leggendo e guardando i video su youtube mi sono convinto che sono proprio chemstreil nocivissimi. Ora pochi dubbi...

Prof ha detto...

Salve, sto iniziando a scrivere un articolo sulla gente possa che entra e cancella contenuti nei blog "indesiderati" Se avete indicazioni da darmi (sulla tecnica che usano) ne vorrei parlare pubblicamente. Il mio indirizzo di mail è

lux.obnubilata@gmail.com

coscienza critica ha detto...

@ Prof
E tu chi sei? Su quale giornale scrivi?

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti