sabato 23 gennaio 2010

Sciopero degli scrutini: istruzioni per l'uso

Giacché il blocco degli scrutini comporterebbe alcuni rischi per i docenti che lo praticano, fra cui quello di essere precettati dal dirigente scolastico, la lotta della scuola può certamente convergere verso la scelta dello sciopero degli scrutini.
Lo sciopero è uno strumento legittimo che, se svolto nel periodo degli scrutini, comporta automaticamente e naturalmente il loro blocco. Il 15 gennaio scorso è stato indetto a Palermo (vedi). Intendiamoci, anche il blocco rimane uno strumento già collaudato (recentemente a Catania e a Cernusco sul Naviglio), ma per realizzarsi deve seguire una procedura più complicata, a cominciare dal fatto che deve essere indetto dai sindacati o da un rappresentante sindacale (RSU) su un tema specifico e locale.
Esiste già un'informativa sulle modalità di svolgimento dello sciopero degli scrutini. Però non copiamo qui l'informativa, questo perché intendiamo rispettare i loro autori e anche perché, copiando i post altrui, possiamo penalizzare a livello di indicizzazione il blog da cui è tratto (ci teniamo a che tutti si comportino in egual modo). Vi diamo però il link, come è giusto che sia. Si trova in QUESTO POST, al secondo capoverso e appartiene al blog 'Coordinamento 3 ottobre'.
Buono sciopero a tutti, per il futuro di questo Paese, per il futuro dei nostri figli.

target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti