domenica 28 marzo 2010

Pedofilia e celibato non sono correlati

Il cardinale Martini apre la questione del celibato dei preti in relazione agli scandali di pedofilia clericale. Dice Martini: 'l'obbligo del celibato per i preti dovrebbe essere ripensato'. Noi crediamo che questa affermazione sia pericolosa, poiché discrimina la società in due categorie (celibi e sposati), addossando ai celibi la colpa o semplicemente il sospetto di pedofilia.
Noi crediamo che il celibato non sia la causa scatenante della pedofilia. Invece pensiamo che il problema sia da ricercare nell'àmbito del protezionismo corporativo del clero, con il quale tutto viene da sempre insabbiato, protetto, nascosto. E' questo protezionismo che bisogna colpire. Finché preti e vescovi continueranno a essere impuniti, questi atti ignobili verranno sistematicamente compiuti in maniera reiterata, anche se il prete pedofilo dovesse risultare sposato.
Consideriamo i segreti vaticani come un'alta forma di sopruso clericale contro la nostra società. Potessimo aprire i forzieri che contengono i documenti e le testimonianze del clero, probabilmente verrebbe fuori molto del marciume che ammorba l'Italia ormai da duemila anni.
Perciò pensiamo che quella del cardinale Martini sia una dichiarazione stupida, pericolosa e molto probabilmente strumentale e opportunista. Se esistono esigenze di relazioni affettivo-sessuali nel clero, queste non devono essere associate ad un problema che riguarda tutta la società (discriminandola), ma devono essere poste sotto la luce particolare del bisogno naturale e biologico di quella parte di uomini e donne che vestono abiti talari.
In conclusione: il celibato dei preti è un fatto non associato alla pedofilia. Anche risolvendo la questione del celibato clericale, fintanto che ci sarà sempre una copertura del reato, gli stupri sui minori continuerebbero purtroppo a verificarsi.

Il segreto imposto da Ratzinger nel 2001

target="_blank"

3 commenti:

yellow ha detto...

omosessualità e chiesa: legame atroce.
ci potremmo fare studi approfonditi sull'argomento, basta dare uno sguardo al passato per farsene un idea.

Θάνος Δ. ha detto...

Omosessualità, pedofilia et celibato sono 3 cose totalmente diverse…
Qui in Belgio abbiamo avuto alcuni pedofili che tutto il mondo conosce adesso. Ed erano eterosessuali, sposati e 'buon padri di famiglia' come si dice in francese.

Anonimo ha detto...

Ottimo. Il corporativismo clericale... grande.

Da tradizionalista sono s'accordo con te.
E' proprio quello il punto...

D'altronde la pedofilia ha percentuali alte anche tra gli istituti scolastici ( pubblici e privati ) ma soprattutto in famiglia, il ché non implica la illogica distruzione edl'illogico ripensamento di tali entità.
Lo dico io per quanto da ortodosso sia contro il celibato dei preti.

Un saluto

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti