giovedì 24 giugno 2010

La tassa sulle periferiche di archiviazione

Avete comprato un computer, recentemente? O un cd? O una chiavetta usb? Un hard disk esterno? Una macchina fotografica digitale? Ecc? Allora sappiate che avete acquistato un prodotto a prezzo maggiorato. Il ministro Bondi, il 10 dicembre 2009, ha firmato un decreto ad hoc per imporre una tassa su qualsiasi supporto di archiviazione, sia fisso, sia estraibile. La notizia è vecchiotta, ma a noi era sfuggita e, forse, anche a qualche nostro lettore. Perciò ne parliamo.
Si tratta di una tassa che viene mascherata anzitutto dalle parole usate nel decreto, dove infatti non viene mai citata la parola 'tassa', ma 'compenso per la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi'. Compenso che va nelle tasche di chi, realmente? Questi sono tutti soldi che, alla fine, vanno nelle tasche di chi ci governa o dei loro amici, piazzati qua e là, magari anche alla SIAE. E infatti la scusa addotta dal ministro è quella relativa al diritto d'autore che verrebbe colpito a morte dall'acquisto di chiavette usb et sim. Poverini, bisogna compatirli quelli della SIAE, ultimamente li ho visti bivaccare sotto un ponte. E certamente l'Italia cadrà in malora per colpa dei nostri cd masterizzati in casa.
Un governo che arraffa a destra e a manca, senza ritegno, arrogante, con uno dei ministri alla cultura più ignobili della Storia, il Bondi di cui sopra, il quale non esita a far morire gli enti lirici e la cultura italiana, tagliando il FUS, piazzando amici incompetenti ai veritici del controllo sulle Soprintendenze, bloccando le assunzioni nel settore lirico e sinfonico. E adesso anche questa tassa. Ci domandiamo cosa potrà ancora escogitare la fervida mente di Bondi per rimpinguare le sue già gonfie tasche? Forse una tassa per chi verrà sorpreso a fischiettare 'addio Lugano bella' e 'bella ciao'? Noi, intanto, abbiamo deciso di fare i nostri acquisti all'estero (oltre che boicottare i 'big spender' che investono su mediaset).

target="_blank"

4 commenti:

Anonimo ha detto...

ahhh, aspettavo che riprendessi questo argomento.Ieri pomeriggio mi sono "deliziata" con il solito ascolto della diretta parlamentare in giorni (e notti) assai calde per il settore della cultura.
Gli unici che hanno fatto opposizione esponendo critiche assai sensate tra le quali che questo governo imbroglia gli italiani e che non è una riforma ma solo un modo per raccattare un po' di soldi, sono stati i dipietristi.Al PD il mio massimo disprezzo nella persona di Zaccaria ed un altro di cui non ricordo il nome che hanno lodato il ministro Bondi per esser stato presente ed aver ascoltato, diversamente da altri ministri.Ma cos'è questo slinguazzare? Ma forse che un Ministro non è tenuto a presenziare ai lavori che riguardano il suo dicastero? Forse che a me lavoratrice o ad altri qualcuno dice "grazie" per esser venuto a fare il proprio dovere? Durante la precedente notte sia PD che IdV avevano lottato insieme contro questo scellerato provvedimento riduttivo dei fondi per lo spettacolo..poi, oplà al PD approvano un emendamento ed allora si cambia atteggiamento e si dà addosso all'IdV.Ha detto bene un parlamentare dipietrista..oggi scopriamo che in parlamento c'è un nuovo partito Pdl-Pd.
E' uno sconcio, parlano di riforma ma di che?
Non ho scritto queste cose per partigianeria, anche perchè allo stato dell'arte se dovessi votare probabilmente non parteciperei alla buffonata...ma solo per far capire in mano a chi stiamo, che opposizione c'è..anzi non c'è e che quella poca che tenta di dar fastidio viene anche vituperata. Di Pietro sarà anche di destra...a me ora poco importa perchè il primo obiettivo è quello di buttar giù questa masnada di manigoldi.
Quanto ai prodotti tecnologici..al momento non ne ho bisogno ma se ne dovessi avere farò anche io acquisti all'estero.
Mietta
p.s.perchè la storia dei decoder dove la mettiamo?

coscienza critica ha detto...

@ Mietta
Il post nasce dopo che ci siamo accorti che qualcuno, dalla Camera dei deputati, è stato 13 ore sul blog a leggere i post su Bondi e salvandosi sul suo desktop un articolo. Il tizio ha poi fatto una ricerca in rete su questo argomento (che non conoscevamo), quindi ne abbiamo approfittato per approfondirlo un pochettino.

@ Arcureo
Non possiamo pubblicare link nei commenti, perciò il tuo intervento non è presente. Ma grazie della segnalazione (il sito 'La Voce').

Anonimo ha detto...

ahh, quanto mi piacerebbe leggere i commenti sul blog del poeta d'arcore...devono essere esilaranti!Spero di non aver annoiato con le mie chiacchiere..avevo bisogno di uno sfogo!
Mietta

coscienza critica ha detto...

I commenti servono anche per sfogarsi ;-)

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti