giovedì 10 giugno 2010

Legge bavaglio? Pronte le nostre fantaintercettazioni

Se la legge sulle intercettazioni passerà, noi di ITALIANI IMBECILLI cosa faremo? Cosa farà il popolo della rete che notoriamente divulga le notizie più scomode per il regime? Bene, questo blog inaugurerà un nuovo 'label' chiamato 'fantaintercettazioni'. Se la realtà sarà tenuta nascosta dal regime, tra un post e l'altro noi la ri-costruiremo, navigando sul VEROSIMILE. Non c'è ancora una legge che vieti di formulare ipotesi, perciò lavoreremo di fantasia e... potete giurarci, con i regimi il lavoro fantasioso paga e, molto spesso, ci si azzecca. Facciamo subito un esempio. Quello che leggerete di seguito è una fantaintercettazione telefonica tra un certo 'B' e un altro interlocutore (su quest'altro interlocutore mettecela voi la fantasia, siate liberi, sbizzarritevi).

B - Ah sì ciao, senti ti chiamo per...
X - Sì so tutto.
B - Ma... posso parlare?
X - Ormai puoi parlare liberamente, lo sai.
(risate)
B - Sinceramente, a me non piace che mi si intercetti. Io non voglio che la gente sappia...
X - Ti capisco, ma mi sembra che adesso sia tutto a posto...
B - Insomma che vadano tutti a cagare... Non mi va che i giornali pubblichino... che qualcuno indaghi su di me. Ne ho già abbastanza di telefonate intercettate che mi vedono coinvolto con troie e faccendieri...
X - Tu lo sai che qui è sempre stato tutto sotto controllo, eh... ti ho pur difeso in diretta!
B - Cazzo, mi hanno beccato persino con te, non si può lavorare così!
X- No, no, no... hai ragione.
B - Comunque adesso siamo tranquilli, per fortuna...
(risate)
X - Oh, ci mancava poco e questi...
B - Eh sì, poco davvero. Pensa se scoprivano anche le telefonate con Provenzano...
X - Non ne potevo più neanche io, vedere Marcello in ansia mi faceva stare male.
B - E cosa dovrei dire io?
(risate)
X - A proposito, hai chiamato?
B - Sì, poco fa, ho chiarito anche con la questione dei brogli... le statistiche, queste cose qui. Lui mi ha dato la sua parola.
X - D'onore (ride). Siamo in una botte di ferro.
B - Ormai sì.
(risate)
X - Quando si dice la libertà...
B - Sì, la nostra!
(risate)
X - Allora per domani facciamo al solito orario, da te?
B - Sì, sì, porta quella dell'altra sera che non era malaccio.
X - Matilde o Paola?
B - Paola, mi pare. Quella bionda, la minorenne...
X - Non c'è problema.
B - Ciao.
X - Ciao, a domani.
Possiamo dimostrare che la fantasia è ancora un'arma in mano al popolo. Non sottovalutiamola. Le fantaintercettazioni possono avvicinarsi alla realtà più di quanto possiate pensare. Le useremo ogni tanto. E anche queste servono a smuovere la coscienza. E se questo non basterà ancora... contate su di noi, abbiamo mille risorse.

target="_blank"

6 commenti:

yellow ha detto...

bravo C.c. , stravolgiamo la realtà e vediamo come va a finire, rimarranno come pesci nella rete.....

coscienza critica ha detto...

Non imbavaglieranno la fantasia (che magari aderisce alla realtà che non ci dicono).
Ciao :-)

yellow ha detto...

più di quello che pensiamo, evvai , sarà un estate calda....

yellow ha detto...

più di quello che pensiamo, evvai , sarà un estate calda....

Anonimo ha detto...

e preparare un Sicurelli nuovo...

http://italianimbecilli.blogspot.com/2009/07/il-sicurelli-un-vocabolario-per.html

dani

coscienza critica ha detto...

Dani, ci hai preso in pieno.
Acqua in bocca ;-)

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti