mercoledì 14 luglio 2010

G8 di Genova: condannati quattro poliziotti

Gli agenti di Polizia Luciano Beretti, Marco Neri, Simone Volpini e Antonio Cecere sono stati condannati in Appello per aver arrestato illegalmente due pacifisti spagnoli che, in piazza Manin, manifestavano al G8 di Genova del 2001. Quattro anni di reclusione per i primi tre agenti, mentre per Antonio Cecere la condanna è di 4 anni e 8 mesi, perché recidivo. La sentenza ribalta quella del primo grado.
Intanto si avvicina il 20 luglio e la comunità civile ricorda Carlo Giuliani (22 anni, ucciso dallo Stato in Piazza Alimonda) attraverso varie manifestazioni promosse da numerose associazioni.
La condanna di questi agenti, sommate a quelle relative alle torture avvenute nella caserma di Bolzaneto e alla scuola Diaz, dimostra chiaramente che in quel G8 vi fu un'intenzione assolutamente repressiva e premeditata delle forze dell'ordine contro i manifestanti. Ma noi che siamo popolo, non avevamo bisogno di queste sentenze per affermare che a Genova è stata compiuta un'azione di guerra efferata contro i pacifisti. E a organizzare i massacri furono Claudio Scajola, Gianfranco Fini, Roberto Castelli, Spartaco Mortola, Gianni De Gennaro, Vincenzo Canterini, Marco Minniti , Francesco Colucci, Francesco Gratteri, Giovanni Luperi. Queste sono le persone che hanno guidato le operazioni criminali degli agenti, ma che adesso occupano le posizioni più rilevanti nelle istituzioni per colpa di promozioni loro offerte dai partiti di destra e di sinistra, subito dopo il G8.
Nove anni sono passati da allora, ma per noi che siamo popolo, l'azione del tempo non basta a farci dimenticare.

target="_blank"

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Allora seguii tutta la diretta e qual'è quel deficiente che non comprese dalle riprese dall'alto che i black block erano lì per dan man forte a questi delinquenti? Sarebbe bastato isolarli, sapevano dov'erano e cosa volessero fare.
Ora..promoveatur ut moveatur, gli aguzzini invece che mandarli al gabbio si promuovono..perchè sanno e sanno troppo! Vergogne italiche ma soprattutto vergogne di un governo fascista..e non sbuffino o alzino gli occhi al cielo coloro che hanno poco sale in zucca tanto da non capirlo ma anzi, da sottovalutarlo. Io son nata dopo la fine della guerra, mio padre l'ha vissuta e subita,certo non mi ha fatto amare il fascismo nè la mancanza di libertà di pensiero e di opinione...per non parlare del
resto.
Mietta

coscienza critica ha detto...

Un cittadino accorto non saprebbe dire quali cose oneste abbia fatto questo governo, semplicemente perché non ne ha fatte.

Anonimo ha detto...

Bravo, proprio così...mi piacerebbe intervistarne uno ma come tu ben sai se chiedi nessuno ammette di averli votati. Mi piacerebbe per sentire le loro castronerie..cominciando dall'abolizione dell'ICI e per andare ben oltre; ci sarebbe da scriverci su un bel tomo.Ma mi chiedo,possibile mai che nessuno dei provvedimenti di questo (chiamiamolo) governo, abbia toccato gli interessi di alcun beota? Non parlo di leggi ad personam/s o di quella sull'informazione libera, che su quegli argomenti per me non hanno neanche una ideuzza,ma sulla finanziaria per es.?Nesusno di loro ha un marito o compagna che insegna o lavora nella PA o alla Fiat? Debbo arguire che hanno altre "entrate" ed evidentemente non troppo lecite o faticate.
Concita de Gregorio si domanda...ma che altro deve accadere' Ed anche io me lo domando, perchè il vaso è stracolmo.
Mietta

coscienza critica ha detto...

Che altro deve accadere? Guarda, provo a lanciarmi in una previsione. Il fatto è che non succederà niente per un bel po' di tempo. Nonappena nel pdl finiranno di litigare e quando quest'ondata di malaffare sarà digerita, si attuerà la tecnica del silenzio. Così sembrerà che tutto vada bene. E' una tecnica che si utilizza quando ci si accorge che l'elastico è troppo teso.
A meno che le indagini non durino parecchio. Ed è proprio questo che, paradossalmente, bisogna temere, perché allora in Italia si attuerà una nuova strategia del terrore.

Anonimo ha detto...

Un bel tappo sulla pignatta nauseabonda..eh sì, mi pare ci stiano già lavorando!Non ci dobbiamo areendere e voi che sul web ci sapete stare, dovete tentarle tutte....noi vi seguiremo ben volentieri.
Strategia del terrore,quattro morti che non c'entrano niente, un po' di bombette....la ggente si mette paura e invoca il salvatore.Puah,ma come ci siamo arrivati a tutto ciò....se mai ne usciremo fuori non avrò pietà, la mia lingua sarà biforcuta contro tutti gli imbeccili che li hanno votati e quelli che non li hanno votati ma ci hanno fatto patti.I veri responsabili sono milioni di cittadini che hanno rinunciato ai loro diritti ed a vivere in democrazia (pur con tutti i suoi difetti).
Mietta

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti