lunedì 27 settembre 2010

51^ pena capitale eseguita in Italia

La pena di morte in Italia? C'è! Avviene in carcere. Si tratta di una tecnica collaudata, sofisticata, attuata attraverso metodi psicologici e, alla fine, mascherata da suicidio.
Oggi, 27 settembre 2010, è stato trovato impiccato Mirco Sacchet, 27 anni, era in cella di isolamento nel carcere di Baldenich, Belluno. Ieri è morto Ayoub Ghaz, 26 anni, morto per aver ingerito un mix di farmaci nel carcere di Ancona. E con la morte di Mirco siamo al 51° suicidio solo nel 2010, roba da far impallidire qualsiasi Stato dove vige la pena di morte. La media è di 4 morti al mese.
Siamo di fronte a omicidi di Stato, vere e proprie esecuzioni capitali. Sì perché cosa cambia se una vita viene tolta con la sedia elettrica o attraverso tecniche di induzione? Le condizioni in cui sopravvivono i detenuti in Italia sono a dir poco sconcertanti. Non è 'soltanto' il sovraffollamento delle carceri a causare disagi e scoramenti presso i detenuti, ma la condizione generale opprimente, dove ogni respiro, ogni azione, ogni pensiero è controllato, vessato, privato della libertà, oppresso. Quando si parla di reintegro dei detenuti, di programmi riabilitativi, magari citando casi rarissimi (e facendoli vedere in tv, solo quelli), bisogna tenere in considerazione che la realtà generale è invece un'altra. Ed è tragica. Nei contesti carcerari si alimenta una condizione di violenza psicologica costante, ogni legittima e umana intimità è volutamente abolita, vietata, la convivenza forzata (ma anche l'isolamento) amplifica il disagio e la violenza, incattivisce anche i più tolleranti. Ne conseguono atti estremi che il detenuto considera 'di salvezza' che si chiamano suicidi, ma che in realtà sono operazioni di omicidio previste, calcolate da chi ha in gestione le carceri, cioè lo Stato. Uno Stato assassino e ipocrita che, come tutti gli altri, esiste in misura e in funzione della propria forza oppressiva e violenta sui cittadini. Non può esistere, infatti, uno Stato senza strumenti oppressivi, non avrebbe alcun senso. Là dove esistono gerarchie, ci sono sempre ingiustizie, quindi violenze, questo è fisiologico. Chi parla di pace e di giustizia, chi anela all'uguaglianza fra i popoli, non dovrebbe permettere che esistano gerarchie, non dovrebbe alimentarle ponendo a capo 'rappresentanti del popolo'. Non è difficile capirlo. Chi sono i rappresentanti di questi morti? Dove sono? Dov'erano? Cosa dicono adesso? Cos'hanno fatto per loro?

Sacchet Mirco 27 anni 27-set-10 Impiccagione Baldenich-Belluno

Ghaz Ajoub 26 anni 25-set-10 Avvelenamento farmaci Ancona

Minniti Bruno 23 anni 23-set-10 Impiccagione Reggio Calabria

Marocchino Detenuto 22 anni 22-set-10 Impiccagione Venezia

Maggi Ivan 22 anni 08-set-10 Impiccagione La Spezia

Consolo Francesco 32 anni 08-set-10 Inalazione gas Napoli Poggioreale

Ajadi Moez 33 anni 05-set-10 Avvelenamento farmaci Pisa

Algerino Detenuto 27 anni 26-ago-10 Impiccagione Siracusa

Panariello Raffaele 31 anni 24-ago-10 Impiccagione Sulmona (AQ)

Carbogani Matteo 34 anni 22-ago-10 Impiccagione Parma C.C.

Greco Riccardo 50 anni 11-ago-10 Impiccagione Roma Rebibbia

Hattabi Mohamed 43 anni 05-ago-10 Impiccagione Brindisi

Ramon Berloso 35 anni 04-ago-10 Impiccagione Udine

Liotta Corrado 44 anni 27-lug-10 Impiccagione Siracusa

Corallo Andrea 39 anni 23-lug-10 Taglio vene Catania Bicocca

Manfrè Rocco 65 anni 18-lug-10 Impiccagione Caltanissetta

Saba Italo 53 anni 18-lug-10 Impiccagione Sassari

Spada Antimo 35 anni 14-lug-10 Impiccagione Torino

Mantice Santino 25 anni 30-giu-10 Impiccagione Padova Reclusione

Mento Marcello 37 anni 28-giu-10 Impiccagione Giarre (Ct)

Di Marco Antonio 43 anni 15-giu-10 Inalazione gas Catania Bicocca

Coluccello Luigi 55 anni 12-giu-10 Impiccagione Lecce

Caneo Francisco 44 anni 12-giu-10 Impiccagione Opera (Mi)

Lomagna Alessandro 34 anni 06-giu-10 Impiccagione Salerno

Straniero Detenuto 30 anni 28-mag-10 Impiccagione Lecce

Caselli Aldo 44 anni 19-mag-10 Impiccagione Reggio Emilia

Franzese Domenico 45 anni 15-mag-10 Impiccagione Siracusa

Ivanov Kirilov Vasiline 33 anni 08-mag-10 Impiccagione San Vittore (Mi)

De Magro Eraldo 56 anni 06-mag-10 Impiccagione Como

Protino Gianluca 34 anni 27-apr-10 Impiccagione Teramo

Palumbo Giuseppe 34 anni 23-apr-10 Impiccagione Firenze

Bellante Daniele 31 anni 13-apr-10 Impiccagione Roma Rebibbia

Italiano Detenuto 39 anni 11-apr-10 Inalazione gas Santa Maria C.V. (Ce)

B. Carmine 39 anni 07-apr-10 Impiccagione Benevento

Iaria Romano 54 anni 03-apr-10 Impiccagione Sulmona (AQ)

Italiano Detenuto 47 anni 28-mar-10 Inalazione gas Reggio Emilia

Russo Angelo 31 anni 10-mar-10 Impiccagione Napoli Poggioreale

Sorrentino Giuseppe 35 anni 07-mar-10 Impiccagione Padova Reclusione

Giuliani Roberto 47 anni 25-feb-10 Impiccagione Roma Rebibbia

Furuli Alessandro 42 anni 24-feb-10 Impiccagione Vibo Valentia

Balsamo Vincenzo 40 anni 23-feb-10 Impiccagione Fermo

Aloui Walid 28 anni 23-feb-10 Impiccagione Padova Reclusione

Tunisino Detenuto 26 anni 22-feb-10 Impiccagione Brescia

Ben Massoud Adel 57 anni 12-feb-10 Inalazione gas Livorno

Volpi Ivano 29 anni 19-gen-10 Impiccagione Spoleto (PG)

Mohamed El Abbouby 25 anni 15-gen-10 Inalazione gas Milano San Vittore

Abellativ Eddine 27 anni 13-gen-10 Impiccagione Massa Carrara

Tammaro Antonio 28 anni 07-gen-10 Impiccagione Sulmona (AQ)

Attolini Giacomo 49 anni 07-gen-10 Impiccagione Verona

Frau Celeste 62 anni 05-gen-10 Impiccagione Cagliari

target="_blank"

8 commenti:

Anonimo ha detto...

che vergogna! gli spacciatori, ladri di poco conto ritenuti ormai irrecuperabili e trattati come poco + che bestie e i boss spietati con la tv nelle celle e cene e pranzi pagati da fuori che riescono anche a portare avanti dal carcere attività malavitose!

Anonimo ha detto...

Vabbè enfatizzare... ma mi spieghi la "media di quattro morti al giorno?"

Riverinflood ha detto...

Quando ammazzarono Bresci in carcere, i secondini boia usarono il metodo del "santantonio": bastonare la vittima avvolto nelle coperte per non lasciare tracce. Oggi i metodi sono infidi e sottili.
Un caro saluto.

coscienza critica ha detto...

4 al mese (svista), grazie della segnalazione

@ River
E' vero, oggi le tecniche sono più raffinate e non solo in questo 'settore'

Anonimo ha detto...

Senza contare che i più fetosi, i più laidi esseri in galera non ci vanno mai, o per prescrizione (non assoluzione),o per limiti di età o per magheggi che solo i ricconi si possono permettere e..caso mai vengono condannati o sono addetti ai servizi sociali (ah ah ah) o "soffriranno" agli arresti domiciliari.
Mietta

coscienza critica ha detto...

@ Mietta
Hanno chiesto il carcere per Tanzi (parmalat). Ennesima presa per il culo in vista.

Anonimo ha detto...

già, come quell'altro..non ricordo il nome, in panciolle nella sua villa tra piscina e chissà che altro :-D ci sarebbe poco da ridere in verità!Sarò giustizialistra e me ne frego, ma mi sono rotta di vedere che in galera ci vanno solo i 'poracci, mentre gli altri molto spesso non vengono neanche interdetti dai pubblci uffici...
Ciao CC
Mietta

coscienza critica ha detto...

Ciao, Mietta. Nessuno è (e sarà mai) più giustizialista dello Stato assassino.

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti