martedì 19 ottobre 2010

50 parole sulla mistificazione della Storia

Tu prendi un libro di Storia e indugia sulle mille zone oscure, su quel che non ti pare chiaro o su ciò che ti sembra incompleto. E' certo che una qualche rivoluzione popolare abbia avuto luogo proprio in quelle zone oscure: le pagine censurate dai tessitori dei regimi di Stato. Ad esempio GUARDA QUI (altro che rivoluzione!).


target="_blank"

target="_blank"

4 commenti:

Riverinflood ha detto...

Grande verità, le difficoltà però nascono nell'individuare il metodo giusto affinché i "dormienti" si accorgano dei vuoti.
Ciao!

coscienza critica ha detto...

E anche la tua è una grande verità, River.
Ciao, amico mio

Aries 51 ha detto...

E' sicuro che anche tu, C.C., con queste tue tre righe, hai scritto un libro di Storia. Sta al singolo darsi poi da fare per leggerne le infinite pagine. Qualche vuoto, con un pizzico di buona volontà, si può riempire. Ottimo Post, ciao.

coscienza critica ha detto...

Aries, sto scoprendo un universo parallelo di pagine di Storia e di artisti e di poeti... che non t'immagini. Tutti censurati. E capisco il motivo.
La censura c'è sempre stata, altro che! Altro che repubblica e democrazia!
Ciao e grazie

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti