mercoledì 3 novembre 2010

17 novembre 2010, corteo nazionale degli studenti

Dopo lo sciopero generale degli studenti dell'8 ottobre scorso, i ragazzi e le ragazze si sono autorganizzati per dar seguito ad un nuovo attacco alla 'riforma' Gelmini. Non solo, la protesta (che ormai è diffusa su tutto il territorio nazionale) vuole anche gridare contro una politica della precarietà, insulsa e dannosa per tutti, dove l'esecutivo è impegnato a risolvere i guai giudiziari di Berlusconi e a difendere l'ormai indifendibile, (e lo squallido).
La Rete degli Studenti ha prodotto un documento (nato da un'assemblea nazionale e alla quale hanno partecipato gli studenti di Milano, Torino, Bologna, Modena, Brescia e Pavia) che rilancia il conflitto sociale e propone a gran voce lo sciopero generale per bloccare tutto il Paese. Proprio in quell'assemblea è stata decisa la data del 17 novembre.
Tutte le componenti della scuola sono invitate a prendere parte al corteo, ma l'invito è esteso anche a tutta la società civile, giacché questi ragazzi stanno lottando per tutte le vittime di questa politica disastrosa.
Noi pensiamo che, di fronte a un mondo che ormai ci ride dietro per colpa di un malato mentale, sia necessario anche dimostrare che esiste un Paese civile che intende difendersi e lottare contro la sciatteria al potere.
Appuntamento a Milano, Largo Cairoli, ore 9.
Cortei in ogni città. Se nella tua non c'è, organizzalo.

Il documento

target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti