lunedì 29 novembre 2010

Una speranza per i precari della scuola

Il Tribunale di Siena ha accolto l'istanza di una insegnante precaria che, a fronte dei suoi numerosi contratti a termine già conclusi, si vede adesso inserita come insegnante di ruolo e risarcita del danno. Probabilmente il MIUR farà a sua volta ricorso, ma la sentenza si configura come un precedente importante destinato a fare giurisprudenza. D'altro canto, si fa notare che già da tempo la legge riconosce come anomalia il fatto che, dopo tre anni di precariato nel settore pubblico, non si venga automaticamente immessi in ruolo (come avviene nel privato, direttiva UE 1999/70/CE). Pertanto la sentenza del Tribunale di Siena risulta essere più che una speranza per 20 mila precari!
I docenti precari abilitati e il personale ATA con più di tre anni di precariato alle spalle, licenziati dalla Gelmini, sono pertanto invitati a prendere contatti con i sindacati, al fine di istruire al più presto la pratica per il loro ricorso, ferma restando la presenza del posto vacante. Bonne chance!

Per saperne di più

target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti