martedì 28 dicembre 2010

Spot nucleare: alcuni vostri commenti presi da facebook

Intanto il nostro articolo su quello spot televisivo continua ad essere divulgato; soltanto su facebook siamo vicini alle 14.000 condivisioni. Grazie per questa vostra presa di coscienza del problema. Ricordiamo che potete telefonare all'Antitrust per denunciare quell'ignobile spot, come abbiamo fatto noi (questo il testo della telefonata), il numero verde è 800.166.661.
La condivisione su facebook consente certamente di lasciare dei commenti, ne abbiamo raccolti una manciata per fare questo post:

seeeeeeeeeeeehh,sto link è bello ma figurate chi lo capisce

ma hai visto in quello spot come ti rigirano le parole in modo tale che tu ti mostri sicuramente favorevole all'energia nucleare?? che roba -.-

CONCORDO! ed io mi domando: ma a che diavolo è servito il famoso referendum????

forse vogliono far passare dalla finestra .. quello che non entra dalla porta...

LA CENTRALE METTITELA AD ARCORE

e' PROPRIO VERO! le persone attente non ci cascano....ma quante sono le persone attente?

Se non riusciamo nemmeno a gestire la spazzatura con che criterio gestiremo le scorie??

Sempre contro il nucleare....e visto che praticamente ho passato l'infanzia in una centrale dell'Enel so di cosa parlo

condivido e non aggiungo altro.

Stavamo appunto parlando di questo... e secondo noi gli italiani non sono più tanto imbecilli, se è subito uscito un articolo su questa cosa ;-)

Qualcuno di voi mi può soiegare che fine ha fatto il referendum che avevamo vinto contro il nucleare?????????????

alla frase, parlando delle scorie, "una volta stoccate saranno al sicuro e sotto controllo" ci voleva un coro di risate, visto che in italia non sappiamo nemmeno gestire i rifiuti ordinari.

il solito lavaggio del cervello mediatico!

mi sembrava strana come pubblicità.............

Vogliono convincerci che la merda è buona.

Questa è la tv di regime che ci chiede 180 euro di abbonamento annuo !

Giocano con i messaggi subliminali...ed a livello inconscio ti inculcano che il nucleare "s'adda fare" !!!
Che schifo!!!

Ora mi guardo lo spot .. fate attenzione anche alla conclusione e al collegamento con la riforma gelmini

La peggiore forma di schiavitu' di un popolo e' la convinzione di essere libero di scegliere:l'alienazione mentale NON E' LIBERTA' DI SCELTA.

ci hanno reso schiavi e crediamo di essere liberi...merito loro o imbecilli noi?

il bello è che ci crediamo furbi!!!!!!
ci basta mangiare una nocciolina in piu' del nostro vicino e siamo contenti!!!!
che deficienti!!!!!!!

dopo un referendum popolare, questo spot è da ritenersi sovversivo

UHm a me piacciono gli sacchi neri e la voce aspra dell'antinuclearista...MINCHIA! L'HEAVY METAL MI HA SALVATO ANCORA!! _\m/ >_< style="font-weight: bold; color: rgb(255, 0, 0);">*

* (esclamazione di una persona accortasi del fatto che esistono in rete -ahinoi- personaggi che rubano gli articoli altrui e che li spacciano per propri, non cambiano neppure il titolo, e nuocciono anche alla divulgazione. Parassiti, insomma).

target="_blank"


target="_blank"

10 commenti:

Il diario online ha detto...

Non solo... al di là di tutte le (giustissime/giustificatissime) preoccupazioni, ottimamente sintetizzate dai precedenti commenti, c'è un fatto, che nessuno pare nominare:

I MATERIALI RADIOATTIVI UTILI AL FUNZIONAMENTO DEI REATTORI SONO PRESENTI IN NATURA IN QUANTITA' BASSISSIMA...

coscienza critica ha detto...

Hai ragione, Matteo.
PS.
Saluta gli scolaretti da parte nostra.

marino ha detto...

4. Non siamo uguali: da dieci anni stiamo costruendo e sperimentando sistemi per il riscaldamento senza combustioni chimiche, per migliorare lo stato dell’inquinamento nelle nostre città. E sempre da soli e senza i soldi dello Stato … e ci siamo riusciti ed è questo che ci rende ancora più diversi da voi!
5. Non siamo uguali perché voi volete continuare a scavare ed estrarre il petrolio o il gas o l’uranio e li volete bruciare ammorbando il mondo, mentre noi siamo qui a chiedervi: “Chi riempirà quel buco che state scavando?” Un bel giorno toccherà a qualcun altro riempire quel buco … ah già … ma l’importante è che siano le future generazioni e intanto vi riempite le tasche di danaro … Eh no! Non siamo per niente uguali!
6. Non siamo uguali perché abbiamo scelto di usare l’energia della natura per far spendere meno danaro a chi sceglie la via di avere un ambiente pulito.
7. Non siamo uguali perché voi usate i soldi sottratti alle stesse persone che noi stiamo cercando di rendere più ricche (o meno povere almeno ...)
8. Non siamo per niente uguali perché quest’anno noi siamo riusciti a costruire la prima macchina residenziale (andrà in tutte le case) che non consuma più né gas né corrente.
9. Abbiamo usato strumenti che producono corrente elettrica dall’acqua dal sole e dal vento tutte cose che hanno un altro proprietario … nessuno tra i vostri conoscenti ed amici …

Anonimo ha detto...

Bella la scacchiera, è un confronto tra intelligenze …

E due gemelli uguali discutono a favore del nucleare …

Noi siamo la punta di diamante dell’innovazione, ma parliamo a nome di tutti quelli che, come noi lavorano e si stanno giocando la vita, persone ed aziende di uomini che ogni mattino sono esattamente come noi, non politici ma lavoratori e tecnici ed è da tecnici dell’energia che scriviamo, le nostre non sono opinioni politiche.

A voi che state sprecando le ricchezze pubbliche (o povertà?) per truccare la partita, dobbiamo proprio dire due cosette:
1. Non siamo uguali per niente! Forse tra il popolino ignaro troverete due gemelli del pensiero, ma noi non siamo uguali per niente.
2. Sprecando le ricchezze pubbliche (o povertà? Una volta si potevano definire ricchezze pubbliche … oggi dovremmo cominciare a chiamare le cose con il loro nome: povertà pubblica!) voi avete ottenuto lo splendido risultato di portarci alla sciagura economica con il calo del 25% nel consumo di energia perché: le aziende stanno chiudendo. È davvero ironico vedere questi discorsi quando la siderurgia consuma oltre il 40% meno. Ci pare che a furia di fare queste campagne con i soldi pubblici finiremo che l’energia non servirà più del tutto.
3. Non siamo uguali, perché noi senza alcun finanziamento né sostegno stiamo facendo e pensando ben altro.

marino ha detto...

10. Non siamo uguali perché noi vogliamo che l’energia sia democratica; vogliamo che ogni uomo sia proprietario del mezzo che produce l’energia. Vogliamo che abbia tutta quella che gli serve lì dov’è. Vogliamo che possa usarla senza misura alcuna per vivere meglio, vogliamo che quell’uomo sia più ricco, più libero e più felice. Mentre voi lo volete solo più schiavo e ricattabile da voi stessi. Guarda qui se siamo uguali …
11. Non siamo uguali perché la concentrazione in poche mani del potere energetico, che è la vostra idea, significa trasportarlo e perderne il 64% !
12. Non siamo uguali perché a voi basta mentire sul costo di produzione facendo credere che sia basso, tanto poi pagherà qualcun altro …
13. Non siamo uguali perché voi siete talmente ignoranti e vigliacchi che a fare sicurezza con delle macchine ci mettete un medico di ottant’anni che non ne capisce nulla (sarà lui il responsabile dell’incidente …?)
14. Non siamo uguali perché siete vecchi! Siete intimamente vecchi ed obsoleti, invece questo popolo e questo paese se vuole sopravvivere ha bisogno di avere respiro e futuro. Questo popolo non deve pensare di vivere con più cancro … perché anche il cancro fa economia … non è vero! Ed è un pensiero da vecchi!
15. Non siamo uguali perché noi stiamo facendo micro eolici ed accessori per il fotovoltaico che portano lo sfruttamento del pannello solare dal 14% al 100% ed il nostro micro eolico costerà talmente poco da costare meno dello stesso Contatore che voi volete vendere per farvi pagare, e fare nuove schiavitù.
16. Non siamo uguali perché noi ai nostri clienti vogliamo vendere dei prodotti, roba che si tocca con mano … mentre voi volete farvi pagare delle bollette astruse, illeggibili ed incomprensibili, in modo che si possa nascondere l’auto finanziamento tra previsioni di consumo e conguagli …
17. Non siamo uguali perché noi vendiamo un certo prodotto ad un certo prezzo. Per noi un chilo di patate costa 1 €. La prossima pubblicità, al posto degli scacchi, parlateci dei contatori elettronici e delle letture … e diteci finalmente che un chilogrammo di patate costa tot. €uro e non: = tot. + il contributo - qualcosa - circa + l’accisa + il presunto * due scale / venti gradini, ma in anticipo … sul presunto … ci sarà il conguaglio … a – che non sia già … elettronicamente defunto.
18. Non siamo uguali perché voi state apparecchiando questa sciagura planetaria con i soldi pubblici, mentre noi combattiamo la nostra battaglia con le sole nostre idee e le sole nostre forze.
19. Non siamo uguali perché noi stiamo in piedi di fronte alla Storia e non chinati di fronte al potere. Non siamo proprio per nulla nulla uguali.
20. Ma soprattutto non siamo uguali perché questa partita a scacchi anche se avete i soldi per far credere di poterla comprare e potrete dirlo quante volte volete in televisione, ma voi non sapete giocare e si vede, infatti: questa partita a scacchi …
l’avete già persa!

Anonimo ha detto...

Il Male VUOLE essere riconosciuto, affinchè si facciano delle scelte consapevoli. Questi spot hanno quel preciso scopo, anche se coloro che li propongono non ne sono consapevoli.


walter

Anonimo ha detto...

molto favorevole al nucleare basti ke un kw di energia costi al massimo un centesimo. i reattori ce li abbiamo appena fuori casa ke ci cambia la vitaaverli in casa

Jabba the Hutt ha detto...

Si iddio cane si

CIELI BLU ha detto...

Cara COSCIENZA CRITICA,visto che domani non lo posso fare causa lavoro,ti faccio a te e a tutti i lettori di ItalianiImbecilli,gli auguri di BUON ANNO.Che si porti via tutte le sconcezze alle quali abbiamo dovuto assistere in questo disgraziato anno.E che il prossimo sia davvero l'ESPLOSIONE della COSCIENZA COLLETTIVA e dell'INTELLIGENZA UMANA,(anche se ho i miei dubbi...)Namastè a tutti voi.Cieli Blu.

coscienza critica ha detto...

Cieliblu
Ringrazio e ricambio di cuore, sperando davvero che il nuovo anno porti più saggezza e coscienza critica negli uomini.

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti