lunedì 3 gennaio 2011

Rischio nucleare. L'Italia dice no (anche allo spot televisivo)

Riguardo all'articolo del 25 dicembre che smaschera le tecniche di persuasione occulta dello spot televisivo sul nucleare, diciamo che attualmente viaggiamo sulle 22 mila condivisioni soltanto su facebook. Non basta. Di fronte alla potenza della tv, la reazione della rete deve essere ancora più forte, perciò è il caso di divulgare capillarmente e massicciamente il post (lo trovate qui). Per la condivisione degli articoli, vi raccomandiamo di attenervi sempre a questi preziosi suggerimenti. E' importante.
Un altro modo per contrastare l'azione di governo in merito alla scelta screanzata del nucleare è quello di divulgare questi 15 minuti di filmato, tratto dalla trasmissione 'Presa Diretta' di Iacona. Superfluo ricordare a tutti che il governo va avanti a forza di menzogne e di propaganda televisiva. Dalla nostra parte abbiamo la forza del buon giudizio, dell'onestà e dell'amore per i futuri figli di questo pianeta: valori universali di convivenza civile e di buon senso. E' utile ricordare che lo screanzato progetto di ritorno al nucleare in Italia è legato esclusivamente a progetti privati di speculazione finanziaria, dove le varie mafie e comitati di affari potrebbero ridere alle spalle dei futuri malati di cancro, esattamente come qualcuno fece nella notte del terremoto in Abruzzo. Forse stanno già ridendo adesso. Siamo in Italia, non scordiamolo, dove anche la monnezza è un problema irrisolto, su cui mangiano tutte le mafie (istituzionalizzate e non). Buona visione.



Per vedere le nostre mappe che dimostrano i rischi legati al nostro territorio, guardate questo vecchio post.

target="_blank"

target="_blank"

7 commenti:

CIELI BLU ha detto...

Merda!...Dovrò fare un post ad-hoc sul mio blog,dopo aver visto il video di Presa Diretta,per avvertire i miei concittadini di quale GROSSO RISCHIO corriamo,visto che uno dei "siti" scelti dal governo per costruire le nuove centrali in Italia,è la piana di Scarlino,a due passi dalla mia città!!Grazie Mente Critica di aver "smosso" questa importante quistione in Rete.Cieli Blu.

coscienza critica ha detto...

Questa è una battaglia che il governo non può vincere. Bisogna mobilitare tutta la rete. Tutti gli internauti devono sentire la responsabilità di contrastare la pubblicità ingannevole della tv. Informare a più non posso. Ciao.

Anonimo ha detto...

Ciao CC, intanto buon anno...per quel che può valere questo augurio!
Oggi un giornale spiattella i nomi di coloro che hanno affidato a sè stessi l'edizione dello spot atomico finto-neutrale:

Alstom, Ansaldo Nucleare, Areva, Confindustria, Eon, Edf, Edison, Enel, Federprogetti, Gdf Suez, Sogin, Stratinvest Ru, Techint, Technip, Tecnimont, Terna, Westinghouse. I dirigenti del Forum sono Bruno D’Onghia (capo in Italia dell’Edf, gigante elettrico nucleare francese), Karen Daifuku (nota lobbista internazionale del settore), e tre dirigenti Enel: Giancarlo Aquilanti, Paolo Iammatteo e Federico Colosi...e non manca Chicchetto nostro, a suo tempo contro ma ora pro che più non si può!
Mietta

coscienza critica ha detto...

Ciao, Mietta, auguri anche a te.
Grazie della lista. Tra i soci del Forum Nucleare ci sono però anche Cisl e Uil. Chissà come mai?

Anonimo ha detto...

Mangiano tutti alla stessa greppia? Che schifo...e ancora li chiamano sindacati...
Mietta

coscienza critica ha detto...

Una greppia d'oro, pagata da noi.

Edoardo ha detto...

Non solo è pericolosa ma è un'energia che non ci serve: parola di Emilio Del Giudice.
"Le nostre idee cambiano il mondo: L'Energia che non ci serve" su Google. ;)
edoardocz

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti