mercoledì 15 giugno 2011

Lo chiamano onorevole, li chiamano onorevoli

Non spenderemo molte parole per questo vile figuro. Solo poche righe. Bastano e avanzano.
Quando la Natura mise mano al suo progetto evolutivo, oltre alle meraviglie sparse nell'Universo produsse inevitabilmente rifiuti, scarti, sterco, pezzi di brunetta che in qualche parte del pianeta dovevano pur essere stoccati (allungate voi il racconto, se volete).

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

4 commenti:

notizie del futuro ha detto...

Dalle mie parti c'è un proverbio: "anche le pulci hanno la tosse"... mi sembra adatto, soprattutto per la "grandezza" del personaggio...

Shishitsu Nari ha detto...

Brunetta mi fa un po' pena. La verità è che per lui Berlusconi è essenziale. Non tanto per i soldi, ma più perché se non ci fosse la sua spalla su cui arrampicarsi nei momenti di bisogno, ad Halloween nessuno dei due riuscirebbe a portare ai bunga bunga la maschera di un uomo a statura normale.

Aries 51 ha detto...

Prendo spunto dal tuo titolo.
Cominciamo a recuperare la nostra identità e la nostra libertà recuperando l'uso della nostra lingua madre.
Chi viola la legge delinque.
Quindi se un ministro, un capo di stato o un magazziniere della Pirelli
violano la legge, sono delinquenti.
Ogni titolo o qualifica passano in secondo piano.
Se scriviamo o parliamo di una di queste persone, facciamolo con il loro appropriato aggettivo qualificativo o sostantivo : delinquente. E di seguito per indagati, pregiudicati o affini.
La chiarezza della verità non ha prezzo.
Per il craxiano tascabile menzionato nel Post mi piace ricordare l'immagine che ne dà Faber in una delle sue poesie...

theyogi ha detto...

davvero uno spreco dedicargli qualunque parola, la foto basta e avanza.....

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti