martedì 27 settembre 2011

Dal 'siamo tutti uguali', al 'qui comando io'. J'accuse!

Denunciamo l'ipocrisia delle istituzioni che infangano l'alto ideale di libertà dell'anarchia, per poi utilizzarlo a scopo demagogico, ricevendone profitto in termini di consenso popolare (quindi anche di privilegi personali). E ci riferiamo in particolare a tutti quei casi in cui pseudo e sedicenti autorità dello Stato (ma anche della scuola, della tv, e di qualsiasi altro settore della società) utilizzano formule e slogan anarchici.
'Qui siamo tutti uguali', chi non l'ha mai sentita pronunciare nei contesti in cui una sempre presunta autorità -o aspirante tale- vuol fare presa sulla massa? E quest'altra frase: 'per me non esistono differenze, io non giudico, io non discrimino'? Bella vero? E ancora: 'io amo la libertà e non vorrei mai toglierla agli altri'. O anche le celeberrime: 'vivi e lascia vivere', 'siamo tutti fratelli e sorelle', 'non vogliamoci del male', 'la donna è uguale all'uomo ed ha gli stessi diritti'.
Basta, non se ne può più di questa ipocrisia! Vampiri travestiti da farfalle per ottenere consenso, non fanno altro che attingere dall'anarchia, salvo poi denigrarla in tutti i modi. Anche Lenin (e la cosa non ci stupisce), riconoscendo intimamente la verità di Bakunin, si è fatto strada utilizzando spesso pensieri e temi anarchici, e grazie a quelli si è poi seduto sul trono. Vergogna!
Allora, come sempre, ci tocca mettere i puntini sulle i. La differenza tra noi e coloro che usano l'anarchia a scopo autopropagandistico e pre-autoritario è abissale, sostanziale. Mentre gli anarchici non aspirano all'autorità, genitrice dei mali sociali, tutti gli altri impiegano un nanosecondo per passare dal 'siamo tutti uguali', al 'qui comando io'.
Il fatto è che l'ideale anarchico è riconosciuto da tutti come il valore più alto di solidarietà e di fratellanza, ma utilizzare la scorza degli slogan, sfruttarla a fini autoritari, è una cosa ignobile, ipocrita al massimo grado. Dobbiamo metterci d'accordo, tutti: o si dànno per buoni i princìpi anarchici oppure no. Se si dànno per buoni, allora, per cortesia, non denigrate l'anarchia, informatevi su cosa veramente essa sia, approfondite il concetto di 'qui siamo tutti uguali', scoprite da quali istanze esso proviene e dove vuole andare. Ma se l'anarchia vi fa davvero così schifo, terrore, ribrezzo, non usate i suoi slogan, non usatela in nessuna forma! State lontani da lei!

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

3 commenti:

Anonimo ha detto...

grandi, bel lavoro, continuate così, continerò sempre a seguirvi. volevo dirvi che uno dei siti da cui traggo più informazioni non esiste più, o almeno non è più disponibile. il sito è INFORMA-AZIONE.INFO. vi prego se potete darmi informazioni a riguardo, se sapete qualcosa. poi vi chiedo anche se sapete consigliarmi altri siti di informazione simili. ovviamente sono dell'idea che il sito sia stato bloccato. non possono farci questo, è davvero troppo. attendo risposte, buon lavoro!

coscienza critica ha detto...

Non abbiamo informazioni sul sito a cui ti riferisci. Dovresti chiedere direttamente a loro: informa-a@autistici.org

Ciao e grazie

Anonimo ha detto...

grazie a voi!!!

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti