lunedì 3 ottobre 2011

Teoria e metodo dei mass media: allontanare l'ascoltatore dal centro

Il lessico dei mass media è sempre controllato scrupolosamente. Esiste un codice lessicale da rispettare. Una parola al posto di un'altra fa la differenza.
Prendiamo questa notizia flash: 'sono 27 i civili uccisi dalle forze governative'. Teniamola lì.
Tutte le volte che uno Stato uccide il popolo, i media non lo dicono mai chiaramente, non dicono neppure che la colpa è del governo in carica, non lo accusano direttamente, non accusano nessuno, semmai addossano la responsabilità (mai la colpa) ad astratte entità, in questo caso sono 'le forze governative', che percettivamente appaiono come elementi occulti e staccati dalla testa del potere e aventi persino carattere valoroso ('forze').
L'ascolto di una notizia che adotta la formula 'forze governative', induce l'ascoltatore a porsi un precisa domanda, una sola, non altre: 'chi sono le forze governative'? L'ascoltatore distoglie così l'attenzione dal centro, cerca nella mente qualche altra figura, magari un plotone informe di uomini armati, non pensa direttamente al capo dello Stato o direttamente al capo del governo. Ciò avviene perchè il sistema percettivo umano esige immagini da associare alle parole. Per conseguenza, il lavoro lessicale dei media, sempre accorto, serve a sviare l'attenzione dell'ascoltatore dal vero colpevole, ponendo sul campo (percettivo) elementi esterni sui quali l'ascoltatore può agevolmente sovrapporre immagini di sua fantasia.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

1 commento:

*Dioniso*777* ha detto...

Hai detto tutto, e l'immagine che hai messo per l'articolo è l'unica soluzione...ma le masse sono drogate dai media!

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti