domenica 19 febbraio 2012

Il tribunale di Sanremo farà luce sulle scie chimiche?

Se mai esistesse un sito che si occupa di asini che volano, come reagirebbero i lettori? Verosimilmente nei seguenti modi:
1) non lo seguirebbero più.
2) lascerebbero, ognuno di loro, uno o due commenti del tipo 'ma ci prendi in giro'?
3) lo ignorerebbero a vita.

L'atteggimento di quei lettori dimostra un'ovvietà: chi può mai interessarsi di fandonie? Poniamo invece il caso che una parte di lettori di quel sito non soltanto lo frequenti con assiduità, ma continui ad attaccarlo in ogni modo, con ingiurie a carico del suo creatore, con attacchi alla sua casella di posta e al server, rubando i suoi dati personali e utilizzandoli in maniera impropria, infangando la memoria del defunto padre, copiando l'intero sito e trasformandolo in un ricettacolo di scherno, ecc ecc, allora da queste azioni si può capire che quegli asini che volano forse non sono frutto di fantasia, forse volano davvero, e che questa verità fa molto male a un qualcuno che vorrebbe tenerla nascosta, tanto da sperperare l'intera sua esistenza a diffamare e ad attaccare chi parla di 'asini che volano'.
E' quello che succede al sito tankerenemy.com, alle prese con gli ormai storici disinformatori. Solo che in quel sito non si parla di asini che volano, ma di scie chimiche, Haarp, nanotecnologie, malattie collegate alle attività clandestine militari e di governo, geoingegneria. Se le scie chimiche non fossero una realtà, se fossero cioè davvero considerate asini che volano, chi potrebbe prendersi la briga di star dietro a tankerenemy.com facendogli così tante angherie, per anni e anni, in maniera continuativa e ostinata? Ve lo diciamo noi: soltanto chi sa che la realtà delle scie chimiche, se svelata, può dare molto fastidio all'establishment e da quest'ultimo è stato assoldato per colpire il più autorevole ricercatore indipendente italiano (forse europeo) di scie chimiche, Rosario Marcianò, il quale, insieme al fratello Antonio Marcianò, è proprio il creatore del Comitato Tanker Enemy, un sito ormai famoso in tutto il mondo che ha svelato le operazioni di aerosol sui cieli del globo e ne ha dimostrato la loro pericolosità, nonché smontato pezzo per pezzo le falsità dei disinformatori. Scrive Marcianò:
'Chi ci segue da tempo saprà che, almeno dal 2005, esiste un gruppo di cosiddetti disinformatori (si autodefiniscono impropriamente "debunkers"), ben coordinati tra loro ed in tutta evidenza finanziati da frange dello Stato, giacchè attuano, 24 ore su 24 le loro azioni di stalking, unite a quasi quotidiane pubblicazioni (sui loro blog, sui forum infiltrati e nei canali video dedicati) calunniose e diffamanti. Essi costituiscono, in tutta evidenza, una vera e propria associazione a delinquere'.
Negli ultimi anni Rosario Marcianò è stato ospite in alcune trasmissioni televisive, anche nazionali, perché le scie chimiche oggi, soprattutto grazie a lui, non fanno più parte del catalogo delle 'leggende metropolitane' su cui buttare uno sguardo per sorridere un po'. Ma si vede che questa popolarità del signor Marcianò deve aver prodotto una reazione ancora più isterica nei disinformatori, dal momento che due di essi sono riusciti persino a far montare un procedimento giudiziario contro il ricercatore sanremese. L'operazione giudiziaria si configura chiaramente come il tentativo di imporre il bavaglio su un argomento scomodo. Una cosa analoga è avvenuta anche in Germania. Ma insomma, quanto spasmodico interesse e quanta preoccupazione per queste chemtrails che, come dicono i disinformatori, sono solo frutto di fantasia! Ci sarà sotto qualcosa di serio e di vero, è sicuro!
E' strano, per quel che ne sappiamo, che l'accusa nei confronti del ricercatore Marcianò sia di diffamazione e stalking, dal momento che proprio Marcianò sia sempre stato vittima di questi reati da parte dei disinformatori, con tanto di denunce da parte di Marcianò, ben sette, tutte rimaste inascoltate, inevase dalla giustizia. Numerosi, oggi i sostenitori di Marcianò stanno adoprandosi a sua difesa perché, oltre all'evidente ingiustizia compiuta sulla persona, c'è un principio umano universale assolutamente rispettabile che è quello della libera opinione: noi possiamo anche non essere d'accordo con l'opinione di qualcun altro, ma ciò non può giustificare alcun bavaglio o limitazione da parte di chicchessia, a meno che un'opinione non abbia come scopo finale la messa in opera di organismi (tecnici, politici, militari) nefasti per l'umanità. E qui ad essere nefaste sono solo le scie chimiche, non chi ne svela la pericolosità.
Ora il procedimento giudiziario che ha come scopo quello di far chiudere i siti del ricercatore, compreso quello relativo alle previsioni meteo (più precise rispetto a quelle ufficiali, poiché tengono conto degli effetti delle irrorazioni chimiche), rischia di far venire a galla tutta la verità sulle scie chimiche, cosa che ogni tribunale si è ben guardato di fare prima di adesso. E' la volta che si apriranno tutti i dossier sulle chemtrails e su Haarp?

L'appello di Rosario Marcianò (facebook)
Il caso spiegato da Rosario Marcianò
Il profilo facebook di Rosario Marcianò
Info per scrivere al giudice che si occuperà del caso (sostegno a Marcianò)

Qui sotto, un esempio di come i fratelli Rosario e Antonio Marcianò siano continuamente diffamati dai disinformatori.

Rosario Marcianò a Radio IES - Roma



ATTENZIONE: c'è una pagina in rete aperta a difesa di Marcianò che raccoglie soldi a suo favore, ma la pagina è gestita dai disinformatori. Rosario Marcianò informa: 'Gli unici referenti autorizzati a raccogliere eventuali aiuti sono di volta in volta verificabili inviandomi una email a tanker.enemy@gmail.com. Non inviate denaro se non siete sicuri con chi avete a che fare'.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

7 commenti:

Wasp ha detto...

Bell'articolo, tutto a favore di Rosario. Peccato che sia tutto falso.
Non ho capito che cosa ci sia di diffamatorio in quella vignetta: la laurea falsa?

P.S.: avete mai sentito parlare di satira?

Saluti. Wasp

coscienza critica ha detto...

A Wasp.
La tua opinione circa la falsità dell'articolo non è supportata da alcun argomento. Perciò, per quel che ci riguarda, la tua opinione è lettera morta.
In merito alla vignetta, bisognerebbe informarsi su cosa sia la satira ancor prima di appellarsi ad essa in ogni occasione.
Ciao.

DanieleD ha detto...

Speriamo che si apra sul serio il capitolo scie in tribunale, così si capisce che è tutta una tablinda antani sbiriguda e la si copre di ridicolo. Se facciamo 30 facciamo anche 31

ilcielosufirenze ha detto...

Oh ma WASP anche qua, stai piu' su siti nostri che tua, hahahahahh

Non ci fate caso, lo schifo e la puzza di questi commentatori l'ho sentita da lontano.


Organizziamoci e andiamo tutti alle udienze in tribunale

coscienza critica ha detto...

La cosa che ci dispiace è l'accanimento contro una persona, in forma persino diretta. Le opinioni possono essere additate e persino sfottute, ma non le persone che le esprimono.

Wasp ha detto...

Marcianò dichiara di aver fatto SETTE denunce contro di me. Io ne ho fatta una.
Chi dei due si accanisce?

coscienza critica ha detto...

Uno non si diverte a fare denunce, se Marcianò ne ha fatte 7 (o 4 come ho letto altrove) vuol dire che avrà avuto i suoi motivi, penso io. Le denunce non si fanno solo a causa e per conseguenza di denunce precedenti. Comunque sia, la volete smettere tutti quanti con queste denunce? Ma andate a prendervi un caffè e discutete quanto volete, di quel che vi pare. Avete opinioni diverse? Va bene, e allora? Non volete incontrarvi? Va bene lo stesso. Ma carambolina, un po' di umanità! Orsù! (che semo tutti sulla stessa barca).

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti