lunedì 14 maggio 2012

Fedeli solo al denaro, in marcia a Roma

C'era chi tradiva Cristo per 30 denari, e c'è chi tradisce se stesso per 37 euro. I partecipanti della cosiddetta 'Marcia della vita' sono andati a marciare in cambio di 37 euro (vedi), come dire: il cattolicesimo fa appello al diavolo e al suo sterco per reclutare accoliti occasionali che, con la promessa mercantile di qualche spicciolo (che di questi tempi spicciolo non è), hanno dovuto farsi carico di cause di cui probabilmente non gliene importava un fico secco. Ciò che conta sono i soldi, ecco il vero dio, soprattutto quello loro. Ciò che conta, alla fine, è una telecamera piazzata davanti al corteo per la propaganda di regime a mezzo tv. I mezzi giustificano il fine.
Non si può certo ignorare il fatto che una simile compravendita di pseudofedeli occasionali per cause programmate sia tutto tranne che un'operazione aderente ai principi predicati dai loro stessi vangeli. Coerenza zero. E osano parlare anche di carità e amore, e bla bla bla. Qui la carità è stata ricevuta non donata. Senza contare che questi manovali col codice a barre stampigliato sulla coscienza si fanno chiamare 'pro-life', ma in realtà tra di loro c'è anche gente che ha ammazzato dei medici che hanno aiutato ad abortire (vedi). Altro che pro-life, si dovrebbero chiamare 'pro-money'! Insomma a sfilare c'era il peggio della morale di Stato, se di morale si può parlare, o il meglio dell'ipocrisia ecclesiastica, fate voi. Alemanno? In testa al corteo, con Gasparri e gli altri, i paladini del neofascismo, cioè della neodemocrazia.
E se dobbiamo dire anche due paroline sulla 'causa' che questi impiegati remunerati vanno sbandierando ipocritamente, allora diciamo che impedire l'aborto significa non soltanto farci ritornare indietro culturalmente al medioevo (cosa che piacerebbe a tutti i fascismi), ma anche ritornare ad una pratica abortiva clandestina, con tutti i rischi del caso per le donne, e con un mercato nero di ostetriche improvvisate (quando va bene) che per non essere denunciate andrebbero a versare la mazzetta alle autorità, ecclesiastiche e non. E' incredibile che ancora oggi si debba denunciare queste cose che noi urlavamo in strada negli anni '70. Il primo che parla di 'progresso' gli diamo 37 euro per tacere!

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti