sabato 16 giugno 2012

L'orto in casa

Nel segno di un'autogestione anche alimentare, è importante pensare alle soluzioni più appropriate per il soddisfacimento personale. Perché è importante un orto in casa? Molti di voi pensareanno giustamente al fatto che i prodotti coltivati in casa siano naturali e a costo quasi zero, certamente, ma c'è un valore aggiunto da non sottovalutare. Un orto in casa impegna seriamente in un'attività piacevole, e tale impegno aumenta a dismisura il senso di osservazione e di attenzione nei confrontti dei frutti della natura, dei suoi ritmi, e pone l'individuo in un piano simbiotico con essa. Non è cosa da poco. Essere attivi e non passivi di fronte alla natura ci rende vivi e si viene stimolati anche al senso di solidarietà, perché curare una pianta che soffre, ad esempio, ci fa capire che ogni essere vivente ha valore e merita rispetto, cura, stima. Anche un piccolo orto sul balcone o sul davanzale è un'esperienza che gratifica in tutti i sensi, davvero tutti. Ci sono vari siti che si occupano di questi orti e insegnano anche ad essere molto creativi, altro fattore da non sottovalutare. Poi si può anche pensare di creare degli orti sociali, basta presentare in Comune un progetto e chiedere un appezzamento di terra incolta. Molti Comuni hanno adottato gli orti sociali. Buon orto a tutti/e.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti