sabato 7 luglio 2012

Insieme a Carlo, 20 luglio 2012, Piazza Carlo Giuliani -Genova-

Per tutte le info: www.piazzacarlogiuliani.org

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

3 commenti:

Annuccia ha detto...

Ciao, da poco ho a che fare con italiani imbecilli, da poco, pochi anni, mi avvicino all'anarchia, nella speranza che mi racconti un po' più di me, visto che la mia mentalità "profonda" cozza spesso con quella espressa... un malessere, una scomodità mi impongono di cercarmi anche tra di voi. Devo dire che ora mi cerco solo tra di voi, oltre che dentro me stessa, ovviamente...
italiani imbecilli è un blog fatto bene, ben scritto e non ridondante, mi pare. Mi piace, lo uso anche come piccola porta per il grande mondo dell'anarchismo.
A proposito di Carlo Giuliani: ieri ho visto "black block" e mi ha sconvolto, ho dovuto vederlo, sapevo in linea di massima cos'era successo, avevo amici lì allora, ma vedere "quello" è stato molto importante. Un tempo dicevo - me ne vergogno, in parte, ma ero un'altra, ero ancora immersa nell'imprescindibile, nell'ovvio, nella cultura che mi hanno insegnato e che mi sembra di contrastare solo per un caso...-, un tempo dicevo che Carlo Giuliani aveva un estintore, che il poliziotto era un ragazzino...
Non voglio fare commenti inutili, ho incontrato il padre di Carlo Giuliani, non c'è bisogno di dire nulla più che E' SBAGLIATO.Tutta la mia solidarietà alla famiglia e a chi crede che i violenti siano loro.
Grazie
Anna

coscienza critica ha detto...

cara Anna, le tue parole ripagano tutto l'impegno che mettiamo in questo blog da 4 anni ormai. Grazie. Ritrovare se stessi nell'anarchia è esattamente quello che tutti gli anarchici hanno vissuto e continuano a vivere, giacché l'anarchia è il modo più umano di concepire le cose della vita. E' cultura della vita, ma che ci viene negata dal loro 'ordine' innaturale e violento, e l'esempio di Carlo è lampante. Non venga mai dimenticato.
Spero che il tuo commento venga letto da tutti quelli che passano da questo blog, perché contiene la misura evolutiva tipica di coloro che riescono ad essere coscienti di quel che erano prima di capire l'anarchia.
Entrando nel merito, personalmente non ho visto quel film, non l'ho voluto vedere per vari motivi, in genere sono molto diffidente riguardo alle le trasposizioni sceniche, soprattutto se questi prodotti mediatici vengono lasciati passare dalla macchina censorea del sistema. La realtà mi basta, il mio occhio è più affidabile di quello di uno sceneggiatore e di un regista, magari pagati dallo Stato. Insomma, la vita non me la faccio interpretare. Ma questa è solo una personale idea, ognuno ne ha una propria. Del resto, hai incontrato il papà di Carlo, cioè la parte più aderente alla verità, non un film, e ti sei fatta un'idea precisa. Perciò alla tua solidarietà nei confronti della famiglia di Carlo uniamo anche la nostra da queste righe. Un abbraccio affettuoso alla famiglia, e anche a te, con Carlo nel cuore.
Ciao.

Lalla ha detto...

inoltre in quel sito si può scaricare il dvd fatto dal padre e presentato in tribunale per opporsi alla archiviazione, è molto interessante.
QUALE VERITA' PER PIAZZA ALIMONDA?
Fotografie e filmati agli atti del procedimento archiviato

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti