lunedì 13 agosto 2012

Differenza tra monarchia e repubblica

Una vera repubblica non si è mai realizzata, se si escludono gli autogoverni di natura anarchica. Una vera 'cosa pubblica' è impensabile quando ogni fazzoletto di terra appartiene alle autorità, allo Stato, ai privati istituzionalizzati. Mare, cielo e terra sono stati suddivisi e ripartiti ai gestori dello Stato, ogni bene generato dalla Natura è stato sottoposto a contratto di compravendita, dove l'acquirente è sempre il popolo, acquirente apparente di diritti naturali e fondamentali, apparente perché in realtà il contratto è di mera locazione. Unico proprietario rimane sempre lo Stato. E non basta neppure acquistare un diritto, bisogna continuare a pagarlo per tutta la vita, poiché tassato dalla Stato.
E' vero, quando la repubblica era davvero intesa come anarchia, come qualcosa di diverso dalla monarchia, cioè come qualcosa che rendesse al popolo ciò che gli appartiene per diritto naturale, è stata vessata e bombardata ogni volta. E allora la repubblica che uno Stato può propagandare è soltanto una stupida insegna, un nome allettante e retorico, ma vuoto del suo vero significato. Già nel 1873 Bakunin offriva questa indiscutibile verità sulla differenza tra monarchia e repubblica.

PS. In Italia esiste un luogo geografico dove si è instaurata una vera repubblica, un luogo dove le persone cooperano in libertà e in uguaglianza, dove le decisioni vengono discusse da tutti, si tratta della libera repubblica della Maddalena, in Val Susa. Capite ora uno dei motivi per cui le istituzioni dello Stato dànno la caccia ai valsusini e li accusano di qualunque cosa. Storia vecchia, vetusta come lo Stato.


target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti