sabato 18 agosto 2012

L'Anarchismo secondo l'Enciclopedia Britannica

Ancora oggi, diremo meglio soprattutto oggi, i dizionari dànno una definizione volutamente errata e distorta dell'anarchia, a dimostrazione del fatto che il sistema (che controlla la divulgazione del sapere e ne delimita rigidamente i confini) non tollera per propria paura la divulgazione della verità in merito a questo tema. Ma forse non tutti sanno che la prestigiosa Encyclopædia Britannica, a proposito del lemma 'anarchismo', si avvalse di Petr Kropotkin per definirla. Ecco la definizione voluta da Kropotkin.
Anarchismo:
Nome dato a un principio o teoria della vita e del comportamento, secondo cui la società è concepita senza governo, risultando l'armonia di tale società non dalla sottomissione alla legge o dall'obbedienza a un'autorità qualsiasi, ma da liberi accordi stabiliti fra gruppi numerosi e diversi, su base territoriale o professionale, liberamente costituiti per le necessità della produzione e del consumo, come anche per soddisfare l'infinita varietà dei bisogni e delle aspirazioni degli uomini civili.
Una svista del sistema? O un'etica corretta che vuole che sia un competente del settore darne la definizione? Ancorché sintetica e con riferimenti non ancora pienamente evoluti rispetto all'anarchia odierna (si era alla fine dell'Ottocento), tale definizione risulta ben diversa da quella che i dizionari vogliono darci ancora oggi, cioè 'caos, disordine e violenza', ed è aderente ad una visione dell'anarchia quale effettivamente è: assenza di dominio dell'uomo da parte dell'uomo, quindi assenza di governo, quindi libera associazione e liberi accordi tra individui, tra gruppi, tra città, tra regioni, tra nazioni, secondo le loro rispettive esigenze e senza alcun obbligo. E' dimostrato in maniera storica, antropologica e concreta, che una tale organizzazione conduce all'armonia, alla giustizia, alla pace, alla libertà, e che le comunità così autogestite (se lo vogliono anche cooperanti in una rete orizzontale con altre comunità anarchiche) maturano una coscienza di assoluta responsabilità verso se stesse e verso ogni individuo che le compone.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti