mercoledì 7 novembre 2012

Credenti catodici praticanti

C'è uno scollamento totale tra la realtà e la messinscena mediatica. Mentre il mondo è nelle piazze a protestare, il teatrino televisivo attira le masse ingenue come api al miele. E' uno squallore da vomito vedere ormai la gente parlare di tutto quello che la tv vuole che si parli. Ma il guaio più grosso è che i manovratori dello Stato non vogliono soltanto far parlare di quello che vogliono loro, che è già gravissimo, riescono pure a plagiare milioni di persone facendogli credere qualsiasi cosa. Elezioni e partiti, elezioni e partiti, elezioni e partiti. E' questo quello che tutti devono pensare, affinché agiscano di conseguenza con... elezioni e partiti! E mentre i salotti domestici si inzuppano di propaganda permanente, fuori qualcuno viene demonizzato perché protesta col cuore a forma di A. Ieri a Creta il popolo ha occupato persino la prefettura, ma davanti alla tv la gente si occupa della sua stessa inutilità! 

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

1 commento:

Alessandra veg Campo ha detto...

Noi italiani siamo un esperimento per vedere quanto siamo pecoroni,creduloni....Abbiamo il vaticano,siamo mooolto credenti in una divinità immaginaria,se crediamo a quella ci beviamo tutto quello che ci raccontano!

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti