domenica 27 ottobre 2013

Dialogo tra un alieno e un alienato


 - Mi dica, ma che razza di vita fate sul vostro pianeta?
- Qui sulla Terra, da una manciatina di millenni, abbiamo imparato a considerare naturale avere servi e padroni.
- E mi dica: questi padroni, da dove arrivano?
- In molte nazioni i padroni vengono scelti dai servi, ogni tot anni, è democrazia mica cotiche!
- Vuole forse dirmi che per voi democrazia vuol dire che il potere dei servi è quello di scegliersi i padroni?
- Ma certo! E' così che si partecipa al bene comune.
- Ci risulta dagli annali dell'Universo che però i vostri servi non hanno fatto altro che lamentarsi. Dov'è questo bene?
- Gliel'ho detto, ormai è una consuetudine, quindi è una cosa naturale e giusta stare male. Se non stiamo male, come fanno i padroni a prometterci il bene?
- Quindi, una volta eletti i padroni, quelli fanno quello che vogliono e i servi si lamentano, giusto?
- Ma certo, sennò perché esistono i servi e i padroni?
- E se i servi un bel giorno si organizzassero per autogestire la loro vita?
- Mah! Dicono che non si può fare, che non sono capaci.
- Non sono capaci? Ma non sono proprio loro a fare tutto sulla Terra?
- Sì, ma quelli fanno tutto solo se hanno il padrone a comandarli, sennò dicono che non sono capaci a fare niente, neanche a pensare a se stessi. I servi sono servi. Pensi che ogni tanto il padrone supremo li chiama per mandarli ad ammazzare la gente, e quelli ci vanno.
- Questi servi non hanno una buona considerazione di se stessi.
- Pensi che sono arrivati a dire che l'essere umano non è in grado di governare se stesso in autonomia.
- E allora... quei padroni... non sono esseri umani? Come possono pensare, i servi, che siano in grado di governare tutti?
- Beh, forse i servi pensano ancora che i padroni non siano esseri umani, che siano mandati da un qualche dio.
- Ecco, sarà per questo, anche se a noi non risulta, ma in tal caso i padroni hanno ben diritto di vita e di morte sui servi.
- Già! Essendo esseri sovrannaturali e con poteri specialissimi, i padroni si permettono di tutto.
- Nessun vantaggio per i servi?
- Nessuno, anzi, da qualche anno sono pure ben felici di pagare per eleggere i loro padroni.
- Quanto?
- 2 euro. Li pagano circa 3 milioni di servi.
- E in totale fanno 6 milioni di euro. Accidenti, potrebbero fare tante cose per sé con quei soldi.
- Gliel'ho detto, i servi non sono in grado di fare niente senza i padroni. E i padroni, essendo tali, sfruttano. E' tutto così normale e giusto, non vedo perché lei debba meravigliarsi. Anzi, sa cosa le dico? Lei è un pazzo, non ha capito niente, e se non se na va in fretta da questo pianeta chiamo gli sbirri e la faccio arrestare per sovversione dell'ordine pubblico. Come si permette di sovvertire il nostro ordine? Non vede come si sta tutti in pace e in serenità? Ci lasci lamentare in pace!
- Ah! Quindi sto parlando con un servo?
- Servo sarà lei!
- Allora lei è un padrone?
- Mi piacerebbe, certo!
- Ma se non è servo e nemmeno padrone, che razza di bipede è lei? Me ne vado a gambe levate, questo pianeta ha bisogno di cambiare nome, proporrò 'ipocrisia' all'assemblea intergalattica, così gli altri eviteranno di venirci, quando deciderete di tornare a vivere liberi se ne riparlerà, ammesso che riusciate a liberarvi dalle gabbie che i padroni vi hanno messo nella testa.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

5 commenti:

Anna Gus ha detto...

bentornati!
anna

Anonimo ha detto...

fantastico. me lo sto copiando e me lo porto appresso per farlo leggere alla bisogna. Perdero' qualche conoscena, qualche saluto e forse anche un po' di lavoro , ma chissene.
Coscienza, è tuo o un elaborato di cosa?
Grazzzzie ancora e asrrivederci.
Federica

coscienza critica ha detto...

Sì, Federica, farina del mio sacco, che condivido volentieri con te. Ciao.

Ciao Anna. Grazie del bentornati, vedremo di esserci, anche se...

Anonimo ha detto...

Grazie per aver scritto ancora, mi sento meno solo in questo spazio intergalattico di ipocriti

Marco ha detto...

Bentornati. Mi sembrano le idee del Foscolo scritte alla maniera del Leopardi (ovvero è sempre tutto come prima)

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti