martedì 24 febbraio 2009

Accordo sul nucleare tra Italia e Francia: le tecniche televisive per convincere gli italiani

Tralasceremo volontariamente i dettagli dell'accordo tra Berlusconi e Sarkozy in merito al nucleare, anche perché online si trova già parecchio materiale. Noi adesso ci portiamo avanti con il lavoro e analizziamo il metodo di lavaggio del cervello che la tv farà, nei prossimi giorni/mesi agli italiani (che ci cascheranno come pere).
Naturalmente la tv non metterà l'accento sulla nostra volontà (già espressa con un sonoro 'NO' in un referendum) o sul nostro dissenso (Berlusconi se n'è fregato di noi, incontrando Sarkozy, perché dovrebbe farlo la tv?).
Si dirà che quel referendum è stato condizionato dall'onda emotiva del disastro di Chernobyl e che gli italiani, nel 1987, non possedevano un criterio di valutazione oggettivo. Ma quale decisione ha valore assolutamente oggettivo? Sentiremo dire, perciò, che gli italiani erano stati condizionati e, mentre si dirà questo, la gente non si accorgerà di essere, proprio in quel momento, condizionata dalla tv.
Inciderà il fattore-portafoglio, si inviteranno ospiti, politici, esperti, giornalisti, attori e tuttologi a confermare che il nucleare risolverà i nostri problemi e che porterà un beneficio economico per il cittadino. Falso! Chi ci guadagnerà, semmai, è sempre quel 'lato A' dello Stato che non siamo noi (noi siamo il lato B). La bolletta leggera è solo un miraggio (avete notato che il prezzo del petrolio è sceso drasticamente, ma il costo PER NOI è mutato solo di qualche cent?).
Verranno concesse interviste a esponenti politici di parere contrario, ma una tv di regime saprà CHI intervistare, COME tagliare e montare i video, QUANDO mandarli in onda.
Ci faranno vedere anche interviste prese dalla strada, dove, su 10 intervistati, almeno 7 saranno a favore del nucleare. A casa la gente si schiererà con questi 7... la maggioranza! In realtà gli intervistati contrari al nucleare saranno di più, ma ciò che non passa in tv, non esiste.
Si parlerà delle caratteristiche tecniche delle centrali di terza generazione, facendo capire che sono sicure e si troveranno mille scuse e risposte banali, stupide, per giustificare l'impossibilità di smaltimento delle scorie radioattive. Ad esempio, si parlerà di costruire bunker di cemento e piombo con le pareti spesse anche 10 metri e a prova di bomba atomica (ma non di terremoto). Ma che mondo stiamo costruendo?
Proprio in questo momento, le redazioni televisive, anzichè fare un lavoro di ricerca e di divulgazione dei disastri del nucleare, staranno già montando servizi riguardanti le straordinarie funzionalità delle centrali nucleari sparse nel mondo.
Vedremo Piero Angela ospite in vari programmi che ci accompagnerà nello straordinario mondo del nucleare, partendo dalla composizione (o scomposizione) della materia, con i disegni animati di Bruno Bozzetto che ci mostreranno simpaticissimi elettroni che orbitano allegramente attorno a nuclei colorati... che sembrano grumi di smarties. Bello!
Si dirà che, in fondo, l'Italia si trova vicino alle centrali francesi, ma, visto che il ministro Scajola è di Imperia, vorrei sapere se sarà prevista una centrale in quella provincia.
Si parlerà di energia pulita (infatti le scorie nucleari sono pulitissime) e, per offrire una carota ai ciuchi italici, si condirà il tutto con 'ulteriori provvedimenti sull'energia eolica e solare'.
E più si parlerà di tutto questo, più sparirà dalle nostre coscienze quel referendum che fu l'espressione della nostra volontà, del nostro 'io', della nostra Libertà. E quel nostro sacro 'NO' diventerà automaticamente un idiota SI'

Leggete quel che diceva Daniele Luttazzi sul nucleare -qualche mese fa- ed i relativi commenti

27 commenti:

Riverinflood ha detto...

Un NO resta sempre un NO, malgrado il nanetto. Malgrado la mia età ogni volta resto sempre incredibilmente stupito dalla stupidità della massa.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Riverinflood
Vuoi dire che un nostro 'NO' è sacro? Che è tutelato dalla Costituzione? Che Napolitano non firmerà il decreto?

Aleph ha detto...

Mi piace , sisisi mi piace il fine di questo blog! Non sono nessuno ma sottoscrivo qualunque cosa avversa all'idiozia imperante. per quanto riguarda il nucleare si dovrebbe già cominciare una controinformazione sia a livello economico ( sarà solo una gran perdita di denaro pubblico per un misero 10 % di fabbisogno che tra l'altro ora che lo si amortizzerà finisce prima il mondo), sia a livello politico ( soliti appalti), sia a livello scientifico ( non abbiamo siti idonei in italia per conservare e stoccare le scorie)...speriamo che chi ne ha la competenza si faccia avanti in tutti i modi e non si lasci passare anche questo nell'indolenza generale che ormai ha colpito questo paese nei riguardi di ogni decisione presa dal governo.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Aleph
Ciao e benvenuto.
Constatiamo con piacere il tuo interesse al blog e all'argomento del nucleare (a tal proposito, complimenti per la divulgazione dei danni causati dal nucleare, nel mondo).
E' incredibile come gli italiani abbiano già bisogno di essere controinformati, ma hai ragione, bisogna cominciare a controinformare.
Ciao

Ed ha detto...

E io votai NO, accidenti!

progvolution ha detto...

la volontà popolare sembra non contare più nulla, come ben descrivi tu esiste ormai una volontà costruita con melassa televisiva. La facilità con cui questo popolo si fa manipolare mi fa sospettare che in realtà dietro l'ignoranza, l'intelletto labile, le paure, la demagogia si nasconda un insano cupio dissolvi.
E allora ben vengano le centrali nucleari sotto il culo dei nostri concittadini accelereranno il loro inconscio desiderio.
Chi gradirebbe averne una dietro casa può proporsi...
Sussurri obliqui

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ progvolution
Non è tanto 'cupio dissolvi' (se vuoi, anche quello, certo), quanto imbecillità cronica!
Dici bene, a volte viene voglia di mollare tutto e far precipitare gli italiani nel baratro che si sono autocostruiti!

Carlo S. ha detto...

Siamo un popolo di imbecilli!!! abbiamo fatto un referendum in cui eravamo contrari al nucleare, come minimo, un governo "democratico" rifarebbe il referendum (ma, non c'è più demopcrazia quando un corruttore p2ista decide quello che vuole solo lui, l'Italia, ormai, è cosa sua punto e basta!!!)...
E intanto qualche mese fa in Francia c'è stata una fuga radioattiva che ha contaminato un ruscello, ma, in Italia si è detto che era minima e sotto controllo (raccontiamolo agli abitanti di alcuni paesi a valle che sono stati evacuati per "sicurezza" visto che era una fuga minima!!!).

Punzy ha detto...

a parte che con le volontà referendarie berlusconi ci si pulisce il cxxo, vogliamo parlare del fatto che grazie a concorsi truccati e mazzette varie ci ritroveremo un addetto alla sicurezza nucleare come homer simpson? eh? ne vogliamo parlare?
p.s. molto interessante questo blog

holamotohd ha detto...

Il post è perfetto. Non solo è profetico, ma lo useranno i giornalisti, di cui si parlava nel post precedente, come traccia per i futuri articoli...
Non sarebbe ora di scendere in strada ogni 5 minuti, cioè ogniqualvolta il governo prende una decisione che va contro i nostri interessi??

Mi sembra impossibile che mentre andiamo verso il futuro, siamo sempre più legati al passato - che non ci insegna nulla - continuando a ripetere sempre gli stessi errori!

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Carlo S.
Vedi, Carlo? Meno male che siamo in tanti ad avere gli occhi aperti. Non sapevamo di questo incidente nucleare in Francia, grazie mille della notizia.
Sai una cosa? Quando è successo l'incidente di Chernobyl, io vivevo in Francia e... sai come ho saputo dell'incidente? La notizia, quel giorno, è stata data in 30 secondi... mi trovavo in un ospedale a far visita a un'amica, nella stanzetta c'era una tv... d'improvviso sento questa notizia... neanche il tempo di dire agli amici di stare zitti che sùbito il tg aveva cambiato servizio. Per conoscere la gravità della cosa ho dovuto scrivere una lettera a un'amica di Varese. Oggi le cose s'invertono: in Italia non si sa nulla!

@ Punzy
Benvenuta, Punzy :-)
Non posso darti torto. Se le centrali verranno costruite sai quanta mafia intorno (oltre alle scorie e ai pericoli connessi)???!!!
Grazie del complimento (fa sempre piacere) che ricambiamo.

@ holamotohd
Sì, holaL, in realtà stiamo andando indietro (ma prendendo le strade sbagliate del passato). Lo aveva profetizzato anche Umberto Eco, anzi, lo aveva anche dimostrato.
Scendere in piazza ogni 5 minuti... yes, I can!

aleph ha detto...

Sto chiedendo a dx e a manca, ma c'è qlc che mi sa dire se un referendunm può cadere in prescrizione dopo tot anni ? Ho sentito di tutto , c'è anche chi dice che uno del tipo di questo dura 10 anni....bohhhhh

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ aleph
Non credo possa decadere un referendum nazionale. Forse quelli comunali o regionali.
Guarda QUI

Aleph ha detto...

Ok grazie

Mario ha detto...

Il guaio è che troppe persone non si rendono conto delle palle che ascoltano tutti i giorni. Chi non ha mai votato per Berlusconi rischia di passare per un genio, mentre dovrebbe essere così chiaro che non c'è niente di peggio... Se lo hanno votato (e il nucleare ERA nel suo programma) adesso gli crederanno oppure se ne fregheranno. L'importante è che... Non riesco a pensare a un solo buon motivo per volersi tenere questo governo...

Roberto Ghigliotti ha detto...

sono scandalizzato!!
Io da sempre contrario a questa sinistra, da sempre votente e schierato verso il centro destra mi sento tradito! I principi non hanno colore ne schieramento..!! Dopo un referendum popolare e, vista la delicatezza dell'argomento trattato, senza entrare nel merito del fatto che sia giusto o sbagliato percorrere questa strada (e fino a prova contraria ci tengo a dire che sono per il NO al nucleare) era ns. sacrosanto diritto DECIDERE del ns. futuro!! NESSUNO PUO'prendersi la libertà di decidere cose di questo tipo senza chiedere a noi (il popolo italiano) l'autorizzazione!! Un elettore di centro destra disgustato!

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Mario
A volte anche io faccio uno sforzo per cercare di trovare qualcosa di buono in questo governo, ma... niente (a parte le curve della Carfagna)

@ Roberto Ghigliotti
Siamo sulla stessa barca, D'altra parte, anche noi di sinistra e/o anarchici siamo disgustati da coloro che ci dovrebbero rappresentare. Di fatto, tutto il Parlamento è putrido. Come dici bene tu, i principi non hanno colore nè schieramento, soprattutto quando questi principi riguardano l'Uomo (nella sua totalità) e il suo futuro.
Ciao

Matteo L. ha detto...

Ciao, mi piace questo blog e mi piacciono pure i blog che leggi. Ti andrebbe di fare scambio link? Se ti va, ti aspetto da me per farmi sapere. Grazie e arrivederci!

Mario ha detto...

Mi sono espresso male. Io non cerco qualcosa di buono nel governo. mi chiedo solo se chi lo ha votato è convinto o se capisce che cosa ha fatto. Ad esempio: che cosa ne pensa l'elettore di centro destra sulle ronde mi pare ovvio. Ma che cosa pensa del nucleare? Ha paura o no? Magari si limita a pensare ad altro...

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Mario
La tua domanda solletica anche la nostra curiosità. Già: cosa pensano del nucleare? Vedrai che in tv ci faranno vedere tanti intervistati felici di possedere sotto il sedere una centrale. Molti se ne fregheranno, penso.

Le Favà ha detto...

A dire il vero gli Italiani penderanno solamente sul fatto che il nucleare sarà vantaggioso e farà risparmiare.
Poi ponili di fronte alla superficiale equazione.

Francia+nucleare+vicino confine= Italia+importa+valanghe di soldi

Indi per proprietà ermetica televisiva:

Francia=Italia+Centralinucleari-costi importazione energia elettrica.


Chapeaux.

ps: Bello il blog

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Le Favà
Caspita che belle equazioni! Mente razionale.
I vantaggi economici, come dicevamo, sono soltanto un miraggio. E di fronte alla crisi, gli italiani abboccheranno. La tv nasconderà a dovere i veri dati e le vere informazioni.
Siamo indignati soprattutto perché, questo del nucleare, è un argomento già archiviato e lo hanno ripescato, infischiandosene della nostra volontà e del referendum.
Grazie del complimento al blog ;-)

Roberto Ghigliotti ha detto...

Vorrei rispondere a Mario.
Relativamente alle ronde non sono ne favorevole ne contrario.
Sicuramente dico che non c'era e non c'è nessun bisogno di Istuzionalizzarle.
Se come ronde s'intende un associazione di volontari che possono accompagnare e vigilare (nel senso di portare una presenza in diversi luoghi magari un po' isolati e per quelle persone che maggiormente possono temere un aggressione) sul territorio ben venga ma non c'è bisogno di nessun permesso mi pare, se invece ci si vuole sostituire alla Legge e alle Forze dell'ordine non sono assolutamente d'accordo poichè nessuno ha il diritto di fare il Poliziotto, di girare armato e perchè no anche peggio, di farsi giustizia da solo. E' vero altresì che anch'io in passato dovendo ricorrere alle forze dell'ordine (poichè una persona a me cara era stata minacciata) e sentendomi dire che senza reato non possono intervenire, mi son visto costretto a dover "scortare" la stessa con il rischio di dovermi difendere. Ma direi che sono casi particolari e pertanto sono, di norma, contrario a dare certi poteri al privato..
Volevo solo precisare.. Grazie

Animalfarm ha detto...

Mi stupisce che qualche sgherro del nano malefico non abbia affermato, con un bel sorriso ottimista, che le scorie saranno smaltite nei "termovalorizzatori" (cioè gli inceneritori che producono diossina) per produrre energia.
Ormai io mi aspetto di tutto da questa fetida cricca.
Cmq questo blog mi manda al manicomio, devo usufruirne a piccole dosi per non incrinare la mia già cagionevole salute psicomentale.

PS Ogni tanto per favore mettete qualche buona notizia...non ci sono? Bhè fate come il 99% dei giornalisti, parafrasando il titolo del blog.... un pò d'inventiva perbacco ;)

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Animalfarm
Anche a noi farebbe piacere dare belle notizie, ma la situazione sociale non permette distrazioni.

Anonimo ha detto...

E ricordiamo ci di quando nel 92 la mafia con una serie di attentati ai nostri monumenti costrinse lo stato a contrattare!
Ora con delle centrali nucleari sarà ancora più facile ricattare uno stato. Cazzo qui abbiamo la mafia, qui non siamo la Franci, non siamo come nessuno dei paesi europei. Finchè ci sarà la mafia( appalti ricoprdiamocelo ancora) in Italia io mi rifiuterò semopre di adottare misure così pericolose.
Se vogliono l'energianucleare che prima combattano i mali italiani che sono inerenti con le costruzioni.

Quello che mi fa più rabbia è che quelli che vogliono ilnucleare intascano i soldi subito e le centrali si faranno tra 20 ANNI. nEL FRATTEMPO NOI NON AVREMO NESSUN GUADAGNO( E VENT'ANNI AL GIORNO D'OGGI SONO UN' ERA PER LA TECNOLOGIA).
Ma se a centrale costruita ci sarà un qualche incidente I miei cari ministri si prenderanno l' elicotterino di stato( oppure se lo saranno permesso con i loro soldi rubacchiati qua e la, mi assumo qualunque responsabilità di queste affermazioni!) e andranno a stare nelle loro belle case ai tropici. Mentre da noi le nostre frontiere saranno peine di gente che vorrà espatriare senza nessuna speranza.
CHE BELLO STATO. Se le vogliono che le facciano davanti alle loro case con l' obbligo di risiedere nei siti per almeno 5 generazioni.
Questi sono dei settantenni che tra vent'anni sanno benissimo di non esserci più, ma viogliono guadagnarci adesso fregandosene delle vere necessità dell' italia.

QUello del nucleare è la più grande truffa che ci possa essere
Ma non possiamo farla passare. Assolutamente no, questa è una questione ancor più mportante del diritto allo scipoero a tante altre cose.

Io non voglio armi in casa mia, non voglio cose pericolose e le centrali sono pericolose. Anche se ci sono scarse probabilità di un' incidente nucleare. Nel caso idi un' incidente saremo fregati in tanti, ma non di sicuro i nostri politici( che l' ahanno voluta) o i nostri imprenditori( che l' ahnno voluta e costruita).

Io no voglio avere una bomba sotto il culo io voglio vivere tranquillo.

MAGARI PIU' POVERI MA PIU' TRANQUILLI E PIU' SANI

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Anonimo
Caro anonimo. Come facciamo a darti torto? Il tuo sfogo è pienamente condiviso.
Ciao

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti