martedì 10 febbraio 2009

Morta un'Englaro, se ne fa un'altra: la catarsi tragica è già in scena!

La strumentalizzazione di Eluana, da parte del governo e della Chiesa, non è mica finita con la morte di questa donna. No di certo! Non avrebbe neanche senso. Adesso occorre mantenere alto il livello di orrore e commiserazione, per raggiungere la catarsi tragica aristotelica e che ci condurrà dritti dritti all'individuazione del Theos apò mekanè' (deus ex machina), cioè Berlusconi.
Cerchiamo di capire bene le parole di Berlusconi. Perché ha parlato di 'caso di coscienza'? Non c'è nessun caso di coscienza. Le legge è legge e deve essere rispettata, la legge sta al di sopra e al di là della coscienza di ognuno. Ma veniamo alla costruzione scenica della catarsi italica.
Adesso l'intento del regime fascista è quello di infondere nelle coscienze degli italiani il senso del peccato, lavorando di concerto con Ratzinger -regista esperto in tragedie- che vanta un 'bacino d'utenza' non indifferente. Ma perché infondere il senso del peccato? Perché in questo modo gli italiani avranno modo di essere penitenti e supini di fronte a colui (Berlusconi+Ratzinger) che ha puntato il dito contro il popolo e gridato 'è un caso di coscienza'! Gli italiani, colpiti da questa frase e toccati nel profondo, non potranno non dargli ragione dopo che la loro coscienza sarà stata intristita e avvilita da alcuni stratagemmi drammaturgici. Come fare per avvilire la coscienza? Come fare a smuovere e a creare un senso di pietas negli animi italici? Il trucco è vecchio di 2500 anni. E' l'antica regola teatrale della tragedia.
Bisogna che il pubblico (il popolo italiano) provi due sentimenti, l'orrore e la commiserazione, al fine di raggiungere la catarsi, cioè una purificazione, una pulizia dai cattivi umori che porta lo spettatore a identificarsi nell'attore tragico (Eluana) che è anche il capro espiatorio. Già, ma come si fa a far provare orrore e commiserazione? Quali sono questi trucchi scenici?
Sono esattamente quelli che abbiamo visto ieri sera allo speciale del TG4 e a 'Porta a Porta'.
Al TG4, Fede è stato un attore consumato, recitava la sua parte con pacatezza, delicatezza, come fa un padre che descrive la fragilità delle farfalle al figlioletto. (coro greco) Oh, mirabil tenerezza! Per poi affondare con espressioni sibilline di accusa, contro i sostenitori della legge. Ah, me tapino, qual sia la legge terrena più pesante di quella della coscienza? E io ho sentito anche violini struggenti strappaviscere che commentavano le slide delle foto di Eluana e il commento della speaker sommessa, quasi in lacrime.
C'è stato posto per la commiserazione, ma anche per l'orrore, quando da Vespa è stata recitata (non a caso) la lettera del padre di Terry Schiavo che lancia strali d'accusa al padre di Eluana. Ohhh! Quale orrore! Quale abominevole atto! Che venga Zeus a punir l'assassino!
Gli italiani saranno condotti in questo giuoco e ci cascheranno, fino al collo e, senza nemmeno accorgersene, vedranno in Berlusconi la divinità scesa dal cielo a risolvere il nodo della tragedia; in fondo, egli l'aveva detto che è un caso di coscienza. Il Cavaliere sarà allora salutato come il salvatore, come colui che è posto al di sopra della legge e di ogni cosa e a cui tutto è concesso, persino di cambiare la Costituzione.
Italiani, svegliatevi! E' tutto teatro!

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Dal mio punto di vista Berlusconi era già visto come un Dio (o peggio visto che si era dichiarato l'Unto del Signore!). Solo che c'è stato un "piccolo" colpo di scena, Eluana è morta proprio nel bel mezzo di un'accanimento politico che a tratti ricordava una partita di Tennis tra magistratura + Englaro, contro Berlusconi+ Ratzinger,facendo perdere la partita ai secondi. Qualcuno grida al Miracolo e non è detto che il vero Dio non abbia deciso di manifestarsi e dare una lezione a sto patacca.

Anonimo ha detto...

Scusa. Un accanimento politico (senza apostrofo)

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Anonimo
Commento pertinente che mi vede d'accordo completamente.
A proposito della concezione divina di Berlusconi, faremo un post in merito, più in là, sempre taggato 'tv e regime'. Chiarirà, speriamo, alcuni aspetti che forse sono sfuggiti ai più.
Ciao

Riverinflood ha detto...

È il loro perfido teatro. Il nodo sta tutto lì: abbattere la quarta parete. Cosa che si può fare sovvertendo il sistema. Ahimè, mi guardo intorno e vedo tanti buoi e tante vacche. Ma credo che non si tratti solo di sostituirsi a essi con un altro potere a specchio; qui occorre un sovvertimento profondo ed epocale, per intenderci, del popolo e solo per esso. Ma, come ben sappiamo, non siamo ancora sprofondati nella merda non ce la fanno toccare del tutto. Ciò di cui ho paura è se qualcuno alla Bresci, "impazzito". dia l'esempio.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Riverinflood
Perché hai paura di un Bresci? Io lo auspicherei ed ho più paura, invece, di questo stare in bilico, di questo non toccare bene la merda. E sono d'accordo sul bisogno di un cambiamento profondo, dal basso, di coscienza comune.

Crocco1830 ha detto...

Si ci cascheranno. Il meccanismo è quasi scientifico. E viene fatto passare il messaggio (nemmeno troppo) subliminale, secondo il quale il caso Englaro è uguale a tanti altri. E tanti altri fanno scelte diverse. Ipocrisia e meschinità: una miscela pericolosa!

Te-Pito-0-Te-Henua (Sill Scaroni) ha detto...

Che numero di persone che saranno utilizzati come propaganda del fascismo di Berlusconi fino a quando non rendere conto del fatto che è in Italia?

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Sill
Bastano poche persone, ma ben strumentalizzate all'inverosimile. Eluana è servita per scopi politici e continuerà a servire anche dopo la morte.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Crocco1830
Ipocrisia e meschinità... sì... sono 'valori' della destra fascista

Calogero Parlapiano ha detto...

quello che infatti maggiormente disturba è la vergogonosa strumentalizzazione politica che si è fatta di una tragedia umana familiare e personale, minacciando anche senza mezzi termini di cambiare una Costituzione (filorussa? mah) sulla quale pochi mesi prima si era giurato e promesso!

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti