martedì 29 settembre 2009

3 ottobre 2009: Roma brucia!


Una giornata incandescente si prepara per il 3 ottobre nella capitale. Oltre alla manifestazione per protestare contro il bavaglio alla libertà di stampa, ci sarà anche la grande marcia del mondo della scuola, quest'ultima rimasta colpevolmente in penombra. In realtà, il 3 ottobre, il comparto scuola si mobiliterà energicamente sia con gli insegnanti, sia con gli studenti. Questi ultimi partiranno alle ore 9:30 da 'Piramide', mentre i docenti scenderanno in strada nel pomeriggio.
Nonostante si preveda già un numero enorme di partecipanti, occorre una mobilitazione di tutta la società civile ed è per questo che il Coordinamento di Studenti e Lavoratori della Formazione invita tutti a scendere in piazza.
Non aspettiamoci che la tv di regime ne parli e neppure la carta stampata (forse qualche titoletto), poiché questa sarà impegnata a relazionare sulla manifestazione per la libertà di stampa. Perciò è auspicabile che tutti i cortei si incontrino e protestino con un'unica grande voce. Sarebbe davvero un errore non amalgamare i gruppi e non dare vita a un movimento di massa potente, presente, pressante.
Le istanze del mondo della scuola riguardano tutti:
istruzione pubblica, di massa e di qualità
abolizione della Legge 133 e il ritiro del D.d.L. Aprea e della riforma Gelmini
dimissioni del Ministro Gelmini
blocco dei licenziamenti e l'assunzione di tutti i precari
promozione di una cultura che rifiuti ogni forma di FASCISMO, RAZZISMO e SESSISMO
difesa del valore legale del titolo di studio
Tutti i partecipanti sono invitati a documentare l'avvenimento con foto e video.

target="_blank"

5 commenti:

Le Favà ha detto...

Vorrei venirci pur io, ma non ce la faccio. Purtroppo.

Luposelvatico ha detto...

Nemmanco io. Però segnalo che anche a Torino ci sarà un presidio indetto dall'Associazione Stampa Subalpina, in piazza Carignano dalle 16 alle 19, mentre a Saluggia (VC) ci sarà dalle 16 un incontro promosso dal PD contro la costruzione del deposito nucleare destinato ad ospitare stabilmente l'80% delle scorie nucleari italiane.

Crocco1830 ha detto...

Hai ragione: la manifestazione dei precari della scuola è stata praticamente sottaciuta. Colpa anche della stampa che reclama libertà e che si è inserita con prepotenza in quella giornata.
Quanto mi ha fatto incazzare questa cosa!!!

Andrew ha detto...

tutti a roma, mai come stavolta

coscienza critica ha detto...

@ Le Favà
Ognuno fa quel che può.

@ Luposelvatico
Grazie per le info preziose. Rsistenza!

@ Crocco
Penso sia stata oscurata appositamente. Ormai non mi stupisce più niente.

@ Andrew
Chi può, vada.

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti