martedì 13 aprile 2010

'I clandestini vengono qui e ci rubano il lavoro'

'...Stuprano le nostre donne, sono sporchi, delinquono e poi finiscono tutti in galera, sono il 23%, vengono tutti qui e sono i peggiori, al loro Paese non ci fanno costruire le nostre chiese, lavorano in nero, si curano a nostre spese, sono favoriti nelle graduatorie per la casa, ci vogliono classi per soli stranieri, viva la Lega, non si vogliono integrare, aiutiamoli a casa loro'.
Sono questi i luoghi comuni più diffusi in merito alla presenza degli stranieri in Italia. Luoghi comuni che nascono da una ignoranza diffusa, innestata a forza di propaganda televisiva, a forza di retoriche fasciste e populiste, degne della più deleteria arroganza e cattiveria (partito dell'amore).
Però è sufficiente conoscere la verità per smantellare questi luoghi comuni. Ora, non pretendiamo certo che gli ignobili razzisti leggano il resto del post (troppa grazia sarebbe) e non ci sogneremo mai di convincerli che il vero progresso dell'umanità è dovuto a un continuo sincretismo culturale, ma auspichiamo che in molti prendano visione del file pdf, dove ci sono scritte tutte le risposte da dare a chi procede per luoghi comuni. Ben inteso, è molto probabile che le menti distorte dei razzisti siano talmente coriacee che, anche di fronte all'evidenza, non sappiano guardare oltre a quello che viene imposto loro dalla tv. In tal caso, portate pazienza, l'ignoranza è una brutta bestia e fa comodo soltanto ai fascismi.
Il pdf è un vero prontuario (dedicato alla 'sciura' Maria) ed è stato ideato da Andrea Civati, in collaborazione con Ilda Curti, Ernesto Ruffini, Roberto Tricarico, per un’iniziativa de La «banda» larga

CLICCA QUI e buona lettura

target="_blank"

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Questa è la lettera del generoso signore che ha donato ben 10mila euro per la retta di quei bimbi del comune leghista cui ì stato tolto il diritto alla mensa...i genitori non pagavano per i più svariati motivi non escluso quello di non aver il necessario..ed ecco i suoi commenti sugli extracomunitari. Ovviamente i genitori dei paganti non hanno gradito...allora non è questione di soldi, ma acrimonia, odio vero e proprio!!!!
Scrive belle cose questo signore..val la pena di leggerle.

http://www.scuolaoggi.org/archivio/lettera_del_benefattore_che_paga_la_mensa_ai_bambini_di_adro_io_non_ci_sto

Mietta

Anonimo ha detto...

Lo riposto perchè si son persi pezzi per strada :-D

http://www.scuolaoggi.org/archivio/lettera_del_benefattore_che_paga_la_mensa_ai_bambini_di_adro_io_non_ci_sto

Mietta

Minuccio ha detto...

L'idiozia di questa gente si è spinta a pensare che anche i cimiteri siano luoghi esclusivamente cristiani. Anche lì, vorrebbero i migranti come ospiti.
E' notizia di questi giorni, infatti, dell'opposizione di Lega e Pdl alla sepoltura di una neonata secondo il rito islamico, che vuole il defunto rivolto verso la Mecca.
A quanto pare è vero che la stupidità umana è infinita, come amava dire Einstein.

Anonimo ha detto...

Oltre ad essere idioti sono anche arroganti...ora Bossi ci dice che vorrebbe anche la presidenza del consiglio! L'ho già detto, forse...si salvi chi può...non è un paese in cui poter continuare a vivere perchè a quante nefandezze dovremmo, inermi,continuare ad assistere?
Mietta

coscienza critica ha detto...

Bossi vuole anche prendersi le banche del nord (notizia di poco fa).

Anonimo ha detto...

Sì, mi era sfuggito! Intanto muore una bimba musulmana e la Lega le nega la tomba....carogne, dovreste marcire dove so io!
Mietta

Anonimo ha detto...

Ops, mi scuso...non mi ero accorta che la notizia era già stata resa nota da Minuccio.
Mietta

Anonimo ha detto...

Ma non è finita...ecco il questionario per i bimbi delle elementari della Gelmini, addestrata forse nella Spektre... e la proposta ad Udine di piazzare delle spie leghiste per individuare i pazienti non di pura razza ariana...Ci potrà essere perdono umano per queste carogne?Mietta

Anonimo ha detto...

Bellissimo documento, lo pubblichero' anche sul mio blog. A proposito di immigrati avrei un commento da fare. Un paio di giorni fa ho incontrato un cittadino statunitense, nato e cresciuto in america, non parlava una parola di italiano. Eppure in virtu' del fatto che suo padre (o forse addirittura suo nonno, non ho indagato) erano nati in Italia, lui aveva il passaporto (quindi la cittadinanza) italiana. Di persone come lui ne conoscosco diverse (statunitensi ma soprattutto sudamericani). Questa cosa mi ha fatto pensare. Possibile che un bambino nato in Italia, che va a scuola in Italia, che parla italiano e vive come un italiano non abbia la minima possibilita' di avere il passaporto italiano, mentre un cittadino americano che non e' mai stato in Italia e non parla una parola di italiano lo possa avere in virtu' del fatto che suo nonno era nato in Italia (e magari a sua volta era emigrato da bambino!). Boh, a me sembra una tale ingiustizia!

Saluti
Fri

coscienza critica ha detto...

Fri, forse è meglio che non lo pubblichi

Anonimo ha detto...

@ Coscienza critica. In che senso?
Fri

Anonimo ha detto...

@ Coscienza critica. In che senso?

Fri

coscienza critica ha detto...

Fri, come avrai notato abbiamo escluso la funzione di selezione del testo. C'è un motivo. Ti prego di leggere questo articolo:
http://italianimbecilli.blogspot.com/2010/01/metodologia-della-condivisione-sul-web.html

Anonimo ha detto...

Ah, in quel senso! certo che non farei un copia-incolla, so come funzionano le cose, stai tranquilla. Intendevo dire che metterei il link e magari farei qualche citazione da commentare direttamente, ma solo con frasi isolate.

Salut
Fri

coscienza critica ha detto...

Brava. Stai attenta al titolo, non deve essere uguale ;-)
Saluti

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti