venerdì 15 luglio 2011

Facile fare i 'miracoli' col culo del popolo!

Quello che ci manda in bestia è che i politici vogliono anche prendersi il merito di questo che invece è un grandissimo sacrificio del popolo: la manovra economica, l'ennesima. Giorgio Napolitano, classe 1925, ha osato parlare di miracolo in merito all'iter parlamentare accelerato per il varo della manovra economica. Miracolo di chi? Dei parlamentari? Non diciamo eminenti stronzate! Ma quello di tassare la gente non è forse il mestiere ordinario dei parlamentari? Quello per cui vengono pagati da noi? Altro che miracolo del parlamento! Qui il miracolo lo fa sempre il popolo, da che Stato è Stato! Da che parlamento è parlamento! E allora cosa dovrebbero dire il disoccupato, la massaia, il pensionato, il precario, l'operaio, l'insegnante, ecc? Glielo diciamo noi, caro Napolitano, cosa dovrebbero dire o dirle: siamo noi che da sempre portiamo avanti la baracca, con i nostri sacrifici che, quelli sì, sono davvero dei miracoli! E ci provi lei, Napolitano, a sopravvivere con 1000 euro al mese! Ci provi lei a far parte di quel 13% di popolazione ormai sotto la soglia della povertà! E lei ci viene a parlare di miracoli del parlamento? Queste sono idiozie istituzionalizzate spacciate a mo' di propaganda di Stato! Ecco cosa le direbbe il popolo italiano, caro Napolitano (e indovini il senso di quel 'caro')!
Ma non è finita qui. Oltre al 'miracolo', sembra che Napolitano abbia aggiunto 'si vedono cose serie'. Ma dove? In parlamento? Vogliamo stendere un velo pietoso? Oppure esaminiamo davvero la 'serietà' di un parlamento che, a fronte dei sacrifici inflitti al popolo, aumenta privilegi e stipendi ai parlamentari? E questa sarebbe serietà del parlamento? Sarebbe serietà quella di accogliere sugli scranni autoritari culi corrotti e corruttori, mafiosi, piduisti, soubrettine e cocainomani?
La verità è solo una: lo Stato ha necessità vitale di autopropagandarsi, sennò morirebbe nel giro di un mese, così ogni frase viene soppesata e divulgata per dare lustro e importanza alle istituzioni che operano sul popolo azioni autoritarie inaudite.
Noi non ci caschiamo più. Noi sappiamo che lo Stato mente sapendo di mentire. Noi sappiamo che ogni informazione divulgata è una menzogna, è solo propaganda di Stato che esalta se stesso, le sue forze armate, i suoi burocrati e i suoi lacché, censurando sistematicamente la verità più profonda. E se il popolo imparerà a dubitare di ogni informazione di Stato, se imparerà a capire che è tutta una propaganda, si aprirà per lui un portale di meravigliosa verità. E poi sì che i parlamentari dovranno fare dei veri miracoli per rimanere in vita (politica)!

PS. A proposito, esprimete liberamente la vostra opinione nel nostro sondaggio, sotto il blogroll.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Il vero miracolo lo sta facendo, e da anni, il popolo Italiano. Mentre abbiamo troppi Fannulloni(politici di maggioranza) che stanno prosciugando la nazione. Un solo consigli, dal premier in giu': VERGOGNATEVI, AVETE DISTRUTTO L'ITALIA.

Vespasiano ha detto...

L'amatissimo Presidente Napolitano in serata ha rincarato la dose dicendo che il popolo italiano deve essere grato al parlamento!!
Questi vivono fuori dalla realtà,mi auguro quanto prima un brusco risveglio per lor signori,il debito pubblico l'hanno creato loro e i governi precedenti,CHE SE LO PAGHIMO e non rompano i coglioni a noi,sono più di 25 anni che chiedono sacrifici al popolo ma le cose sono solo peggiorate,INCAPACI ANDATE A COLTIVARE PATATE sempre se ne siete capaci,TRADITORI.

Anonimo ha detto...

Non pagare piu le bollette di acqua luce e gas come lotta contro la rapina dei pochi ai danni dei molti

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti