venerdì 3 febbraio 2012

Voleva fare l'aviatore solitario

Il bambino amava guardare il paesaggio da dietro la finestra, quel gran cielo aperto lo faceva sognare. Sognava di diventare un aviatore solitario per correre libero sulle nuvole, incontrare i falchi in volo e salutarli uno ad uno. All'età di 90 anni, quando ormai le sue membra sembravano rami tremolanti, alcuni amici gli chiesero il motivo per cui il sogno non si fosse mai realizzato, ed egli, voltando mestamente lo sguardo verso la sua finestra, rispose: 'l'errore mio più grande è stato quello di credere a tutti quelli che mi promettevano aeroplani'.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti