giovedì 19 febbraio 2009

Benigni a Sanremo. Censura su youtube? Niente paura, la rete ha molte risorse

Abbiamo letto in giro, nella rete, le lamentele circa la censura su YouTube dell'intervento di Benigni a Sanremo. Si parla di violazione del copyright. In realtà l'oscuramento del video su YouTube è causato dalle solite ingerenze della Chiesa sulla Rai. Parlare dell'amore tra omosessuali, citanto la lettera di O. Wilde al suo amante, al Festival, ha causato un travaso di bile al povero Ratzinger. Vederlo anche su YouTube sarebbe stato troppo per il vecchio bigotto. Così niente video su YouTube, con la scusa della violazione dei diritti (a questo punto, almeno la metà dei video su YouTube dovrebbero essere oscurati, invece sono tutti lì).
Ma non esiste soltanto YouTube, per fortuna. Questo che proponiamo qui è l'ultimo spezzone, quello che include la recita della lettera di Wilde. Buona visione.


Grazie a donotkillme
Comunque, il video su YouTube lo abbiamo trovato, non censurato QUI

La Lettera all'amato Bosie

19 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

già, le solite marchette alla chiesa...ma ratzinger si è arrabbiato perchè nessuno gli ha mai scritto una lettera come quella di wilde?

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

AHAHAHAHAH... Silvio, mi sa che è come dici tu eheheh

silvio di giorgio ha detto...

eh si, l'invidia è una brutta cosa....

Riverinflood ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Riverinflood ha detto...

Beh, considerato che sono trascorsi più di 20 anni (sono estremamete sincero) da che avevo deciso di non seguire questi canzonettari, seguendo il video mi sono reso conto che ormai tutto quello che prima veniva schifato e aborrito ora viene ascoltato, grazie anche a quell'istrione di Begnigni, che ha posto la tematica omo spiazzando e limando le angolosità della insensibilità e dell'ignoranza e non solo di quella platea, ma anche per il resto dei telespettatori che ho letto essere stati numerosissimi. Non so se compiacermi o meno del fatto che questo leggero passetto in avanti lo debbo riscontrare a San Remo. Staremo a vedere.
Da sottolineare la differenziazione estetica e (di costume) che ha fatta Benigni sull'Amore che è più forte della Fede. Geniale. Oltretevere si stanno mordicchiando i fegati. Grazie per il video, altrimenti non ne avrei visto e sentito nulla.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Riverinflood
Sì, l'arguzia toscana si è contraddistinta nella considerazione dell'Amore che primeggia sulla fede. A Sanremo, inteso come festival, ci sono sprazzi di Articolo 21 che emergono dalla mediocrità canzonettiera, questo forse per una ragione demagogica e/o pubblicitaria; oppure perché, citando De André, 'dal letame nascono i fior'.
Va' a sapere.

Carlo S. ha detto...

Ciao,
come ho sempre detto la rete è 10 anni avanti ai comuni mistificatori di realtà, siano essi politici o preti o qualsiasi altra cosa.
Internet non può essere controllata o limitata, devono farsene una ragione, punto e basta!!!

holamotohd ha detto...

Bellissima, grazie per averla postata.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ holamotohd
Non c'è di che. Merita davvero.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Carlo S.
Speriamo che D'Alia (Berlusconi) non vada avanti con il suo progetto di imbavagliare la rete.

fabryTrock ha detto...

Grande e Grazie! ;-)

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ fabryTrock
Prego. L'informazione vera gira in rete ;-)

Claudia Perin ha detto...

Grande Roberto!
Sei una poetica e forte luce di riferimento e di grazia!
Amandoti.
Claudia Perin

Anonimo ha detto...

Grazie per il video.
Nemmeno io avrei avuto occasione di vederlo e di goderlo altrimenti.

Un po' di buonsenso nella tv pubblica.

José Puig

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ José
Siamo contenti di averti accontentato

acul ha detto...

Trovo che sia terrificante uno stato (e lo scrivo miuscolo di proposito) censuri il pensiero e la parola, soprattutto laddove queste sono espressioni non offensive ma portatrici di pensiero. Quale che esso sia. Parlare di essere umani non ha colore ne parte. La stupidità si. la differenza tra evoluzione ed involuzione è non rispetto. Non sono credente, forse no, ma due dei valori del Cristo mi hanno sempre molto colpito: condivisione e compassione. Che nono solo accettazione, ma pensiero verso l altro

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ acul
Dici 'pensiero verso l'alto' e suona come un'utopia, ormai (e purtroppo). Ecco, bisognerebbe inventare un partito che non vada nè a destra, nè a sinistra, ma verso l'alto (non necessariamente a Dio), cioè verso l'altezza della sapienza. Ma, a vedere bene, questo partito esiste già, sta in ognuno di noi.
Ciao

Anonimo ha detto...

Non vi sembra arrivata l'ora di cominciare ad "agire" contro questo ridicolo dittatore?
Io e un gruppo di conoscenti abbiamo cominciato lo sciopero dei consumi, non compriamo nulla che non serva alla mera sopravvivenza e all'igene e per il lavoro.Tutto il resto, dalle vacanze al nuovo telefonino l'abbiamo abolito.
Se lo facessimo tutti, rendendolo pubblico, questo cialtrone non durerebbe due mesi.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Anonimo
Le azioni che tu e i tuoi conoscenti svolgete sono esattamente quelle che anche l'équipe di 'Italiani Imbecilli' attua da tempo. Crediamo in queste azioni, ma pensiamo che debbano essere scelte personali che non possono essere imposte. Semmai suggerite. Ognuno, nella propria coscienza, dovrebbe sapere quello di cui può fare a meno. Crediamo che gli italiani stiano già dimostrando una certa parsimonia nelle loro spese quotidiane.
Tuttavia, il tuo suggerimento può trasformarsi in un post discreto e non impositivo e ti ringraziamo. Se vuoi aiutarci, puoi scriverci una lista di prodotti da evitare.
Ciao

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti