mercoledì 11 marzo 2009

Gabriella Carlucci e la sua proposta indecente: quale libertà?

Ormai la notizia gira in rete. La Carlucci (Pdl - nella foto) si è fatta dettare una proposta di legge che vieterebbe l'anonimato in rete. La scusa è quella di voler combattere la pedopornografia online. Sappiamo tutti che la polizia postale possiede già strumenti efficaci per combattere questa piaga. L'intento vero è un altro: schedare gli utenti, imbavagliare l'informazione e agevolare il ricorso in atto di Berlusconi nei confronti di Google (Berlusconi vuol far togliere da YouTube i video che lo incastrano, con la scusa del diritto d'autore).
Ora, fatta la dovuta premessa, la Carlucci dovrebbe almeno spiegarci con quale faccia pretenderebbe di imprigionare la nostra Libertà, se le sue contraddizioni sono così evidenti! Quali contraddizioni? Ebbene, nel suo blog (che non linko neanche morto), nella sezione 'i miei valori', vi è una citazione, estrapolata dal libro 'The constitution of liberty' che è un testo scritto da un economista. Tale frase recita '... mentre la libertà è compatibile con il divieto di fare cose specifiche, questa non esiste se si ha la necessità del permesso per la maggior parte delle cose che uno può fare'. Cioè, la libertà non esiste se bisogna chiedere permesso a qualcuno. Una contraddizione fortissima, cara Ga(brie)llina dalle uova d'oro!
Ma non è finita. Sempre in quella sezione del blog, la Carlucci elenca quattro punti che vogliono essere la sintesi del suo pensiero. Fra questi quattro, ve ne sono tre che fanno riferimento al diritto di libertà e che, invece, sbugiardano le intenzioni di questa donna:
* l’individuo è il fondamento della società, egli ha il diritto di gestire gli aspetti della propria vita nel modo che ritiene più giusto;
* l’individuo ha il merito o la responsabilità di tutte le sue azioni;
* la piena fruizione di tale diritto è il più potente fattore di benessere per la società.
Ci sembra evidente che questi fascisti utilizzino la parola Libertà a sproposito e soltanto per riempirsi la bocca.
Il fatto è, amici, che bisognerebbe fare chiarezza sulla parola Libertà. Nelle ideologie liberiste, come quelle di questo governo, la libertà non è del popolo, bensì dei signori dell'economia, della finanza e dell'industria; loro sì che hanno la libertà di fare ciò che vogliono, come ad esempio alzare i prezzi, definire i cartelli, imporre regole e tasse, promuovere la privatizzazione... Perciò la Carlucci ha inserito nel suo blog questi punti sul diritto alla libertà, ma è una libertà che non sarà mai nostra, soltanto loro. E Noi? Noi siamo carne da macello! Quale libertà!

Gruppo facebook contro la censura su internet

17 commenti:

Carlo S. ha detto...

La casta è sempre la casta e sa come difendere i suoi adepti, gli italioti non si sveglieranno mai (se non succede in questo periodo di crisi, non ci sono speranze!!!), e loro fanno leva solo sull'ignoranza della gente spacciando un provvedimento repressivo in qualcosa che servirà a combattere la pedofilia o altro...e il popolo disinformato beve...beve...e beve...

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Carlo S.
Noto ormai da molto tempo che gli italiani preferiscono subire... hanno un atteggiamento da 'chissenefrega' che alimenta la dittatura. Mi domando quando si sveglieranno!

Le Favà ha detto...

La Gabriella in questione è quella che tempo fa, diceva che i parlamentari prendono troppo poco, e chi come la stessa doveva pagare pure le segretarie.

Povera vera?

Esame di coscienza per favore.

Riverinflood ha detto...

La libertà di parlare della restrizione di libertà. Queste persone, già prigioniere di regole pasive, dovrebbero farsi almeno una settimana da ristretti, per poter parlare di libertà.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Le Favà
Bisognerebbe prima averla. la coscienza. Che persone squallide!

@ Riverinflood
Hai ragione. Un mese a 1000 euro! Ma anche tutta la vita!

Te-Pito-O-Te-Henua ha detto...

Questa è una altra che non è una brutta parola che è sufficiente per la nomina perchè fascista sarebbe molto poco.

Pietro ha detto...

questa è una che si è arricchita con le marchette a linea verde, con i servizi finto informativi pubblicitaari alle aziende di generi alimentari

Lucien ha detto...

Il fantasma delle libertà dovrebbero chiamarsi questi analfabeti della rete.

Andrew ha detto...

anche io ho scritto un post sull'argomento.
Credo che è l'ennesimo tentativo di censurare internet

Giovanni Erre ha detto...

Qua potete trovare una foto dei due piccioncini...

..:: Symbian ::.. ha detto...

Libertà di mandarli tutti affanc...

ciao

Cristian Belcastro Blog

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Sill
Il tuo italiano sta peggiorando ;-)

@ Pietro
E' verissimo quello che dici.

@ Lucien
Ribadisco anche qui: che squallida gente!

@ Andrew
Dobbiamo continuare a diffondere vera informazione. Grazie anche a te.

@ Giovanni Erre
Burattini!

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Symbian
Dillo pure... non è reato: Carlucci vaffanculo!

animalfarm ha detto...

NANI, SOUBRETTE, MIGNOTTE, VENDUTI, P2ISTI, MAFIOSI, FASCISTI (VERDI E NERI)...PARLAMENTO ORGOGLIO NAZIONALE.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ animalfarm
Il triste circo che a noi fa piangere, mentre il mondo ride di noi.

Te-Pito-O-Te-Henua ha detto...

Si, tu sai perchè ... ehehehe ... ;)))

Te-Pito-O-Te-Henua ha detto...

... o tu lo sai? :P

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti