giovedì 19 marzo 2009

Studenti guerriglieri? E voi del governo cosa siete? intervista a un precario della scuola, prossimo alla disoccupazione

Ieri, a Palermo, c'è stata una giornata di sciopero e di mobilitazione del mondo della scuola. Si è protestato contro i tagli di risorse e personale operati dal governo nel settore.
La tv di regime, come sapete, ha diffuso la notizia soltanto a sciopero ultimato e ponendo l'accento esclusivamente sui tafferugli tra ragazzi e forze dell'ordine. Soltanto RaiNews24 ha concesso il microfono a una ragazza che ha criticato duramente il comportamento della polizia che ha colpito i giovani studenti senza alcun motivo.
Stamane Brunetta ha dichiarato che gli studenti dell'Onda 'sono guerriglieri e devono essere trattati come tali'. Se questi ragazzi sono dei guerriglieri, ci chiediamo cosa siano le forze dell'ordine e i membri del governo? Delle prime, si sa che non vedono l'ora di dare sfogo (libero) alla loro fascistitudine; dei secondi... manigoldi, furfanti e mafiosi!
La protesta del mondo della scuola è una protesta giusta, doverosa, civile. 3000 scuole chiuderanno e l'anno prossimo una caterva di contratti non saranno più rinnovati. Questo perché il governo ha voluto fare cassa, sulle spalle della cultura (il fascismo non ammette persone intelligenti).
Ma noi che scriviamo, abbiamo voluto toccare con mano le difficoltà reali di questi precari. Un gentile lettore, insegnante -che ringraziamo- ci ha inviato una breve intervista fatta a un precario (ATA). Due parole semplici, per chiarire. Ve la proponiamo:
Da quanto tempo lavori nelle scuole?
Sono già passati nove anni dalla prima chiamata. Era il 25 settembre del 2000.
Qual è stato il meccanismo burocratico per cui tu non potrai più lavorare nelle scuole?
Nella graduatoria permanente del personale ATA (nello specifico 'collaboratori scolastici') io sono al posto N° 128, ma sarò spostato al 160° per via della legge 104 (legge sul diritto di precedenza). E se io sono al 160° posto, i tagli previsti dal governo mi fanno stare a casa, come tutti gli altri dopo di me in graduatoria. Non è un licenziamento, ma un non rinnovo del contratto. Ecco perché il governo dice che non licenzierà. Non licenzia, è vero, ma non rinnova il contratto... che è la stessa cosa!
Hai figli? Una moglie? Altri redditi?
'Fortunatamente' non ho moglie, nè figli da mantenere. Se perdo questo lavoro, non avrò altri redditi.
Cosa pensi di fare, a settembre?
Probabilmente inizierò a lavorare in nero, un po' qua, un po' là...

Ultim'ora 18.55
Brunetta si corregge sulla definizione di 'guerriglieri' agli studenti. Ma si corregge rincarando la dose. Dice: "Mi sono sbagliato", gli studenti dell'Onda "non hanno la dignita' di guerriglieri, che sono una cosa seria: sono solo quattro ragazzotti in cerca di sensazioni" [fonte]

7 commenti:

Le Favà ha detto...

Hanno, il governo, un linguaggio atroce e senza nobiltà. Quando parla Brunetta io non lo concepisco. Non sa parlare sa solo alzare la voce e usare parole che possono e rimandono a immagini forti. Il che lo annette come pericoloso. Come tutti gli altri del resto.

Riverinflood ha detto...

Lui, mezzo uomo!

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Le Favà
Credo che sia malato (come tutti gli altri, del resto).

@ Riverinflood
mezzo uomo, ma tutto scemo!

unclepeter ha detto...

e' risaputo, il premie sa scegliere i propri collaboratori.

unclepeter ha detto...

a quanto pare le selezioni del premier sulla scelta dei propri collaboratori e' sempre piu' intelligente.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ unclepeter
a sua immagine e somiglianza

MAURIZIO ha detto...

Alla c.a. dell’ Amministratore del blog

Gentilissimo Ammonistratore,

Noi siamo 15.000 dipendenti in servizio nelle Scuole Statali di tutta Italia
con mansioni di pulizia, solo in Campania 6000 dipendenti.
Nasciamo come Lavoratori Socialmente Utili da progetti Comunali , Regionali e Provinciali .
Per più di cinque anni ci hanno utilizzato per sopperire alla mancanza del
personale ATA. Si svolgeva quindi lo stesso lavoro degli ATA, con un'unica differenza ,noi percepivamo 800.000 lire al mese ,loro 1200.000 lire al mese, e come se non bastasse le 800.000 lire ci arrivavano a casa sotto voce di sussidio e non di stipendio , con contributi figurativi,al danno la beffa.
Finalmente il 01-07-2001, grazie al governo reggente di quel periodo, fummo assunti a tempo indeterminato da ditte private per svolgere
il servizio di pulizia nelle scuole, l’ operazione fu denominata
STABILIZZAZIONE degli LSU, ma di fatto viviamo da allora una situazione di estrema precarietà legata ai vari passaggi di cantiere fra le ditte che si succedono e agli stanziamenti da parte dei Governi e delle Leggi Finanziarie che tutte le volte dimenticano di prevedere i finanziamenti per il prosieguo della nostra attività.
Proprio in questi ultimi mesi siamo stati tutti a rischio licenziamento per mancato stanziamento dei fondi da parte del Governo e, nel tentativo di riuscire a porre l’attenzione della politica anche su di noi, sono arrivato anche a Lei.
In tutta Italia come ho già detto siamo circa 15.000 persone che vivono questa situazione, il nostro fine attualmente è quello di essere stabilizzati alle dipendenze del MIUR come personale ATA.
A tal proposito il sottosegretario del MIUR Dott. Giuseppe Pizza, il 9 marzo scorso ha riferito ai sindacati la volontà di aprire una serie di confronti e di trattative tra le parti dirette a questo scopo (un tavolo tecnico).
Ma nel 2003, alla proposta del governo di applicazione della legge 144/99 art.45 comma 8 che riservava il 30% dei posti vacanti ATA agli Lsu, SI OPPOSERO proprio i sindacati che ci rappresentano.
Come possiamo, perciò, affidare ai sindacati la risoluzione della nostra problematica?
Il 26/3/2009 è comparso su più agenzie giornalistiche (fra cui Apcom e Tuttoscuola) un intervista del ministro Gelmini che dichiarava che negli emendamenti alla Conversione in legge del cosiddetto “decreto legge incentivi” del Governo approvati dalle Commissioni VI Finanze e X Attività Produttive ve ne era uno, il 7 bis, con il quale venivano stanziati 400 milioni di euro per interventi urgenti e indifferibili nel settore dell’istruzione e affermava che tali risorse erano destinate all’assunzione degli LSU nella scuola. Non è però chiaro se si tratta di tutti gli ex LSU impiegati attualmente nelle scuole o soltanto degli ex LSU con contratto di co.co.co. a tempo determinato (precari), oppure, come pensiamo che sia, si è solo previsto il rifinanziamento dell’ anno 2009 degli appalti con le cooperative.
Noi speriamo che il decreto riguardi l’ assunzione di tutti gli ex LSU, altrimenti saremo ancora costretti a vivere con l’ansia di perdere il lavoro ad ogni cambiamento di Governo o ad ogni eventuale crisi futura.
Carissimo Ammonostratore,
noi non siamo ne politici ne esperti in economia ma crediamo che la soluzione,anche in virtù di quanto ha dichiarato il MIUR (riconoscendo il nostro operato all’interno delle scuole indispensabile) ,sia a portata di mano.
Ci siamo permessi di fare i conti in tasca allo Stato e ci siamo resi conto
che le ditte per cui lavoriamo percepiscono in toto 420.000.000 di euro annui,
per 15.000 ex lsu in tutta Italia, ebbene secondo i nostri calcoli se ci
assumesse direttamente il MIUR come personale ATA , lo Stato risparmierebbe circa 200.000.000 di euro e in un periodo come questo che attualmente viviamo, dove si invoca al risparmio nel nome di una crisi internazionale, sarebbe un controsenso non assumerci.
Lo sperpero di denaro pubblico a vantaggio delle Ditte che ci gestiscono è stato denunciato persino dalla trasmissione di REPORTER del 19-aprile-2009 in onda su RAI 1.
Spero di non disturbarla troppo e che Lei possa dedicare un po’ di tempo alla nostra questione e che ci aiuti a divulgare la nostra problematica.
Il dott. Luigi Morsello ci ha gia’ fatto l’onore di aderire al nostro blog e di segnalarci sul suo blog alla voce: blog da lui seguiti. Speranzoso che questa mia possa fare grazie a lei, il giro dei blog da lei frequentati, le porgo, anche a nome dei miei colleghi, cordiali saluti.
Maurizio
e-mail: maurionapoli1@live.it
Blog di categoria:
http://exlsu-ata.blogspot.com

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti