sabato 18 luglio 2009

La Lega attacca i precari della scuola: 'disadattati sociali'

Nel gioco politico abbiamo spesso assistito allo scaricabarile, abbiamo visto e sentito addossare agli altri colpe ed errori. Questo soprattutto quando un partito o uno schieramento non ha argomenti concreti, logici e ponderati da proporre e tenta di farsi strada screditando l'avversario, con ogni mezzo. Ma quando a screditare è un partito come la Lega, allora siamo di fronte all'assurdo che si fa realtà e alla più triviale cultura, nel già esistente vuoto politico. L'ignoranza che si autocompiace, mentre tutti ridono.
In un evidentissimo impoverimento culturale e in una accertata catalessi del sistema Italia dovuta alle dissennate politiche di destra e all'attuale governo mafioso, come può la Lega -partito di governo- attaccare ciò che di buono c'è stato (e che ancora forse resiste) in questo Paese? Dopo che il governo ha già distrutto la scuola pubblica e mandato a spasso 42 mila lavoratori del settore (solo per ora), come può la Lega, oggi, accusare gli altri di questo sfacelo?
Secondo la Lega, i mali odierni della scuola derivano da quel mirabile processo di riforme che, grazie alla cultura del '68, portò l'Italia a competere con i migliori sistemi di istruzione mondiali. Quindi, secondo la Lega, se la scuola necessita di riforme, è per colpa della politica di sinistra. Non solo, con la sua proverbiale raffinatezza e con ricercato ricamo lessicale, la Lega attacca tutti i precari, definendoli 'disadattati sociali' e 'pseudointellettuali', quindi 'ignoranti' graziati da 'ridicoli corsi abilitanti' (peccato che l'ultimo corso abilitante lo abbia promosso la Moratti, con la firma della Lega). Beh, se la parola 'ignorante' la pronuncia la Lega... è tutto dire!
La Lega non dovrebbe avere nessuna voce in capitolo nelle questioni di governo, sappiamo tutti in che modo è andata a governare, ricattando Berlusconi. Ma non dovrebbe avere voce in capitolo soprattutto perché è completamente immersa nel brodo di una spaventosa ignoranza, dove i suoi militanti attingono alla più barbarica enfasi, degna delle peggiori taverne longobarde del IV secolo!
A cascarci sono sempre i più boccaloni, quelli che si lasciano abbindolare dai facili ritornelli populisti e volgari e che non hanno ancora capito che nelle scuole italiane, se oggi si studiano i testi di Popper, di Argan, di Arnheim, di Benjamin e di molti altri intellettuali, lo si deve proprio alla cultura di sinistra sessantottina!

L'articolo de La Padania (pdf)
seguici anche su facebook

7 commenti:

Le Favà ha detto...

Magari sono arrabbiati perchè il figlio di bossi ha dovuto fare 4 volte l'esame (3 + 1 ricorso) prima di venire promosso.

coscienza critica ha detto...

@ Le Favà
Ma la loro ignoranza non conta. Loro guardano quella degli altri, anche se non c'è. E' per questo che dicono: 'noi guardiamo avanti'.

Anonimo ha detto...

Quelli della lega mandano spesso i loro figli alle "squole" private di preti, suore e ciellini, dove nessun pargolo viene bocciato ....

Anonimo ha detto...

Nei diplomifici privati dei pargoli leghisti altro che sei politico!

Anonimo ha detto...

Ma i leghisti si sono dimenticati che la ministra Gelmini ha fatto l'esame di stato in Calabria? Altrimenti col piffero che diventava avvocato?
http://www.corriere.it/cronache/08_settembre_04/stella_dbaef098-7a47-11dd-a3dd-00144f02aabc.shtml

Mario ha detto...

Per me che sono insegnante, conta soprattutto il fatto che questa maggioranza combatte la supposta ignoranza e il degrado della scuola pubblica tagliandole i fondi. Chissà perché, anche a me era venuto in mente il figlio di Bossi...
PS: Potrebbe chiedere a papà di chiedere a papi se quando diventa grande glielo fa fare il ministro della pubblica... istruZZione!

Anonimo ha detto...

Vaffanculo a tutti i leghisti !ingnoranti cilaltroni !!
Sparano solo cazzate vomitevoli !
Sono loro il vero virus dilagante , la pa(dan)demia .

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti