mercoledì 5 agosto 2009

Davide Mangano denunciato per non aver commesso alcun fatto. Intervista e video

Se ricordate Giuseppe Gatì, se vi siete indignati di fronte alla violenza gratuita che gli è stata fatta, allora potete indignarvi anche per ciò che è accaduto al giovane Davide Mangano. Noi lo abbiamo intervistato, ma diamo un doveroso incipit alla vicenda, per descriverne il contesto.
Il 31 luglio scorso, il guardasigilli Angelino Alfano era a Messina per inaugurare la Fiera Campionaria. Tra la folla c'era anche Davide Mangano, un ragazzo di diciannove anni che avrebbe voluto cogliere l'occasione per fare qualche domanda al ministro della giustizia (in questo caso, il minuscolo è d'obbligo). Evidentemente, in Italia lo Stato di polizia e la dittatura non consentono ai cittadini onesti e pacifici di porgere domande ai ministri et sim. Davide non solo non ha ottenuto risposte, ma ha dovuto subire percosse e una denuncia del tutto arbitraria e fantasiosa.

Dopo il taglio del nastro, Alfano ha raggiunto il bar e tu lo hai seguito per porgergli alcune domande. Anche altre persone seguirono Alfano per fargli domande? Qual è stato il comportamento degli agenti in quel momento?
Si,molte persone hanno seguito Alfano per porgli domande e ci sono riuscite;gli agenti della digos cercavano di rendere la situazione gestibile,non caotica dicendo a chiunque di allontanarsi sia verbalmente che con le azioni

Quali domande volevi fare ad Alfano?
Volevo domandare ad Alfano, visto il suo impegno contro la mafia, cosa pensasse dell'affermazione del suo capopartito,definire il pluripregiudicato mafioso Vittorio Mangano un eroe,della lettera fornita da Ciancimino jr che vedeva sempre coinvolto il suo capopartito e volevo anche domandargli se conosceva La Fattoria degli Animali di Orwel

Perché non sei riuscito a fare le domande?
Non sono riuscito a fare le mie domande perchè proprio mentre Renato Accorinti stava comunicando ad Alfano alcuni dati a favore della causa No-Ponte alcuni agenti della digos m'hanno afferrato e trascinato in malomodo fino ad una ringhiera

Qual è stata la tua prima reazione?
La mia prima reazione vedendomi trascinato come un delinquente,con la camicia con un pò di sangue addosso per la gentilezza con cui mi hanno afferrato, è stata chiedere chi fossero, che cosa volessero e come si erano permessi a fare una cosa del genere

Hai saputo il nome degli agenti?
Ho chiesto nome e cognome ad un agente che mi ha preso a pugni in questura

Sappiamo (lo vediamo anche in video) che un agente è inciampato durante la fase del tuo trasbordo nell'auto della polizia. Questo fatto si è ripercosso a tuo svantaggio?
Il suddetto agente è proprio colui che mi ha preso a pugni appena arrivati in questura

Quando sei giunto in questura sei stato anche picchiato? Quanto tempo hai passato in questura?
Sono stato picchiato quando al loro invito di uscire tutto quello che avevo in tasca ho affermato che lo avrei fatto con le mie mani,visto che già entrati in questura mi avevano dato qualche schiaffo,avevo paura a farmi mettere ulteriormente le mani di sopra,cosi un poliziotto sdegnato dalla mia affermazione di "poca fiducia" nei loro confronti ha cominciato a prendermi a pugni fino a che qualche suo collega non l'ha fermato. A questo punto hanno controllato tutto ciò che avevo travando nel mio portafoglio una lametta che possedevo da anni e che avevo dimenticato di possedere tanto era il tempo che era li;passata qualche ora sono stato rilasciato

Sei andato da un medico?
Tornato a casa ho raccontato ai miei genitori cos'era successo,scusandomi per quanto era successo,nonostante non ritenga di avere colpe che portino a tutto ciò che è successo; una volta spiegato tutto siamo andati in ospedale per effettuare un referto medico. (fra parentesi ci tengo a specificare che nonostante i video mostrino come sono andati i fatti due poliziotti hanno ottenuto ben OTTO giorni di prognosi ciascuno)

Chi ti accusa di aggressione nei confronti di Alfano?
Un telegiornale della mia città ha chiaramente affermato che ho tentato di aggredire il ministro;gli altri servizi di comunicazione o hanno cercato di farlo intendere fra le righe o hanno appena accennato la notiza. Solo Amnotizie ha mostrato un video prendendo le mie difese(guardacaso tutti gli altri tg non hanno mostrato nulla)

C'è una denuncia nei tuoi confronti. Qual è il reato contestato? Hai fiducia nella giustizia?
Sono denunciato per resistenza,violenza e lesioni a pubblico ufficiale...mi sembra assurdo. Spero che la giustizia faccia il suo corso dato che ho video,foto e testimonianze a provare quanto successo

Quale pensiero vorresti esprimere in merito a questo triste episodio?
Certe cose non devono succedere, ricordo ancora con le lacrime agli occhi quanto successo al compianto Giuseppe Gatì, ricordo che pensavo che tutto quello che gli era capitato fosse assurdo...questa non è Libertà, un cittadino che per fare una domanda viene portato in questura e additato come aggressore, questo non è ciò per cui molta gente ha combattuta ed è morta, provo vergogna come cittadino per questi avvenimenti.



12 commenti:

holamotohd ha detto...

Le persone che commettono questi abusi possono essere denunciate? Parteciperei volentieri ad una colletta per pagare un avvocato.
Non è possibile che non si possa più neppure esprimere una opinione o un dissenso senza essere portati in questura e malmenati.....!!
E' umiliante e sconfortante!

Anonimo ha detto...

Grazie Coscienza Critica per aver dato visibilita` a questo ragazzo.
Ero sicura della tua attenzione.
Ciao
Roberta da Sydney

coscienza critica ha detto...

@ holamotohd
In un Paese civile e democratico questo non dovrebbe neppure avvenire. Quando episodi del genere avvengono, vuol dire che esiste persino la possibilità che Davide venga punito. Abbiamo già assistito a episodi in cui innocenti e innocui cittadini sono stati condannati, avendo subìto torture per far confessare ciò che non hanno mai fatto. E lo chiamano ancora Stato di diritto.

@ Roberta
Cara Roberta, questo ragazzo merita ogni riguardo, perché in Italia, ormai, sono tutti addormentati. Davide ha dimostrato di essere sveglio e reattivo. Non è un italiano imbecille :-)

Anonimo ha detto...

Sappiamo che episodi come questo sono destinati a moltiplicarsi.
Le bestie che hanno preso in ostaggio il Paese controllano la maggior parte dell'opinione pubblica. Il popolo della rete è sotto controllo continuo, sanno anche quante volte andiamo al bagno. La mia impressione è che gli interventi repressivi siano chirurgici e 'preventivi'. Il prossimo autunno finirà la cassa integrazione di migliaia di poveri disgraziati e sono previsti altri 500 mila licenziamenti, non c'è neanche l'ombra di una ripresa. Cosa faranno per tenerci sotto il tallone e subire la crisi in silenzio?

Mezza Penna ha detto...

Sappiamo che episodi come questo sono destinati a moltiplicarsi.
Le bestie che hanno preso in ostaggio il Paese controllano saldamente l'opinione pubblica. Il popolo della rete è una ristrettissima minoranza, ci tengono sotto monitoraggio continuo, sanno anche quante volte andiamo al bagno. La mia impressione è che gli interventi repressivi siano chirurgici e preventivi. Il prossimo autunno finirà la cassa integrazione per migliaia di poveri disgraziati e sono previsti altri 500 mila licenziamenti. Come faranno a tenerci tutti sotto il tallone e a farci subire la crisi zitti e muti?

ilpensieroso ha detto...

Come nelle dittature!
Adesso va di moda il cattivismo...e questi sono i risultati!

Lollo ha detto...

Io vivo in Valle di Susa, dove anche lì si sono da qualche anno messi in testa di voler fare un opera inutile, la TAV: costosa, inutile, distruttrice dell'ambiente.

Noi valsusini (oltre 50000) abbiamo ampiamente dimostrato l'inutilità di queta opera più volte, abbiamo fatto manifestazioni e presidi pacifici, non siamo mai stati ascoltati, ed a Venaus il presidio è stato attaccato di notte da soldati drogati.

Nonostante le distanze siamo tutti a sostegno del NO-PONTE, in quanto ne sappiamo qualcosa.
Lo psiconano ha detto che in caso di ulteriori resistenze verranno mandate le forze armate, c'è davvero da vergognarsi.

Davide mangano tieni duro!

Per chi è curioso o interessato:

http://www.notav.eu/

=)

coscienza critica ha detto...

@ Lollo
La TAV, come il ponte, sono progetti velleitari che non servono a niente, se non a distruggere il territorio, gonfiare le tasche delle mafie e all'autocelebrazione dei governanti di turno.
Grazie del link

Emy ha detto...

che SCHIFO.
Dai daviduccio!!!

Andrea Pagano - Monza ha detto...

Il filmato mi ha messo il batticuore e una sensazione di ingiustizia; eppure, pur essendo la stessa persona che ha scritto un commento sul post del "9 luglio 2009" sui Poliziotti omicidi, con lo stesso spirito giustizialista invece penso che qui non c'è niente di illegale: gli agenti sono addestrati e pagati per difendere la personalità politica e non per individuare e giustificare su due piedi un ragazzo un po' focoso che gli si è avvicinato in modo sospetto (ha scavalcato una ringhiera?); il loro dovere era quello di eseguire gli obbligatori accertamenti e - fino a quando non è stato messo a forza in macchina - non si vede, se per questo, che il ragazzo sia stato percosso subdolamente. Purtroppo ha fatto resistenza, e questo gli è stato immancabilmente contestato. Tutt' altro paio di maniche il riferito comportamento arbitrario e violento di un agente in Questura: mi ricorda quel ragazzo che era salito sul palco di Bruce Springsteen e che si prese un sacco di botte dalle sue guardie del corpo. Coraggio ragazzo!, la vita è piena di sofferenza, ma senza il Male non possiamo capire cos'è il Bene: bisogna accettare l'esistenza così com'è, senza sognare troppo, senza voler cambiare troppo il mondo, ma vivendo per ciò in cui si crede, e se agisci con il bene dell'umanità nel cuore la tua vita sarà sempre la migliore illusione in cui credere!

PS Anche io sono stato schedato a Monza, e sono un micetto.

Anonimo ha detto...

Sono deboli, quando il Potere non accetta il dissenso e lo reprime vuol dire che ha torto marcio: forza ragazzi! Resistere!

Anonimo ha detto...

(...) Oltre alle Quattro ONG sopra citate, la Piattaforma Sociale contiene una lista di altre ONG, membri della Piattaforma, che coprono ulteriori aree tematiche quali i diritti dei bambini, il diritto alla salute ad all’ educazione. Un elenco dei membri e delle questioni di cui essi si occupano si trova nella pagina web della Piattaforma Sociale: www.socialplatform.org.

ORGANIZZAZIONI EUROPEE ED INTERNAZIONALI

Si può consultare, inoltre, la pagina web del Consiglio d’Europa e quella delle Nazioni Unite. Numerosi organi all’interno di tali organizzazioni hanno il potere di esaminare reclami individuali, a certe condizioni. Informazioni più dettagliate a riguardo si rinvengono sui siti delle Istituzioni medesime.

Organi del Consiglio d’Europa

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo:
www.echr.coe.int/ECHR

Il Commissario ai Diritti Umani: www.coe.int/t/commissioner

La Convenzione quadro per la Protezione delle Minoranze nazionali e la Commissione Consultiva:
www.coe.int/minorities

La Carta Sociale Europea ed il Comitato Europeo dei Diritti Sociali: www.coe.int/socialcharter

Il Comitato europeo per la prevenzione della tortura: www.cpt.coe.int/en/default.htm

Le Nazioni Unite & gli organi previsti dai trattati internazionali sui diritti umani

Le Nazioni Unite hanno due diverse vie per la trattazione dei reclami individuali. Il Consiglio per i Diritti Umani (che ha sostituito la Commissione per i Diritti Umani nel 2007) agisce tramite una “procedura speciale” che consente ad un individuo di presentare un reclamo dinnanzi ad un esperto indipendente che abbia un mandato relativo alla materia interessata o al particolare Stato coinvolto. Della “procedura speciale” può avvalersi chiunque, in relazione al comportamento di qualsiasi Stato, purché il reclamo ricada entro un determinato mandato. Le informazioni su come intraprendere questa procedura sono disponibili al seguente link-

www2.ohchr.org/english/bodies/chr/special/communications.htm

Oltre alla “procedura speciale”, ogni Stato, parte di un dato trattato sulla tutela dei diritti umani patrocinato dalle Nazioni Unite, é sottoposto alla supervisione del relativo organo di controllo. Molti di questi trattati prevedono la possibilità di inoltrare un reclamo individuale, se lo Stato interessato ha prestato precedentemente il proprio consenso. Le informazioni su come presentare un reclamo agli organi stabiliti da un trattato sono disponibili al seguente link -

www2.ohchr.org/english/bodies/petitions/index.htm

Per altre informazioni vedere anche
www.fra.europa.eu

Spero che vi possa essere utile.
Life is a great joke

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti