mercoledì 23 giugno 2010

30 anni di mistero Ustica: 'chi sa parli'

'Chi sa parli' è la campagna di informazione che 'Città del Capo Radio Metropolitana' sta portando avanti, al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica ed esortare anche il governo francese a fare luce su questo tragico mistero. L'acquisto di banners da porre sui maggiori quotidiani online francesi può aiutare la ricerca di ulteriori testimonianze. Il sito che se ne occupa è 'campagnaustica.rcdc.it'.
Anche se ormai è trapelato ufficialmente il fatto che il DC9 'fu vittima di un’azione militare di intecettamento messa in atto, verosimilmente, nei confronti dell’aereo che si era nascosto sotto di esso' (la sentenza), occorre ancora accertare tutte le responsabilità e individuare chi ha abbattuto l'aereo italiano con 81 persone a bordo. Il governo francese, per bocca di Bernard Valero, fa intanto sapere che è pronto a cooperare con l'Italia per fare piena luce sulla vicenda. Una cooperazione che, tuttavia, attende una rogatoria internazionale emanata dal nostro Paese, cioè una richiesta ufficiale.
I link che avete visto nel testo conducono ai siti che si occupano della campagna 'Chi sa parli', ma vogliamo anche noi esortare a non tacere e a utilizzare questo blog per segnalare qualsiasi informazione utile all'inchiesta. Ricordiamo a tal proposito che i commenti possono essere inviati anche in forma anonima. Noi crediamo sia giunto il momento di squarciare il velo di omertà, in segno di rispetto nei confronti delle vittime e dei loro familiari, ma anche per onorare la dignità collettiva di un Paese che non può più vivere all'ombra dei misteri di Stato. Chi sa parli!



link al video
target="_blank"

3 commenti:

genomaxycopy ha detto...

Trattasi del segreto di Pulcinella: il 27 giugno 1980 in vista della conferenza dei paesi non allineati a Belgrado,erano state approntate esercitazioni navali della Nato nel Mar Tirreno sulla rotta presunta dei tre Mig23 militari di cui due di scorta su cui c'era il passeggero Geddafi.I militari Libici accortasi del tentativo di attentato si ripararono sotto la carlinga del DC9 Itavia.Una nave Francese lancio' piu' missili terra aria a fonti di calore,mentre il Mig23 virava dal DC9,colpendo gli aerei di scorta;uno in pieno e l'altro danneggiandolo,il secondo trovato sulla Sila in rotta di rientro.Se vuoi pubblicare fallo pure,le fonti sono sicure.

coscienza critica ha detto...

Questa versione è quella conosciuta, ma è ufficiosa, e tale rimarrà finchè non vi sarà una vera sentenza definitiva.

Anonimo ha detto...

e se il pilota fosse riuscito a fare un ammaraggio d'emergenza? I passeggeri superstiti, feriti, con i timpani sfondati, non sarebbero stati un bello spettacolo ...per di più... avrebbero potuto testimoniare.

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti