domenica 1 agosto 2010

Menu avariato: sciopero della fame al cie di Gradisca d'Isonzo

Quasi un mese fa avevamo denunciato la distribuzione di farmaci scaduti, da parte della Croce Rossa, al cie di Torino. Oggi purtroppo dobbiamo darvi la notizia che al cie di Gradisca d'Isonzo, in provincia di Gorizia, si distribuisce cibo avariato e perciò i detenuti sono in sciopero della fame. Il cibo arriva dalla Slovenia, sicuramente per ragioni meramente economiche. D'altra parte, quanto volete che costi del cibo avariato che neanche i sorci mangerebbero? Ma i detenuti dei cie mica sono sorci - avranno pensato anche al Ministero - i 'clandestini' mangiano tutto, sono abituati ai sacrifici e al loro Paese questo cibo è di prima scelta.
E allora leggiamolo questo menu:
- Pain aux champignon (pane ammuffito)
- Potage à la guêpe (passato con vespa annegata)
- Soupe croustillante à la Mac Cartney (zuppa con unghie e scarafaggi)
- Pommes garnies (mele con vermi)
- Yaourt à l'Ancien Régime (yogurt scaduto)
Così i reclusi hanno scritto una lettera di protesta e di denuncia ai responsabili:

Per unirsi alla protesta basta chiamare il centralino del cie e lasciare un messaggio allo 0481.955.811
Per mandare un fax: 0481.955.818

Fonte Indymedia Piemonte
target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti