venerdì 28 ottobre 2011

'Una cumbre para las personas'. Contro il G20, il vertice per la gente

Il 4 e il 5 novembre ci sarà il G20 a Cannes, in Francia, cioè l'ennesimo teatrino di promesse incapsulate a ogiva e spedite a casa di tutti via tv. Sappiamo bene che le decisioni sul nostro destino vengono prese altrove, in luoghi più segreti o nei loro salotti borghesi, non sulle passerelle mediatiche. Cosa pensiamo di fare, noi? Staremo a guardare inerti il teatro in maschera? No di certo. Noi costruiremo un vertice parallelo, un progetto alternativo al sistema, quello che ci porterà verso il cambiamento concreto. No, non travisate, non saranno direttamente gli italiani a ideare e a proporre questo progetto di vero cambiamento, quando diciamo 'noi' intendiamo noi persone libere che non concepiamo confini nazionali, né bandiere di Stato, noi persone accomunate dallo stesso ideale di libertà e di fratellanza mondiale. Purtroppo, mentre in Spagna il popolo ha già dichiarato illegale la giunta elettorale e nel resto del mondo non vogliono più saperne di partiti, in Italia le persone sono ancora aggrappate ad una fantasmagorica speranza e al ridicolo miraggio delle primarie, cioè rispettivamente al nulla e al sistema di sempre.

Dal movimento spagnolo degli indignados arriva un appello.
In concomitanza del G20, a Madrid ci sarà un altro summit definito 'Una cumbre para las personas' (Un vertice per la gente) che si svolgerà il 1° novembre 2011 (sito).

Che cos'è 'Una cumbre para las personas'?
Si tratta di un forum pubblico di discussione con una serie di appuntamenti che si svolgeranno a Puerta del Sol (Madrid) e che hanno due scopi principali:
1) informare per agire con coscienza.
2) costruire l'alternativa al sistema.

Il programma del 1° novembre:
- 12:00 Presentazione della giornata. Illegittimità del G20
- 12:30 Legittimità democratica. Difendi ciò che è tuo e ciò che è di tutti.
- 15:00 Il debito, come si crea, come agisce. Un uditorio per cominciare.
- 17:00 Frode fiscale: come recuperare quel che ci rubano.
La giornata è organizzata in particolare dal 'gruppo di lavoro economia' dell'AcampadaSol 15-M'. Sì, perché dovete sapere che gli indignados si sono da tempo autorganizzati in gruppi di lavoro, in una rete di cooperazione che già così costituisce un ottimo modello di organizzazione sociale. I gruppi sono una decina circa, esistono poi commissioni e sottocommissioni, ma tutti rigorosamente senza capi, in una logica anarchica di orizzontalità. Lo scopo è la costruzione di un'alternativa al sistema che sia garanzia di vera democrazia, di democrazia diretta (fino ad oggi attuata soltanto nelle comunità anarchiche). Parteciperanno alla giornata esperti, professori universitari, ma anche tutti coloro che hanno intenzione di essere propositivi nell'ottica del cambiamento totale in atto.
Il 5 novembre si aprirà a Barcellona il meeting sull'autogestione, dove si esporranno le attività anarchiche della città e i progetti attuati, come le assemblee di quartiere, i gruppi di consumatori, le scuole gratuite, i centri sociali autogestiti, il lavoro autonomo, ecc. Per confermare la vostra partecipazione cliccare qui.
Il 6 novembre ci sarà la Fiera dello scambio, dove potersi scambiare prodotti e servizi, il montaggio delle bancarelle inizia alle ore 10. Per iscrizioni cliccare qui.
Si delinea ormai chiaramente la distinzione e lo scollamento netto tra lo Stato e il popolo. Il movimento spagnolo chiama tutti alla realizzazione di questa alternativa e chiama anche tutti i siti ad un atto solidale, al fine di dar voce a questa iniziativa. Se sei un blogger, scrivi anche tu due parole sul controvertice. Dubitiamo molto che l'Italia parteciperà alla costruzione di una nuova società, ma noi del bog abbiamo deciso comunque di informarvi su ciò che sta accadendo altrove.

PS. Quando il mondo sarà già cambiato, ogni italiano dirà: 'sono sempre stato anarchico'. Scomettiamo? Intanto, esprimete la vostra opinione nel nostro sondaggio, sotto il blogroll. Grazie.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti