giovedì 25 giugno 2009

15 luglio 2009: Sit-in nazionale sotto Montecitorio. Raccolta fondi a Milano il 1° luglio

Le iniziative di questo governo contro la scuola pubblica hanno già prodotto i loro nefasti risultati (42000 cittadini senza più lavoro, aule stracolme di studenti, maestri unici, smembramenti di cattedre, abolizione del tempo prolungato, ecc). Ma il peggio deve ancora arrivare con la PDL Aprea che trasformerà gli istituti scolastici in vere e proprie aziende, con tutte le dinamiche delle SpA. Sappiate soltanto che la proposta Aprea prevede, tra l'altro, l'assunzione diretta dei docenti da parte del dirigente scolastico e il licenziamento degli stessi, ma regolamentato su giudizi del tutto arbitrari e soggettivi. Tutto questo alimenterà ancora di più il clientelismo e le relazioni mafiose nella scuola pubblica.
La scuola deve poter essere lo specchio di una società democratica e libera, sganciata da logiche di marketing.
Il 1° luglio, a Milano (largo Corsia dei Servi), si terrà una festa per raccogliere i fondi che serviranno a finanziare il viaggio a Montecitorio, previsto per giorno 15, dove ci sarà un grande sit-in per dire NO a tutti i provvedimenti di questo governo.
Il sit-in non riguarda soltanto i lavoratori della scuola, bensì tutta la società civile, poiché la scuola rappresenta il futuro della nostra Nazione.
Per ulteriori informazioni e per prendere visione del volantino: Coordinamento 3 ottobre
Invitiamo tutti i partecipanti a indossare la maglietta con il logo io mi informo su internet.
Clicca sul banner per leggere il metodo di realizzazione del logo



ATTENZIONE (sconto comitiva)
Il Coordinamento 3 ottobre si sta organizzando per andare da Milano al sit-in di Roma con il treno che partirà alle 23.20 di martedì 14 luglio.
Chiunque volesse fare il viaggio in compagnia ce lo faccia sapere al più presto. Se riusciamo ad organizzare un gruppo di almeno 10 persone forse riusciamo ad avere lo sconto comitiva che dovrebbe essere pari al 20 % del biglietto. Contattate il Coordinamento 3 ottobre al 338/16410839 oppure scrivete una mail a coordinamento3ottobre[at]gmail.com
Per tutti l'appuntamento martedì prossimo alle 22.50 all'inizio del binario del treno per Roma.

6 commenti:

luposelvatico ha detto...

IL DDL Aprea è l'arma finale di questo governo contro la scuola pubblica, e ti ringrazio per averne parlato.
E' praticamente sicuro che attenderanno l'estate per farlo passare, ma è anche altrettanto certo che su quel DDL anche l'opposizione è compiacente.
Tutte le iniziative in corso contro il DDL sono visibili anche sui siti www.retescuole.net, www.foruminsegnanti.it, www.genitoriescuola.it, www.coogen.org...

Crocco1830 ha detto...

Per distruggere la scuola bisogna svuotarla: dalle competenze; dai finanziamenti; dalle attività. E' quello che stanno facendo e così avranno in mano un fondamentale aspetto della società.

coscienza critica ha detto...

@ luposelvatico
Grazie per aver postato gli altri siti (che conosco e pratico), in questo modo allarghi la visuale dell'informazione sulla scuola. Intanto mi chiedo che fine abbia fatto l'Onda. Spero che anche i ragazzi si facciano vedere il 15 luglio.

@ Crocco
...e dopo che l'avranno svuotata, la riempiranno di manager, introdurranno nuovi testi che ribaltano la Storia, produrranno ignoranti, veline e mano d'opera per ogni tipo di mafia.

Roosdai ha detto...

E' bello leggere che l'onda non ha abbassata la cresta!!
se vogliamo possiamo fare qualcosa, lamentarsi serve a poco anzi non serve proprio a nulla!
Mi piace l'iniziativa e cercherò di diffonderla il più possibile!
Mi permetto di lasciare il link del giornale libero in cui scrivo.. http://www.diebrucke.it/
se ti va, dacci un'occhiata!
Tutti possono dire la loro e iscrivendosi si possono anche inserire i propri articoli!
La nostra redazione è in fase di sviluppo! Die Brucke avrebbe bisogno di redattori che sappiano il fatto loro! Tu mi sembri perfetto!

coscienza critica ha detto...

@ Roosdai
Die brucke, come sapete, è il nome dato al gruppo degli espressionisti tedeschi (Kirchner) ed è fortemente evocativo, nonché simbolico. Penso che questo nome, per un giornale come il vostro, online, sia azzeccato; soprattutto quando un giornale si pone l'obiettivo di denunciare liberamente le brutture della società, esattamente come facevano gli espressionisti, anche francesi.
Anche questo blog è nato l'estate scorsa, ma più che espressionista lo definirei realista. Sappiamo che l'Espressionismo muove anche dalle denunce dei realisti, perciò è possibile che vi sia una collaborazione da parte nostra (anche noi siamo un'équipe), nei limiti delle nostre disponibilità e possibilità.
Saluti.

Roosdai ha detto...

La bellezza della libera informazione, del libero pensiero può compensare la disumanità che circonda e ammorba la società del tempo.
Quando vorrete collaborare sarete i benvenuti!
Nel frattempo buon lavoro!
Ros

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti