giovedì 9 aprile 2009

Terremoto: la denuncia di Anna

Pubblichiamo parte di un'intervista fatta ad Anna (Miss Kappa), di cui parlammo, tratta da Blogosfere che ringraziamo, nella persona di Eleonora, l'intervistatrice.
Gli stralci dell'intervista sono quelli relativi alla denuncia di Anna in merito al vero numero dei morti del terremoto e che i media, per ora, tacciono.

Nel tuo post hai parlato di mille morti. Sono cifre che stravolgono i conteggi.
Due medici de L'Aquila mi hanno detto che tanti dei ricoverati negli ospedali morti a seguito del terremoto non sono stati conteggiati fra le vittime. E i nostri medici non possono entrare negli ospedali dei campi perché sono considerati sfollati. E poi facciamo un conto.
Prego.
Onna aveva 600 abitanti, è stata distrutta. L'Aquila, che ora è un ammasso di calcinacci, ne aveva 42.000. E saremmo a 270 morti, compresi i 48 di Onna. Le cifre non tornano.
Quindi i morti che mancano all'appello sarebbero nascosti negli ospedali.
Sì. Per ora non li vogliono dire. Preferiscono comunicarli un po' alla volta.
Su Facebook, in tv e sui giornali ci sollecitano ad inviare aiuti, ma tu inviti a stare attenti. A chi consigli di donare?
All'ANA (Associazione Nazionale Alpini). Mi sembra la più affidabile. Di certo non al conto corrente della Regione Abruzzo: prima abbiamo avuto Del Turco e ora i nostri politici che ci hanno portato alla tragedia.
Parliamo di informazione. Hai letto i giornali o visto le tv in questi giorni?
No, ascolto la radio che ho in macchina. So che nei campi vengono distribuiti Il Tempo e Il Centro che pubblica la lista dei morti.
E ora che fai?
Cerco di capire, torno al campo. Voglio vedere cosa sta succedendo e aggiornare il blog.
Ad Anna serve un pc portatile e una chiavetta per la connessione, al fine di aggiornare costantemente il suo blog e tenerci informati. Nel suo blog ci sono diverse voci che si prestano a sostenere una colletta (noi compresi). E assai probabile che, nella frenesia della solidarietà, non si riesca a organizzare l'acquisto del pc. Oppure sì. A nostro avviso, occorre un gruppo organizzato, su facebook, su idea di amatamari.

Integrazione al post da ByoBlu
'Gli scantinati e i seminterrati del 90% del centro storico erano stati affittati. In nero. Dentro c'erano clandestini, immigrati, extracomunitari. Ammassati come bestie. Ci sono ancora. Centinaia di persone che non risultano all'anagrafe, che non compaiono nelle liste dei dispersi, che non esistono. I proprietari delle case che si sono messi in salvo non ne denunciano la presenza. Non gli conviene. Nessuno li cerca. Nessuno li piange. Da vivi non esistevano, non esistono neppure da morti. Spazzati via di nascosto, come la polvere sotto al tappeto. In fondo, perchè darsi tanta pena per loro? Una tomba ce l'hanno già. E questa volta non gli è costata niente. Gliel'abbiamo data gratis'.

14 commenti:

Crocco1830 ha detto...

Ottima testimonianza. Complimenti ad Eleonora per l'intervista, ma soprattutto ad Anna per la sua forza e la sua tenacia.

Vespasiano ha detto...

La rete si è rivelata un boomerang ecco perchè vogliono controllarla,tutte le fandonie che dicono e le verita' che occultano in rete vengono sistematicamente smascherate.Raiset e merdaset quando parlano di internet la fanno apparire come il ritrovo di truffatori,pedofili,terroristi,sovversivi.
Se non è dittatura questa ditemi voi cosè.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ TUTTI
Se andate su ByoBlu (nel nostro blogroll) troverete questo scritto:

'Gli scantinati e i seminterrati del 90% del centro storico erano stati affittati. In nero. Dentro c'erano clandestini, immigrati, extracomunitari. Ammassati come bestie. Ci sono ancora. Centinaia di persone che non risultano all'anagrafe, che non compaiono nelle liste dei dispersi, che non esistono. I proprietari delle case che si sono messi in salvo non ne denunciano la presenza. Non gli conviene. Nessuno li cerca. Nessuno li piange. Da vivi non esistevano, non esistono neppure da morti. Spazzati via di nascosto, come la polvere sotto al tappeto. In fondo, perchè darsi tanta pena per loro? Una tomba ce l'hanno già. E questa volta non gli è costata niente. Gliel'abbiamo data gratis'.

progvolution ha detto...

la denuncia di ByoBlu è terrificante perchè è assolutamente realistica. E agghiacciante
Sussurri obliqui

Vespasiano ha detto...

Non resta che vedere se le tv nazionali ne parleranno,personalmente sono sicuro di no.
Non esisti da vivo e neppure da morto,spaventoso.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Vespasiano
Se la tv ne parlerà, sarà per accusare questi stranieri, anche da morti, dando loro dei criminali. Qualcuno del governo potrebbe usarli per infondere -ancora- sentimenti di razzismo. Vedremo se salterà fuori questa notizia in tv. Uhmmmm...

silvio di giorgio ha detto...

terribile...se questa notizia verrà data dalle reti nazionali sarà la prova che in italia ci sono bravi giornalisti che lavorano per le reti nazionali. ecco perchè la notizia sarà relegata alla rete

Riverinflood ha detto...

La rete, con tutta la sua controinformazione, da sola non potrà fare molto. Su questo terremoto di regime si gioca anche il futuro politico delle nostre ultime chance libertarie. Occorre veramente un grande movimento. Bisogna fare come ci stanno mostrando all'estero le nuove forme di lotta alternatiova: chiudere i gionrnalisti in uno sgabuzzino e far parlare le coscienze libere.

σίβυλλα ha detto...

http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2009/04/1000-berlusconi.html

Dalla Grecia vicino a voi

Giuseppe Gatto ha detto...

bei servizi, bella informazione (ce n'è tanto bisogno!) e bel blog. Me lo segno e torno a trovarti...

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ silvio di giorgio
Temo anch'io che la notizia sarà relegata alla blogosfera

@ amatamari
Grazie dell'informazione preziosa ;-)

@ Riverinflood
Sarebbe un grande gesto, quello di copiare le gesta esotiche per la democrazia. Libereremmo le nostre coscienze, finalmente!

@ σίβυλλα
Ciao, sibilla, piacere di rivederti qui. Grazie per la tua / vostra vicinanza.

@ Giuseppe Gatto
Grazie Giuseppe, sei il benvenuto.

Cassandra ha detto...

Io ci penso da un paio di giorni, a questa cosa (ho letto il post di MissKappa)
Rimangono dubbi sul numero: 1000 sono da verificare e non tiene la spiegazione della proporzione con Onna che è starto epicentro della prima scossa (la relazione magnitudo/vittime non è costante, come dimostra il Giappone).
Dubbi anche per i clandestini: nell'elenco pubblicato dai giornali ci sono alcune decine di nominativi privi di dati, un paio anche con due versioni di nome... credo che qualche vittima in più ci sarà, ma stento a credere che siano così tanti.
Una precisazione: considero Anna un'eroina, cercare di comunicare nel disagio, nel dolore e con pochi strumenti per farlo e indurci a fare riflessioni in merito è molto più di quanto molte persone siano capaci di fare... Grazie, Anna.

CogitoergoVomito ha detto...

Siamo tutti con Anna...grazie ragazzi per le informazioni...

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

@ Cassandra
Chi ci conosce bene sa che, di fronte al dubbio, noi spalanchiamo le porte del rispetto. Il dubbio è sacro, va rispettato.

@ cogitoergovomito
Prego ;-)

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti