domenica 9 ottobre 2011

Ma come si gestisce una società anarchica?

I lettori affezionati di questo blog, attraverso i nostri articoli, hanno già constatato che le realtà anarchiche non soltanto sono esistite, ma che nel mondo ve ne sono in quantità. L'autogoverno del popolo è cosa praticata, ma naturalmente i media non lo fanno sapere, compresi i libri scolastici.
Tra le numerose realtà anarchiche del recente passato non manca di stupirci ancora l'autogestione di Barcellona del 1936. Ma parallelamente, oltre a Barcellona vi erano anche altre città spagnole coinvolte. L'organizzazione era efficacissima. Nessun capo. Nessun crimine. Barcellona, come la Parigi del 1871 (o come l'attuale Urupia, o Christiania), aveva attuato regole amministrative ponderatissime, liberamente scelte dai cittadini, coordinate dal sindacato dei lavoratori CNT (Confederacion National de Trabajo).
Come funziona questa amministrazione anarchica? Quali sono le pratiche gestionali? Insomma, come si fa l'anarchia? C'è una sorta di 'normativa' che indica nello specifico come si amministra una comunità libera? La 'normativa' c'è, ma non nella forma che credete, essa non può avere carattere assoluto, non si riduce a precetti dogmatici buoni ad ogni tipo di realtà, insomma, non è una legge dello Stato che pretende utopisticamente di risolvere i problemi di tutti (non li ha mai risolti, né mai li risolverà). Diciamo piuttosto che con il metodo politico anarchico siamo di fronte ad un 'modus operandi' che le varie comunità anarchiche modulano in base alle proprie esigenze. Ed è normale, anzi umano, che sia così.
Riguardo alla gestione anarchica di Barcellona, esiste un documento ufficiale, storico, che enuncia punto per punto questo modo di operare, stilato alla luce di quell'esigenza specifica e di quelle precise condizioni storico-politiche. I punti del documento sono stati attuati, e i risultati -come sappiamo- sono stati eccellenti. Per inciso, il progetto politico anarchico attuato in Spagna nel '36 è pressoché identico a quello che Carlo Pisacane aveva in mente per un'Italia unita nel segno della fratellanza (vera). Nessun re, ma associazioni confederate di uomini liberi (vedi).
Per conoscere i punti relativi al metodo anarchico di Barcellona, scarica il documento CLICCANDO QUI.

PS. la CNT è stato un sindacato anarchico. Un sindacato italiano sganciato dal sistema, autonomo, nato dall'Association Internacional de los Trabajadores (AIT), è l'USI.

target="_blank"
target="_blank"
target="_blank"

Nessun commento:

Post in evidenza

Società gilaniche: le floride comunità senza Stato. L'anarchia durata migliaia di anni

Q uesto post, che ha avuto una lunga e doverosa gestazione, vuole una volta per tutte dimostrare come una società possa esistere senza Stat...

I nostri 10 articoli più letti